noviembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La contea di Los Angeles riporta la sua prima morte per influenza della stagione 2021-2022

Il Dipartimento della sanità pubblica della contea di Los Angeles ha annunciato mercoledì di aver ricevuto la prima segnalazione di un decesso correlato all’influenza per la stagione influenzale 2021-2022.

Funzionari sanitari hanno dichiarato in un comunicato stampa che la morte era un residente di mezza età con diverse condizioni mediche di base. L’uomo non ha ricevuto il vaccino antinfluenzale in questa stagione.

Secondo il dipartimento, la persona non identificata è risultata positiva al coronavirus più volte durante la sua malattia.

«Sebbene la maggior parte delle persone guarisca dall’influenza senza complicazioni, questa morte ricorda che l’influenza può essere una malattia grave», ha affermato il Ministero della sanità pubblica.

L’influenza può esacerbare le condizioni di salute di base, come le malattie cardiache e l’asma, e la polmonite è la complicanza più comune della malattia.

Ogni anno, migliaia di persone negli Stati Uniti vengono ricoverate in ospedale o muoiono per malattie legate all’influenza.

Lo scorso inverno, secondo il Ministero della Salute, era probabile che la circolazione dell’influenza e di altri virus respiratori fosse soppressa dalle misure attuate per rallentare la diffusione di COVID-19.

«Sebbene le stagioni influenzali possano essere difficili da prevedere anche in anni normali, ci stiamo preparando per l’epidemia di virus influenzali nella contea di Los Angeles in autunno e in inverno», si legge nel comunicato stampa.

I funzionari hanno affermato che gli indicatori dell’attività influenzale nella contea sono attualmente bassi, ma sono aumentati nelle ultime settimane.

Sebbene il vaccino antinfluenzale possa variare in termini di efficacia di anno in anno, secondo i funzionari sanitari fornisce comunque la migliore protezione contro l’influenza e le sue complicanze.

READ  L'eclissi lunare parziale più lunga in quasi 600 anni: quando guardarla

«Con l’attività influenzale in calo ma in aumento nella contea di Los Angeles, ora è un momento eccellente per vaccinarsi», ha affermato il dipartimento, aggiungendo che esso e i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie raccomandano la vaccinazione antinfluenzale per tutte le persone di età superiore ai 6 mesi, compresi neonati e bambini. . donne incinte.

«Le persone sane che sentono di non aver bisogno di essere vaccinate dovrebbero ottenere il vaccino per proteggere gli altri nella loro comunità, in particolare gli anziani, i giovani e le persone con un sistema immunitario compromesso», ha affermato il dipartimento. «La vaccinazione antinfluenzale è anche un ottimo modo per aiutare a proteggere la nostra capacità ospedaliera nel caso in cui l’epidemia di coronavirus aumenti in inverno».

Il vaccino antinfluenzale può essere somministrato contemporaneamente al vaccino COVID-19, secondo il CDC.

I gruppi di persone ad alto rischio di sviluppare complicanze da influenza includono bambini di età inferiore ai 5 anni, adulti di età pari o superiore a 65 anni e donne in gravidanza. Condizioni mediche come asma, malattie polmonari e cardiache croniche, diabete e sovrappeso (con un BMI >40) possono aumentare il rischio di sviluppare complicanze da influenza.

I funzionari hanno avvisato che i sintomi dell’influenza sono simili a quelli del COVID e quelli ad alto rischio che sono risultati positivi al virus dovrebbero essere testati per l’influenza.

Le persone a rischio di sviluppare complicazioni dovute all’influenza dovrebbero cercare assistenza medica non appena iniziano a sentirsi male, indipendentemente dal fatto che siano state vaccinate o meno.