enero 26, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’inviato speciale degli Stati Uniti per il Corno d’Africa lascia il posto

WASHINGTON (Reuters) – Jeffrey Feltman, inviato speciale degli Stati Uniti per il Corno d’Africa, si dimetterà questo mese dopo oltre nove mesi di carica e subentrerà David Satterfield, l’ambasciatore uscente degli Stati Uniti in Turchia. Tre fonti che hanno familiarità con la questione hanno detto a Reuters mercoledì.

Feltman, un veterano diplomatico statunitense, è entrato in carica ad aprile e si è rapidamente trovato nel mezzo di due grandi crisi: l’aggravarsi della guerra civile in Etiopia tra le forze fedeli al Fronte di liberazione del popolo del Tigray e l’esercito del primo ministro Abiy Ahmed. Così come un colpo di stato militare in Sudan in ottobre.

La notizia della sua partenza, che non è stata precedentemente riportata, è arrivata prima che si rechi in Etiopia giovedì per incontrare alti funzionari del governo sui colloqui di pace come parte dell’ultimo sforzo di Washington per porre fine al conflitto. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Feltman, 62 anni Egli ha detto Un «senso del dovere» lo ha fatto uscire dal «semi-pensionamento» dopo più di 25 anni come diplomatico statunitense con incarichi presso le Nazioni Unite, il Medio Oriente e il Nord Africa.

Una fonte a conoscenza della questione ha detto che Feltman ha preso la posizione con l’intenzione di servire per meno di un anno. La fonte ha affermato che Satterfield fornirà l’attenzione continua degli Stati Uniti, necessaria a causa dell’instabilità in corso e delle sfide interconnesse nella regione.

Il Dipartimento di Stato ha rifiutato di commentare.

Il portavoce del governo etiope Legis Tolo ha rifiutato di commentare perché si trattava di una questione interna del governo degli Stati Uniti.

READ  Il Canada annuncia il mandato per il vaccino contro il Covid-19 per i viaggiatori

Feltman ha dovuto affrontare forti venti contrari per avanzare. La guerra durata un anno tra il governo etiope e la leadership della regione settentrionale del Tigray, tra i conflitti più mortali in Africa, ha ucciso migliaia di civili, sfollato milioni e causato carestia.

Getachew Raza, un portavoce del governo al governo del Fronte di Liberazione del Tigray, non è stato raggiunto per un commento.

In Sudan, le proteste sono continuate per settimane, anche martedì, due giorni dopo le dimissioni del primo ministro Abdalla Hamdok. Ha servito dal 2019 fino al colpo di stato ed è stato reintegrato il 21 novembre in un accordo con i militari che è stato ampiamente respinto dai manifestanti.

Satterfield, un veterano del servizio diplomatico statunitense con oltre quattro decenni di esperienza, ha ricoperto una posizione impegnativa come ambasciatore degli Stati Uniti in Turchia, attraversando una tesa relazione bilaterale tra i due alleati della NATO.

Prima di entrare ad Ankara, ha lavorato in Arabia Saudita, Libano, Tunisia e Siria, tra gli altri paesi, e ha servito due volte come primo diplomatico statunitense per il Dipartimento di Stato per gli affari mediorientali in qualità di attore.

Le crescenti esportazioni di droni da parte della Turchia, più di recente in Etiopia, saranno il denominatore comune nei ruoli vecchi e nuovi di Satterfield. Washington a dicembre, insieme alla Turchia, ha aumentato le vendite di droni armati in Etiopia. Le fonti hanno affermato che ci sono prove crescenti che il governo abbia usato armi contro i combattenti dell’opposizione.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

READ  La Cina sta cercando di tenere il branco di elefanti fuori dalla città di 7 milioni

(Copre Humaira Pamuk). Montaggio di Mary Milliken e Cynthia Osterman

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.