diciembre 1, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Gli esperti lanciano l’allarme sul tono festoso dei media statunitensi in occasione del 100° anniversario della fondazione del Partito Comunista Cinese

I media mainstream hanno tono festoso prima del centenario di Partito Comunista CineseE il La copertura del discorso «inquietante» del leader cinese Xi Jinping per celebrare l’evento ha lasciato gli esperti a lanciare l’allarme sulla copertura della stampa statunitense sulla nazione comunista.

La CNN ha recentemente preso in giro «Xi-NN» per aver dichiarato Xi la «vera star» della celebrazione, mentre ABC News ha twittato una storia Sull’anniversario del PCC con la didascalia «PARTY TIME».

La falsa copertura del Partito Comunista Cinese, responsabile di innumerevoli violazioni dei diritti umani e uccisioni, è l’ultima di una serie di media liberali e giganti della tecnologia che usano la forza e le piattaforme per modellare narrazioni che dipingono la Cina in una luce positiva mentre sopprimono le informazioni come la teoria della fuga di virus dal laboratorio. Corona e Ridurre la brutalità dei musulmani uiguri.

La CNN ha brindato per la brillante copertura dell’anniversario del CPC: «Questo è XI-NN»

Il discorso del leader cinese Xi Jinping in occasione del centenario del Partito comunista cinese ha gli esperti che lanciano l’allarme sulla copertura della stampa statunitense sul paese comunista. (Foto di Shen Hong / Xinhua via Getty) (Xinhua / Shen Hong via Getty Images)

«Penso che sia perché molte testate giornalistiche vogliono fare affari in Cina, quindi sono disposte a coprire in silenzio e non sono disposte a dare un contesto che richiede un contesto», ha detto l’autore Gordon Chang a Fox News. «Penso che ci sia un motivo commerciale lì.»

Parlando giovedì da piazza Tiananmen, Xi ha ribadito la «missione storica» ​​della Cina di controllare Taiwan, avvertendo gli altri paesi di non intervenire in tono combattivo. Zhang ritiene che i media mainstream non abbiano colto il «messaggio importante» inviato all’America dal discorso del leader comunista.

READ  In migliaia hanno protestato contro il lockdown a Sydney, molti arrestati

«Quello che avrebbero dovuto dire è che Xi Jinping ha progetti regionali su altri paesi. Quindi quello che stava veramente dicendo è che sta per dichiarare guerra alla regione. Non è stato menzionato», ha detto Zhang, aggiungendo che la maggior parte dei media statunitensi i mezzi di comunicazione mancavano di mezzi di comunicazione.Il contesto in cui si copre la Cina non riesce a catturare un elemento chiave del discorso.

“Xi Jinping ha parlato di come “il Partito Comunista Cinese e il popolo cinese, con il loro coraggio e la loro perseveranza, proclamano solennemente al mondo che il popolo cinese non è solo bravo a eliminare il vecchio mondo, ma anche bravo a costruire un nuovo Paese, «Ha detto Zhang. «Questo è inquietante perché questo risale a ciò di cui Xi Jinping ha parlato per oltre un decennio… che il mondo dovrebbe essere davvero governato dai cinesi. La mia impressione è che questa fosse davvero la frase più importante del discorso e che non abbia «ottenuto attenzione».

La brillante copertura dell’anniversario del Partito Comunista Cinese è arrivata mentre gli Stati Uniti si preparano a celebrare la propria indipendenza il 4 luglio. Zhang pensa che i giornalisti e i critici che glorificano la Cina dovrebbero prendere del tempo per considerare come questo potrebbe influenzare il futuro degli Stati Uniti durante il fine settimana.

La CNN accusata di propaganda cinese dopo aver aumentato i tassi di vaccinazione contro il virus forniti dalla Cina

«Abbiamo media non patriottici in alcun modo in un momento in cui la nostra società è in grave pericolo, e ci sono media cinesi dominati dal Partito Comunista», ha detto Zhang, osservando che i media cinesi sono in gran parte gestiti dallo stato o semplicemente «pubblicano la linea del partito» perché sono obbligati a farlo. .

READ  La Nuova Zelanda allenta il lockdown per il Covid ad Auckland

«Abbiamo media liberi, il che significa che le persone possono fare quello che vogliono, ma il problema è che insegniamo a un’intera generazione che non comprende gli elementi di base della nostra società e del patriottismo», ha detto Zhang.

Tuttavia, l’autore della «Grande guerra tecnica USA-Cina» non incolpa solo i media.

«È una critica alla nostra società», ha detto. Ed è una dinamica che potrebbe portare alla caduta della nostra repubblica».

David Stilwell, che è stato Assistente Segretario di Stato americano per l’Ufficio per gli affari dell’Asia orientale e del Pacifico da giugno 2019 a gennaio, ha cercato di convincere i media statunitensi a fare un lavoro migliore nel coprire la Cina da anni.

«Questa cosa assomiglia molto più all’Unione Sovietica che al grande panda sfocato che dipingono», ha detto Stilwell a Fox News, osservando che la copertura degli Stati Uniti riflette spesso l’agenda promossa dalla Cina.

L’editorialista del New York Times respinge le cose cattive con gli uiguri, afferma che l’America dovrebbe essere più simile alla Cina

«Hanno fatto davvero un ottimo lavoro, in realtà, concentrandosi su ciò che chiamano guerra politica, guerra dell’informazione, entrare nel nostro sistema, spingere il loro messaggio», ha detto Stilwell. «I media si regoleranno meglio… Penso che più di questo, il popolo americano dovrà esigere una qualità più alta e non premiare la cattiva cronaca e il sensazionalismo».

La CNN è stata derisa All’inizio di giugno, ha pubblicato un rapporto che rafforzava i rapporti sui tassi di vaccinazione contro il virus Corona in Cina, senza sembrare mettere in discussione le incredibili statistiche cinesi.

Stillwell è d’accordo sul fatto che molte testate giornalistiche stiano assecondando la Cina a causa degli incentivi economici, ma ritiene anche che alcuni giornalisti siano semplicemente impreparati. Crede che se i media statunitensi passassero più tempo a cercare di capire la Cina prima di lanciarsi nella copertura, Xi e il PCC non sarebbero necessariamente trattati favorevolmente.

READ  Christchurch attacca: il produttore abbandona "They Are Us" mentre le critiche crescono | tiro a Christchurchrch

Le recenti atrocità del Partito Comunista Cinese sono state elencate da un gruppo bipartisan di legislatori, che vanno dall’annessione del Tibet nel 1951 alle «atroci violazioni dei diritti umani» contro gli uiguri nello Xinjiang a partire dal 2017.

«Se effettivamente indagano per più di un’ora, vedranno che questo è Kim Il Sung, un culto della personalità in stile nordcoreano», ha detto Stilwell. «A prima vista sembra buono. Non credo che lo stiano facendo perché si preoccupano particolarmente del comunismo, penso che saltino a quella che sembra una buona notizia».

Un altro problema sollevato da Stilwell riguarda i visti e il timore che il Partito comunista cinese non li possa rivedere come mezzo di ritorsione contro la copertura ritenuta critica o negativa dal governo comunista. Crede che questo possa influenzare la copertura dei giornalisti a Pechino.

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

Stilwell ha anche fatto un’eccezione per il presentatore della NBC News Chuck Todd, che ha affermato il mese scorso che i critici della Cina dovrebbero «fare attenzione a ciò che dicono» a causa dell’aumento dei crimini d’odio contro gli americani asiatici.

«Penso che Chuck Todd dovrebbe vergognarsi di se stesso», ha detto Stilwell. «Dire ai leader americani di autocensurarsi, è il peggior tipo di ruffiano. Per quale altro paese lo faremmo?»

Nemmeno Zhang ha apprezzato il commento di Todd.

«C’è un regime che sta cercando di rovesciare il nostro governo, quindi questo è un eccesso, dobbiamo essere chiari al riguardo, dobbiamo parlarne in tono franco», ha detto Zhang. «Tutti i crimini d’odio sono sbagliati… ma dobbiamo difendere la nostra comunità e dobbiamo essere chiari su questo».

Caitlin McFall, Courtney O’Brien, Edmond Demarche e Joseph A. Wolfson di Fox News hanno contribuito a questo rapporto.