diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Un autobus con a bordo un turista macedone si è schiantato e ha preso fuoco in Bulgaria, uccidendo 45 persone

  • L’autobus stava portando i turisti dalla Turchia a casa in Macedonia del Nord
  • I sopravvissuti sono saltati fuori dall’auto in fiamme
  • 12 bambini tra i morti – funzionario bulgaro
  • «Questa è una grande tragedia» – Primo Ministro della Macedonia del Nord

SOFIA/SKOPJE (Reuters) – Un autobus che trasportava turisti macedoni del nord ha preso fuoco martedì su un’autostrada nella Bulgaria occidentale prima dell’alba, uccidendo almeno 45 persone, tra cui 12 bambini, hanno detto i funzionari.

I funzionari hanno affermato che la causa dell’incidente non era chiara, ma sembrava che l’autobus avesse urtato una barriera sull’autostrada prima o dopo aver preso fuoco.

Il personale dell’ospedale ha detto che sette persone che sono saltate dall’autobus in fiamme sono state portate all’ospedale di emergenza di Pirogov nella capitale bulgara Sofia e sono in condizioni stabili. Si sono ustionati e uno di loro si è rotto.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Il ministero dell’Interno bulgaro ha dichiarato che 45 persone sono morte, rendendolo l’incidente di autobus più mortale nella storia del paese balcanico.

Il ministro degli Interni ad interim Boyko Rashkov ha affermato che i corpi erano «ammassati all’interno, bruciati e ridotti in cenere».

«L’immagine è terrificante e terrificante. Non ho mai visto niente di simile prima», ha detto ai giornalisti sul sito.

L’incidente è avvenuto sull’autostrada Stroma, a circa 30 km a ovest di Sofia, intorno alle 2 del mattino (0000 GMT).

L’autobus stava tornando a Skopje, la capitale della Macedonia del Nord, dopo un viaggio di un fine settimana a Istanbul, un viaggio di circa 800 chilometri (500 miglia).

Il capo del servizio investigativo bulgaro, Borislav Sarafov, ha detto che quattro autobus di un’agenzia di viaggi della Macedonia del Nord sono entrati in Bulgaria lunedì in ritardo dalla Turchia.

READ  Gli srilankesi affrontano "costi non quantificabili" del disastro della nave da carico | Sri Lanka

«Errore umano da parte del conducente o un guasto tecnico sono le prime due versioni dell’incidente», ha detto Sarafov.

piangendo e scioccando

Davanti alla scuola elementare Ismael Qimali di Skopje, gli alunni hanno pianto dopo aver appreso la notizia dell’omicidio di cinque loro compagni di scuola, tutti della stessa famiglia.

«Argen era mio amico. Era un ragazzo molto bravo. Molto gentile. Mi dispiace molto che siano entrambi morti», ha detto a Reuters Blerim Boschi, 11 anni.

Una vista mostra il luogo in cui un autobus con targa della Macedonia del Nord ha preso fuoco su un’autostrada, vicino al villaggio di Posnik, Bulgaria, 23 novembre 2021. REUTERS/Stoyan Ninov

A Sofia, Adnan Yacharovsky, 45 anni, ha detto che sua figlia di 16 anni Zulekha lo ha chiamato per dire che era sopravvissuta all’incidente, e lui è andato a trovarla in ospedale.

«Stava piangendo. Le sue mani sono bruciate, ma a parte questo sta bene», ha detto a Reuters fuori dall’ospedale.

«Non ha detto molto, piangeva ed era sotto shock. L’ho vista solo attraverso la porta a causa del coronavirus, non mi hanno fatto entrare nella stanza».

Alcuni parenti si sono radunati fuori dall’agenzia Besa Trans a Skopje, la cui pagina Facebook ha annunciato voli bisettimanali per Istanbul, che secondo Yasarovsky gestivano il viaggio. L’ufficio è chiuso e non è stato possibile raggiungere i suoi rappresentanti per un commento.

Le riprese televisive hanno mostrato l’autobus in piedi, ma carbonizzato e devastato dal fuoco, nel mezzo di un’autostrada inzuppata di pioggia.

«Questa è una grande tragedia», ha detto ai giornalisti a Sofia il primo ministro della Macedonia del Nord Zoran Zeev, esprimendo le sue condoglianze ai parenti delle vittime.

READ  In migliaia hanno protestato contro il lockdown a Sydney, molti arrestati

Zaev ha detto che tutti i passeggeri provenivano dalla Macedonia del Nord, ma sembrava che includessero un serbo e un belga. Non è chiaro se i due siano tra le vittime o tra i feriti.

Zaev ha detto di aver parlato con uno dei sette sopravvissuti e gli ha detto che i passeggeri stavano dormendo quando sono stati svegliati da un’esplosione.

Ha detto che quelli nella parte posteriore dell’autobus sono riusciti a rompere il finestrino e saltare fuori.

Zaev ha affermato che i passeggeri provenivano da diverse comunità della Macedonia del Nord, un paese di due milioni di abitanti che confina con la Bulgaria e ha una minoranza etnica albanese.

A Skopje, Osman, che è di origine albanese, ha detto a Reuters di essere venuto nell’ufficio dell’agenzia di viaggi con suo fratello e sua sorella per ottenere informazioni sui loro genitori.

«Non sappiamo se erano sull’autobus che si è schiantato o no. Non abbiamo informazioni su di loro. L’agenzia non risponde al telefono. Forse dovremo andare in Bulgaria», ha detto.

Il ministro degli Esteri albanese Ulta Shaka ha affermato che i passeggeri erano di origine albanese nella Macedonia del Nord.

«Grande dolore per la vita di 45 albanesi della Macedonia del Nord durante il tragico incidente in Bulgaria», ha detto su Twitter.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

(Segnalazione di Tsvetiliya Tsolova a Sofia, Segnalazione aggiuntiva di Ivana Sikularak a Skopje; Scritto da Stephen Coates e Jan Lopatka; Montaggio di Simon Cameron Moore, Gareth Jones e Nick McPhee

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.