diciembre 5, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Romelu Lukaku: L’agente discute il ritorno dell’attaccante al Chelsea | notizie di calcio

È la mattina dopo che il Chelsea ha battuto 4-0 il Malmo e in un hotel di West London l’agente di Romelu Lukaku ha valutato i danni.

«Ho lo stesso problema di Romelu ma alla caviglia sinistra», ha detto Federico Pastorello a Sky Sports News, mostrandoci i graffi sulle mani da un infortunio durante la corsa.

Lo sfortunato momento si è verificato poche ore dopo che il suo cliente superstar, Lukaku, ha lasciato lo Stamford Bridge dopo aver sopportato tutto il peso di Lacey Nielsen, ma Pastorello, come l’attaccante belga, è desideroso di andare avanti.

In un’ampia intervista, l’italiano ben vestito discute una serie di argomenti tra cui:

• Perché Antonio Conte era l’allenatore perfetto per Lukaku e perché Thomas Tuchel ha qualità simili.
• I motivi per cui l’attaccante belga ha scelto il Chelsea e qualsiasi altro club che un giorno potrebbe essere un’opzione per lui.
• Perché il Newcastle dovrebbe evitare l’approccio del PSG al calciomercato.
• L’organizzazione degli agenti e perché hanno bisogno di partecipare alle discussioni.

Chelsea «era il suo amore d’infanzia»

Pastorello ha negoziato un accordo da 97 milioni di sterline che ha riportato Lukaku al Chelsea dopo averlo inizialmente venduto all’Everton nel 2014.

«Il mercato ti può dare delle opportunità – ha detto Pastorello -. Lo considero come i treni che passano e quando il treno giusto si ferma nel posto giusto, devi entrare e partire».

«Posso dire che l’estate del 2021 sarà per lui un mercato importante. Tre o quattro grandi club cercavano attaccanti importanti e nel mercato non ce n’era uno per ogni club».

Lukaku è finito di nuovo allo Stamford Bridge, desideroso di avere lo stesso impatto di Didier Drogba, una delle sue muse calcistiche. Non era possibile quando aveva 21 anni, ma ora che ne ha 28, è tornato come attaccante «più maturo».

foto:
Lukaku ha segnato quattro gol in 11 partite da quando è tornato al Chelsea

«Durante la sua ultima stagione al Manchester United, ha sempre tenuto il Chelsea nella testa. E devo ammettere anche al Real Madrid. Questo è un altro sogno per lui in termini di immaginazione della sua carriera, ma il Chelsea è sempre stato il suo obiettivo al 100%, » disse Pastorello.

«Erano il suo amore d’infanzia, quindi c’era sempre il desiderio di tornare. Era una questione di orgoglio. Lo aveva nella testa e nel cuore».

«Si è completato da attaccante lavorando con Conte»

La scorsa stagione, Lukaku ha segnato 42 gol in 58 presenze tra club e nazionale, di cui 30 all’Inter con Antonio Conte. L’influenza di Conte ha contribuito in modo determinante al trasferimento al Milan e un argomento simile si sta sviluppando a Londra.

READ  Marcel Jacobs di Lamont, campione olimpico dei 100 metri, risponde al test positivo di CJ Ujah

Pastorello ha detto: «Due anni di lavoro con Conte lo hanno aiutato. Può segnare da sinistra, da destra e di testa. Si è completato come attaccante lavorando con mister Conte. Ha avuto anche l’opportunità di migliorarsi personalmente».

«Si sentiva desiderato. Questo è quello che non era in grado di provare al Man United. È successo. In realtà è stato un altro motivo per cui ha deciso di venire qui perché il signor Tuchel ha tenuto un discorso davvero fantastico con lui. «

«Gli ha dato la sensazione che lo desiderasse davvero, che fosse l’ultimo pezzo perfetto del puzzle. È così cruciale per un giocatore decidere di entrare in una squadra con un allenatore che lo vuole davvero».

L’attaccante belga ha avuto un impatto immediato sulla sua rimonta, segnando all’Emirates Stadium contro l’Arsenal, prima di aggiungere altro al suo bottino contro Aston Villa e Zenit. Era senza reti in sette partite prima del suo infortunio.

«Le aspettative sono molto alte e quando un giocatore torna al suo livello, la gente pensa che segnerà ogni partita», ha detto Pastorello.

Romelu Lukaku riceve cure per un infortunio (Cal Sport Media tramite AP Images)
foto:
Lukaku si sta attualmente riprendendo da un infortunio alla caviglia

«Lo faceva (al Milan). È molto impegnato quindi non sono preoccupato. Sono sicuro al 100% che senza l’infortunio abbia segnato più di un gol. È nato per segnare».

Thomas Tuchel ha recentemente suggerito che Lukaku fosse mentalmente esausto dopo un’estate passata a giocare a calcio, seguita da una competizione della Nations League. Recupero infortunio unilaterale, il timeout offre l’opportunità di azzerare?

«Se mister Tuchel dice che ne sa più di tutti gli altri perché si allena con lui ogni giorno. La mente e la mente della Rom sono così concentrate con il Chelsea. Si riposerà un po’ ma tornerà con una maggiore voglia di vincere titoli». Pastorello disse.

«Non tutte le partite possono essere giocate allo stesso modo e alcune partite in Premier League hanno un impatto fisico. Romelu è perfetto per entrambi perché è molto intelligente tatticamente, gioca alla grande con i compagni con i gol ma aiuta anche. Ha completato se stesso per diventare un aiutare l’uomo.

«Riesce anche a dare una forza e un impatto fisico incredibili. Ricordi il gol contro l’Arsenal? Ne è stato un grande esempio. Può spiegare entrambe le situazioni durante la partita».

Il compagno di squadra di Lukaku, Malang Sar, è un cliente di Pastorello, quindi cosa gli riserva il futuro dopo l’impressionante debutto nella vittoria sul Brentford all’inizio di questo mese?

READ  Orange County Softball USA vs Italia Olympic Battle معركة

«Sono sicuro che finirà per giocare per questa squadra per la sua mentalità e professionalità, è un uomo umile e bellissimo. È molto concentrato sul raggiungimento del suo obiettivo e il suo obiettivo è quello di essere un giocatore del Chelsea», ha aggiunto Pastorello.

«Il mercato invernale si avvicina quindi decideremo con la società cosa è meglio per lui perché forse ha bisogno di più esperienza prima di tornare ma ne sono sicuro al 100%».

Federico Pastorillo seduto con Paul Gilmore, cronista Sky Sport News
foto:
Federico Pastorillo seduto con Paul Gilmore, cronista Sky Sport News

«Il Newcastle ha un grande potenziale»

Un club che sarà quasi certamente nel miscuglio per i giocatori dopo la loro acquisizione è il Newcastle United. Pastorello, che ha 26 anni di esperienza nel calciomercato, crede che sia importante che facciano bene il progetto.

«Il Newcastle ha un grande potenziale, ma non dovrebbe essere guidato solo dal denaro. Hanno davvero bisogno di investire nel club, di far crescere le strutture e le infrastrutture del club, in termini di servizio. Poi, lentamente, iniziare a investire sui giocatori. Ovviamente hanno bisogno di pagare di più «, ha detto Pastorello. Dal Chelsea, dal Manchester United e da quel tipo di club, ma hanno bisogno di creare un senso di progetto nel tempo».

«Costringere i top player a venire a Newcastle a causa dei soldi è pericoloso perché dopo le prime difficoltà si arrenderanno. È un po’ come il problema che hanno adesso a Parigi. Pagano tanti soldi, più di altri, probabilmente per persuadere perché il campionato non è allo stesso livello della Premier, né della Lega né della Lega.

“Alla fine, se i giocatori si muovono solo per soldi e non per essere felici e per far parte di un progetto, sarà difficile raggiungere un alto livello di successo.

«Newcastle non dovrebbe commettere questo errore. Newcastle non è Parigi in termini di bellezza della città. I ​​sostenitori non dovrebbero fare troppa pressione perché è un progetto molto lento, ad esempio lo fanno a Nizza. Lo stanno facendo in un processo . Stanno creando una base solida.»

Agenti «non responsabili di tutto il male»

Pastorello è membro della Federazione Europea Agenti Calcio e membro del Consiglio Direttivo della Federazione Italiana Agenti Calcio. La FIFA in precedenza aveva affermato che era stato un errore liberare gli agenti nel 2015 e vuole una maggiore trasparenza sulle commissioni degli agenti.

«Non siamo responsabili di tutto ciò che è negativo in questo business e i buoni agenti hanno contribuito a migliorare le cose», ha detto. «Siamo una parte importante di questo business, ma non siamo riconosciuti come parte di esso».

READ  L'atleta italiano di atletica leggera Jacobs afferma che non ci sono contatti con un ex nutrizionista

I protagonisti di questo film sono i giocatori, i club e i tifosi, ma noi ne siamo una parte importante, soprattutto nel mercato dei trasferimenti, che genera la parte più importante degli introiti con i soldi della TV. Dobbiamo rispettarlo.

«Non siamo contrari a trovare la giusta via di mezzo. Con la FIFA stanno davvero cercando di mantenere il loro bellissimo lavoro così com’è e penso che la UEFA sia più aperta.

«Dobbiamo trovare un livello che la commissione non vada oltre, e anche con il problema sociale e il Covid perché c’è una grande crisi. Dobbiamo essere più sensibili perché io non mi opponga».

La FIFA ha dichiarato a Sky Sports News di aver condotto un «solido processo di consultazione» con un gran numero di parti interessate sulla questione. Include la partecipazione alla bozza di regolamento per gli agenti di calcio nel novembre 2020. La FIFA afferma di «non aver ancora ricevuto alcun commento ufficiale sulla bozza di regolamento dalla Federazione europea degli agenti di calcio».

Potrebbe durare ancora per un po’, ma ciò che è più evidente per Pastorello sono alcune clausole nelle trattative contrattuali del giocatore dopo che gli abbiamo chiesto come si potessero limitare gli stili di vita del calciatore in una carriera così breve.

Federico Pastorello
foto:
Pastorello ha detto la sua anche sull’acquisizione saudita del Newcastle

«Non puoi fare alcuni sport estremi», ha detto. «Di solito vengono pagati bene, quindi possono aspettare fino alla fine della loro carriera di sci o di ciclismo! Se vai sullo skateboard potresti perdere sei mesi di campionato».

«I giocatori hanno grandi livelli di professionalità e sanno che non possono sfuggire alle telecamere e ai social media. I giocatori sanno che devono concentrarsi sul loro lavoro».

Pastorello ha un buon rapporto con il Chelsea, lodando la «passione per il club» di Roman Abramovich e ricordando con affetto il tempo trascorso a negoziare con Sir Alex Ferguson.

«Avevamo Patrice Evra, Giuseppe Rossi e per un po’ Nani, e lavorare con Sir Alex è stato come andare all’università», ha detto.

«Avevo 26 o 27 anni e ascoltavo a bocca aperta come faresti con un professore all’università. Era meraviglioso, umile e molto umile per quello che ha fatto. David Gill è stato anche grande come CEO. E ora il club è ancora gestito in un modo fantastico.”

Alla fine della chiacchierata, siamo stati brevemente interrotti dal rumore di un elicottero che passava. Sembra sempre esserci un mezzo di trasporto incluso con Pastorello. Il macchinista del treno di trasporto è sempre sul binario in attesa della prossima opportunità.