agosto 6, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il primo ministro ad interim dell’Armenia rivendica la vittoria con un partito che guida in anticipo alle elezioni parlamentari

  • Pashinyan si aspetta una “maggioranza mascherata”
  • Il governo è sotto pressione dalla guerra del Nagorno-Karabakh dell’anno scorso
  • Il tasso di partecipazione finale è stato del 49,4%.

MOSCA (Reuters) – Il primo ministro in carica dell’Armenia Nikol Pashinyan ha dichiarato la vittoria alle elezioni parlamentari domenica dopo che il suo partito è avanzato al contratto civile in anticipo dopo lo scrutinio dei voti.

Con il 30% dei risultati annunciati, ha riferito l’agenzia di stampa Ria, citando la Commissione elettorale centrale (CEC), che il partito di Pashinyan ha ricevuto il 58,52% dei voti, rispetto al 18,56% della coalizione armena dell’ex presidente Robert Kocharyan.

“Non tutti i voti sono stati ancora contati, ma è chiaro che otterremo una maggioranza convincente”, ha detto Pashinyan, citato da Interfax, nelle prime ore di lunedì mattina.

I media Sputnik hanno riferito che il blocco di Kocharian ha messo in dubbio la credibilità dei risultati iniziali.

I sondaggi di opinione hanno ostacolato entrambe le parti in elezioni anticipate indette dal governo per cercare di porre fine a una crisi politica scoppiata dopo che le forze etniche armene hanno perso una guerra di sei settimane contro l’Azerbaigian lo scorso anno e hanno ceduto la terra nel Nagorno-Karabakh e nei dintorni. La zona.

Da allora, Pashinyan è stato messo sotto pressione, con regolari proteste di piazza che gli chiedevano di dimettersi dai termini dell’accordo di pace che ha posto fine al conflitto. In base all’accordo, mediato dalla Russia, l’Azerbaigian ha ripreso il controllo dei territori che aveva perso durante la guerra all’inizio degli anni ’90.

Lo stesso Pashinyan ha descritto l’accordo come un disastro, ma ha detto che doveva firmarlo per evitare ulteriori perdite umane e territoriali.

READ  Kristina Tymanovskaya: la velocista olimpica bielorussa entra nell'ambasciata polacca dopo aver rifiutato di tornare a casa

Chi forma la maggioranza nel Parlamento del Caucaso meridionale ha il diritto di eleggere il Primo Ministro nominato dal Presidente.

L’RIA, citando l’Ufficio del Procuratore Generale, ha riferito che ci sono state 319 segnalazioni di irregolarità di voto. La Commissione elettorale centrale ha affermato che le elezioni sono state ampiamente in linea con le norme legali.

Il ministero della Difesa ha respinto le accuse secondo cui i soldati sono costretti a votare, affermando che il voto delle reclute nei gruppi è stato sistematicamente vantaggioso e che continua a monitorare il processo di voto.

La RIA ha riportato un’affluenza nazionale del 49,4% quando i sondaggi si sono chiusi alle 16:00 GMT.

interesse internazionale

L’Armenia, che ospita una base militare russa, è uno stretto alleato di Mosca, sebbene Pashinyan, salito al potere sullo sfondo delle proteste di piazza e di un programma anticorruzione nel 2018, abbia avuto rapporti ancora più interessanti con il Cremlino.

Anche la Turchia, che ha sostenuto l’Azerbaigian nel conflitto dello scorso anno, seguirà da vicino.

Kocharian è nato nel Nagorno-Karabakh. Questa enclave è internazionalmente riconosciuta come parte dell’Azerbaigian, ma è stata a lungo rivendicata dai suoi residenti di origine armena.

Kocharyan è stato presidente dell’Armenia dal 1998 al 2008 ed è stato accusato di aver agito illegalmente quando ha imposto lo stato di emergenza nel marzo 2008 dopo un’elezione contestata. Almeno 10 persone sono rimaste uccise nei successivi scontri tra polizia e manifestanti.

In una recente intervista con il canale televisivo russo RT, Kocharyan ha accusato la leadership armena di inerzia durante la guerra dello scorso anno e ha promesso di avviare negoziati sul confine del Nagorno-Karabakh se fosse salito al potere.

READ  La Russia dice che la gente potrebbe rifiutare il suo vaccino. Ma per molti, saranno cacciati se lo faranno

Segnalazione aggiuntiva di Alexandre Marrow. Montaggio di Mark Heinrich

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.