diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il nono pianeta del nostro sistema solare potrebbe essere stato appena scoperto

I dati raccolti nel 1983 mostrano segni di ciò che un astronomo britannico ritiene sia possibile prova di un nono pianeta nel nostro sistema solare. La notizia potrebbe fornire un po’ di conforto alle persone ancora sconvolte per il declassamento di Plutone a pianeta nano.

Michael Rowan Robinson, eminente astronomo e professore emerito di astrofisica all’Imperial College di Londra, ha scoperto che i dati raccolti da un primo telescopio spaziale mostravano un potenziale candidato per la teoria del Pianeta Nove. I dati sono stati ottenuti dalle osservazioni storiche dell’Infrared Astronomy Satellite (IRAS), lanciato nel 1983. È stato il primo osservatorio orbitale a osservare l’intero cielo notturno nello spettro infrarosso.

Possibile prova per il Pianeta Nove trovata in dati antichi

Un’impressione artistica del telescopio spaziale IRAS in orbita intorno alla Terra. Fonte immagine: JPL / NASA

Rowan Robinson ha deciso di fare riferimento ai dati della missione IRAS di dieci mesi per vedere se qualcosa nei dati non fosse stato rilevato. Il professore presta molta attenzione alle cose che si muovono lentamente da una nota all’altra. Ciò gli ha permesso di escludere qualsiasi oggetto in rapido movimento, come comete o asteroidi. Rowan Robinson afferma che i cambiamenti nella posizione dei pianeti candidati potrebbero essere stati dovuti alla parallasse, poiché la Terra orbita attorno al sole causando la modifica degli angoli della posizione dell’IRAS.

Tuttavia, l’astronomo ha esaminato centinaia di fonti nei dati e tre osservazioni fatte nel giugno, luglio e settembre del 1983 hanno attirato la maggior parte del suo interesse. Le osservazioni hanno suggerito che il nuovo pianeta potrebbe essere da tre a cinque volte più grande della Terra. Può orbitare intorno al sole a una distanza di 225 volte dal nostro pianeta natale.

READ  Studio sui virus a ferro di cavallo dei pipistrelli legati al COVID

Continua ricerca del nono pianeta

Nettuno
Il pianeta Nettuno catturato dal telescopio spaziale Hubble. Fonte immagine: NASA / ESA / STScI / MH Wong (Università della California, Berkeley) / LA Sromovsky / PM Fry (Università del Wisconsin-Madison)

Sfortunatamente, Rowan Robinson ha ammesso in documento di ricerca recente Quelle note non sono di alta qualità. Ciò è dovuto al fatto che la regione del cielo in cui sono stati catturati è costituita da filamenti di gas noti come cirri. Questi gas simili a nuvole rendono difficile leggere chiaramente le note. Ha anche notato che un recente rilevamento del cielo da parte dei telescopi Pan-STARRS alle Hawaii non è riuscito a registrare l’oggetto. Ciò potrebbe indicare che il nono pianeta che pensava di aver scoperto non fosse reale.

Ha anche raccomandato agli astronomi di controllare le orbite dei pianeti nani oltre Plutone. Questi controlli potrebbero spiegare le osservazioni che ha visto.

«Il candidato si trova su un’orbita completamente incompatibile con le nostre previsioni del Pianeta Nove e non sarebbe in grado di distorcere gravitazionalmente il lontano sistema solare nei modi che abbiamo suggerito. Ma, ovviamente, ciò non significa che lo sia» t reale», ha osservato lo scienziato planetario Mike Brown, in a Tweet thread.

«Significa solo che sarebbe stata una scoperta fortuita di qualcosa durante la ricerca del nono pianeta. Plutone è successo allo stesso modo. Tombaugh stava cercando il pianeta X di Lowell (che non c’era) e per caso ha trovato Plutone. Plutone non era il atteso decimo pianeta.»

Lo spazio continua a fornirci nuovi enigmi da esplorare. Gli scienziati hanno recentemente scoperto che un asteroide potrebbe essere un parte della luna. Per ora, tuttavia, Planet Nine – se mai è esistito – rimane inafferrabile.