septiembre 21, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il centro della Via Lattea sembra un’opera d’arte

Il telescopio spaziale Hubble della NASA ha fornito così tante immagini sorprendenti di oggetti e strutture nello spazio che è facile dimenticare che la NASA ha un gran numero di altri scanner spaziali che fanno gli straordinari per fare nuove scoperte. Uno di questi è l’Osservatorio a raggi X Chandra che, come puoi dire per nome, rileva l’energia dei raggi X nello spazio. È stato progettato per durare quasi cinque anni nello spazio, ma ha già superato i 21 e sta per celebrare il suo 22 ° anniversario in due mesi.

Chandra è uno strumento molto potente perché può ignorare la luce visibile e andare più in profondità nella nostra galassia della Via Lattea rispetto ai telescopi che vedono bande di luce visibile o raggi ultravioletti. In concomitanza con le osservazioni effettuate dal radiotelescopio MeerKAT in Sud Africa, gli scienziati che utilizzano i dati di Chandra hanno fornito una vista del centro della Via Lattea. È semplicemente fantastico.

L’immagine che vedi sopra (e la versione completa sotto) è il centro della galassia. È il gruppo di corpi al centro della galassia attorno a cui ruota il nostro sole e porta con sé tutte le creature più piccole. Se sembra una sorta di pittura artistica, è perché Chandra raccoglie raggi X con colori diversi e il telescopio MeerKAT riempie le sue scoperte in grigio e magenta. Questo gruppo di energia, gas e campi magnetici è chiamato filamento.

La splendida immagine è stata rilasciata come parte di un nuovo studio di Q. Daniel Wang dell’Università del Massachusetts ad Amherst. Wang si è concentrato su quest’area per comprendere meglio il tempo galattico, che è il flusso di energia in tutta la galassia.

READ  Un visitatore celeste condannato potrebbe essere un pezzo di una cometa preistorica

“Un nuovo studio dei raggi X e delle proprietà radio di questo filamento di K. Daniel Wang dell’Università del Massachusetts ad Amherst indica che queste caratteristiche sono collegate tra loro da sottili strisce di campi magnetici”, ha scritto la NASA. “Questo è simile a quanto osservato in un argomento studiato in precedenza. Queste bande possono essersi formate quando i campi magnetici allineati si sono scontrati in direzioni diverse e si sono attorcigliati l’uno intorno all’altro in un processo chiamato riconnessione magnetica. Questo è simile al fenomeno che spinge energico particelle lontane dal sole ed è responsabile dell’erosione dello spazio che a volte colpisce la Terra “.

La ricerca stessa è importante a causa dell’impatto che il clima spaziale può avere sulla Terra e su altre piante nelle nostre immediate vicinanze, nonché per la tecnologia umana inviata nello spazio. Imparare di più sulla meteorologia spaziale sarà vitale quando gruppi come la NASA saranno pronti per iniziare a inviare esseri umani in luoghi come Marte, dove la meteorologia spaziale può influenzare gravemente quei voli. Il vantaggio aggiuntivo è che le immagini generate con questi dati sono piuttosto impressionanti, fornendoci uno sguardo senza precedenti su parti della nostra galassia principale che non possono essere viste in nessun altro modo.

Le migliori offerte di oggi

  1. Questa pazza tenda mimetica su Amazon è trasparente all’interno e mi fa male il cervello

  2. Il nuovo purificatore d’aria Wi-Fi intelligente di Amazon è diverso da qualsiasi cosa tu abbia visto prima

  3. Le offerte Prime Day Roomba compaiono presto su Amazon, con prezzi a partire da $ 199,99

  4. Saldi del Memorial Day 2021: le nostre 10 offerte preferite su Amazon

READ  Immersioni suburbane dal Cockatoo Cockatoo di Sydney | Notizie dall'Australia

Guarda La versione originale di questo articolo è sul sito BGR.com