julio 31, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Un nuovo rapporto afferma che il mercato immobiliare statunitense ha bisogno di 5,5 milioni di unità in più

La costruzione di nuove case negli ultimi 20 anni è scesa di 5,5 milioni di unità al di sotto dei livelli storici a lungo termine, secondo un nuovo rapporto della National Association of Realtors, che chiede una risposta politica “una volta in una generazione”.

La lobby industriale ha affermato di sperare che il rapporto, pubblicato mercoledì, convincerà i legislatori a includere gli investimenti immobiliari In qualsiasi pacchetto di infrastruttura.

I costruttori statunitensi hanno aggiunto in media 1,225 milioni di nuove unità abitative ogni anno dal 2001 al 2020, secondo il rapporto preparato da Rosen Consulting Group LLC per NAR. Questo numero è sceso dalla media annuale di 1,5 milioni di nuove unità dal 1968 al 2000.

Condividi i tuoi pensieri

Hai provato a comprare casa quest’anno? Com’è stata la tua esperienza? Partecipa alla conversazione qui sotto.

Il rapporto afferma che il deficit di 5,5 milioni di unità comprende circa due milioni di case unifamiliari, 1,1 milioni di unità in edifici da due a quattro unità e 2,4 milioni di unità in edifici di almeno cinque unità.

“La portata del problema è molto ampia”, ha affermato David Bank, vicepresidente di Rosen Consulting Group e uno degli autori del rapporto. “Abbiamo bisogno di prezzi accessibili [housing], abbiamo bisogno del prezzo di mercato, abbiamo bisogno di una famiglia, abbiamo bisogno di più famiglie. “

Il rapporto afferma anche che dal 2010 al 2020 la costruzione di nuove case è stata di 6,8 milioni di unità in meno del necessario per far fronte alla crescita della formazione familiare e per sostituire le unità obsolete o distrutte da disastri naturali.

READ  Apple e Microsoft Lead Market Rally; Scatta, aumenta i profitti su Twitter, aumenta il business quotidiano degli investitori concorrenti

L’offerta limitata è stata l’ultima mossa Aumento dei prezzi delle case Per affittuari e acquirenti di case, insieme a una forte domanda. Prezzo medio della casa esistente In aumento del 19% rispetto all’anno precedente a $ 341.600 ad aprile, un livello record, secondo NAR.

La carenza di approvvigionamento è diventata particolarmente acuta nell’ultimo anno. I costruttori hanno rallentato la costruzione in alcune aree la scorsa primavera e Acquisti di terreni in ritardo a causa della pandemia di Covid-19. Inoltre, tassi di interesse ipotecari più bassi e un aumento del telelavoro hanno aumentato la domanda di abitazioni unifamiliari. Molti proprietari di case hanno posticipato o annullato i piani per mettere in vendita le loro case.

Il mercato ipotecario statunitense include alcuni dei principali attori che svolgono ruoli importanti in questo processo. Ecco cosa dovrebbero capire gli investitori e i rischi che corrono quando investono nel settore. Telis Demos di WSJ spiega. Foto: Getty Images / Martin Barraud

Il numero di case esistenti sul mercato è sceso a 1,03 milioni di unità alla fine di gennaio, un record che risale al 1982, secondo NAR. L’inventario domestico esistente ammontava a 1,16 milioni di unità alla fine di aprile, in calo del 20,5% rispetto all’anno precedente.

Gli economisti immobiliari differiscono nelle loro stime dell’equilibrio tra domanda e offerta. In uno studio condotto all’inizio di quest’anno, la società di finanziamento ipotecario Freddie Mac ha stimato che il deficit nazionale per le case unifamiliari Si è attestato a 3,8 milioni di unità alla fine del 2020.

Il consulente industriale John Burns ha affermato che, secondo le sue stime, gli Stati Uniti hanno un deficit inferiore a 1 milione di case. “La nostra popolazione adulta non sta crescendo così velocemente come una volta”, ha affermato Burns, CEO di John Burns Real Estate Consulting LLC. “Non abbiamo bisogno di costruire così tanto”, ha detto, rispetto ai decenni precedenti al 2000.

La costruzione di nuove case è aumentata nei primi anni 2000 durante il boom immobiliare. Quindi l’attività di costruzione è diminuita durante la recessione del 2007-2009 ed è rimasta bassa per anni quando i costruttori hanno smesso di lavorare e i lavoratori hanno lasciato l’industria.

I costruttori hanno accelerato il ritmo nel 2020 in risposta alla forte domanda. La costruzione di case, una misura dell’attività di costruzione di case, è aumentata lo scorso anno a 1,38 milioni di unità, il tasso più alto dal 2006. Ma la carenza di manodopera, terreni pronti e materiali ha limitato il ritmo di crescita delle costruzioni, affermano i costruttori.

Oltre il 90% dei costruttori di case intervistati dalla National Association of Home Builders a maggio ha segnalato carenze di hardware e legname per telai.

Per ridurre la carenza di offerta, i costruttori dovranno superare il ritmo storico medio a lungo termine di 1,5 milioni di unità all’anno, secondo un rapporto NAR. Con 2,1 milioni di unità all’anno, vicino al livello raggiunto nel 2005, ci vorrebbe un decennio per colmare il divario di 5,5 milioni di unità, afferma il rapporto.

Il NAR chiede una serie di risposte politiche per aumentare l’offerta di alloggi, compresa l’espansione del programma di credito d’imposta sugli alloggi in affitto per le persone a basso reddito, incoraggiando Ristrutturazione di beni danneggiati e fornire incentivi alle città e agli stati per ridurre le restrizioni normative sulla densità abitativa. L’associazione sostiene inoltre la riconversione di edifici commerciali ad uso residenziale.

Alcune di queste idee sono state incluse nella proposta infrastrutturale del presidente Biden.

Secondo un rapporto del NAR, espandere la costruzione di nuove case a più di 2 milioni di unità all’anno per 10 anni creerebbe 2,8 milioni di nuovi posti di lavoro e genererebbe più di 400 miliardi di dollari di attività economica.

News CorpE il

Proprietario del Wall Street Journal, gestisce anche Realtor.com su licenza della National Association of Realtors.

scrivere a Nicole Friedman a [email protected]

Copyright © 2020 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8