septiembre 17, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Politico viene acquisito dall’editore tedesco Axel Springer

Politico, il sito di notizie di Washington che ha prosperato per anni in cui i professionisti di Beltway divorano pale e reportage interni in stile baseball, avrà un nuovo proprietario.

Il gigante dell’editoria tedesco Axel Springer ha accettato di acquistare Politico in un accordo annunciato giovedì che potrebbe cambiare il panorama dei media a Washington.

Le due società hanno affermato che Springer assumerà il controllo di Politico e del suo sito gemello Politico Europe, nonché del sito di notizie tecnologiche di Politico, Protocol, un’impresa relativamente nuova. Due fonti che hanno familiarità con la questione hanno affermato che l’accordo, che dovrebbe essere completato entro la fine dell’anno, ha un valore di oltre 1 miliardo di dollari. New York Times menzionato La scorsa settimana, il proprietario di Politico, Robert Albritton, stava cercando 1 miliardo di dollari per l’accordo. Le società non hanno rivelato i termini finanziari.

Il CEO di Springer Matthias Dobfner ha descritto Politico come una “società di media premium” che ha “sconvolto il giornalismo politico digitale”. Ha aggiunto l’importanza di preservare “l’indipendenza editoriale e la comunicazione imparziale” di Politico.

Mr. Allbritton, che ha contribuito a fondare Politico nel 2007, rimarrà l’editore del sito e opererà separatamente da Springer. “Arrivo a questo traguardo con un senso di soddisfazione che spero tutti condivideranno con Politico”, ha detto in una nota. Ha anche preso a botte gli altri nello spazio dei media digitali: “Ci siamo concentrati sul business piuttosto che sul vantarci, e ciò a cui aspirano molti concorrenti, una pubblicazione costantemente redditizia che sostenga la vera eccellenza giornalistica, l’abbiamo raggiunto”.

Le persone, che hanno parlato a condizione di anonimato perché le conversazioni erano private, hanno affermato che Albritton e Springer erano in trattative da diversi mesi su una potenziale acquisizione. Politico, che genera circa $ 200 milioni di entrate all’anno, è stato costantemente redditizio. Il sito è gratuito e la sua newsletter di punta, Playbook, è ampiamente letta dai mediatori di potere a Washington. Politico Pro, un servizio in abbonamento di alta qualità, genera più della metà delle entrate annuali dell’azienda.

READ  Bezos dà il via al primo lancio dell'equipaggio di Blue Origin: come guardare la trasmissione in diretta

Con un valore di oltre 1 miliardo di dollari, l’accordo è una delle fusioni mediatiche più costose nella memoria recente, equivalente a cinque volte le vendite annuali di Politico. BuzzFeed, Uno dei più grandi editori digitali nel paese di recente Annuncia un accordo finanziario Ciò lo renderebbe pubblico con una valutazione di $ 1,5 miliardi, o circa tre volte le sue entrate annuali.

Springer sta cercando accordi negli Stati Uniti per espandere il proprio portafoglio. L’editore è particolarmente attratto dal business delle notizie in abbonamento. Dopo che Springer ha acquisito Business Insider per circa 500 milioni di dollari nel 2015, ha rimodellato l’azienda in un punto vendita di notizie in abbonamento e ha messo le sue pale dietro un firewall. (Per questo accordo, Springer ha pagato quasi nove volte le entrate di Business Insider.) L’anno scorso, la società ha acquisito quota di controllo Al Morning Brew, un editore di newsletter.

L’iscrizione a Politico lo ha reso un obiettivo più attraente per Springer. L’editore tedesco aveva già una partnership con Politico come comproprietario di Politico Europe. Springer stava cercando di espandere Politico Europe, ma non poteva farlo senza l’approvazione di Mr. Albritton.

L’accordo con Politico Springer dovrebbe essere cancellato Parla per acquisire Axios, una startup di notizie rivale fondata da Jim Vandehy, Mike Allen e Roy Schwartz, tutti veterani di Politico. (Mr. Vandehy e John F. Harris La politica è iniziata nel 2006 dopo aver lasciato il Washington Post).

Mr. Allbritton ha perso alcuni dei più grandi giornalisti del suo nome negli ultimi anni, sia per il suo concorrente che per le startup. Il panorama dei media è cambiato radicalmente e la cosiddetta economia del talento ha permesso a giornalisti famosi di avviare un’attività in proprio. Quest’anno, tre dei migliori dipendenti di Politico – Jake Sherman, Anna Palmer e John Bresnahan – se ne sono andati. Per iniziare Punchbowl NewsUn sito di notizie in competizione. Il signor Sherman e la signora Palmer erano le note mani dietro la newsletter di Playbook.

READ  Gravi interruzioni della metropolitana a seguito dell'aumento di corrente di New York City

A febbraio, l’amministratore delegato di Politico annunciare Se ne sta andando, e a giugno, Carrie Budoff Brown, un veterano editore di Politico, ha detto che è… se ne andrà Per partecipare a NBC News. Quasi 400 giornalisti di Politico sono anche alle prese con sforzi sindacali che possono aumentare notevolmente il costo del lavoro. Non è chiaro come Springer affronterà i crescenti problemi del lavoro.

Per il signor Albritton, l’accordo significa un enorme giorno di paga personale. La sua famiglia ha già guadagnato circa 500 milioni di dollari dopo che Mr. Albritton Ha venduto il suo impero televisivo al Sinclair Broadcast Group nel 2013.