octubre 26, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La provincia cinese della Rust Belt avverte di ulteriori carenze nella crisi energetica

Una foto del camino di una centrale elettrica a carbone in Cina a Shenyang, provincia di Liaoning, Cina, il 29 settembre 2021. REUTERS/Tingshu Wang

PECHINO (Reuters) – La più grande economia regionale della cintura arrugginita della Cina nordorientale ha avvertito lunedì di un peggioramento della carenza di elettricità nonostante gli sforzi del governo per aumentare l’approvvigionamento di carbone e gestire l’uso dell’elettricità sulla scia della crisi energetica post-epidemia che ha colpito diversi paesi.

La crisi energetica che attanaglia la seconda economia mondiale e il più grande esportatore mondiale dovrebbe durare fino alla fine dell’anno, con analisti e operatori che prevedono un calo del 12% del consumo di energia industriale nel quarto trimestre a causa delle aspettative di minori forniture di carbone . Questo inverno.

La provincia di Liaoning ha emesso il secondo livello di allerta più alto per la carenza di energia elettrica per la quinta volta in due settimane lunedì, avvertendo che la carenza potrebbe raggiungere quasi 5 gigawatt.

Il Liaoning, la più grande economia e il più grande consumatore di energia tra le tre province che compongono la regione industriale cinese della Rust Belt, è stata colpita da diffusi blackout da metà settembre. Un avviso di livello 2 indica una mancanza di alimentazione equivalente al 10-20% della richiesta totale di energia.

La ripresa dell’attività economica globale con l’abolizione delle restrizioni sul coronavirus ha messo in luce la carenza di carburante per la produzione di energia in Cina e in altri paesi, lasciando le industrie e i governi in difficoltà mentre l’emisfero settentrionale si avvicina all’inverno. Per saperne di più

“La più grande carenza di energia potrebbe raggiungere i 4,74 gigawatt l’11 ottobre”, afferma una nota emessa dal dipartimento responsabile dell’industria della provincia.

READ  Gigante dei media tedeschi: se sei anti-Israele, non lavorare con noi

Ha aggiunto che un ordine per ridurre il consumo di energia è stato emesso alle 6 del mattino (2200 GMT di domenica).

La provincia ha anche emesso avvisi di livello due per ciascuno degli ultimi tre giorni di settembre, quando la carenza di energia giornaliera ha raggiunto i 5,4 gigawatt, lasciando centinaia di migliaia di case senza elettricità e costringendo le fabbriche a sospendere la produzione.

Il calo della produzione delle centrali elettriche è avvenuto sulla scia della contrazione dell’offerta e dell’aumento dei prezzi del carbone, che viene utilizzato per generare oltre il 70% dell’elettricità della regione.

Un giornale sostenuto dalla provincia ha riferito che i parchi eolici sono stati interrotti da venti lenti. I dati del National Bureau of Statistics hanno mostrato che l’energia eolica ha rappresentato l’8,2% della produzione di energia del Liaoning nel 2020.

Carenza di carbone

La crisi energetica, che ha portato a carenze di carburante e blackout in alcuni paesi, ha evidenziato la difficoltà di ridurre la dipendenza dell’economia globale dai combustibili fossili mentre i leader mondiali cercano di rilanciare gli sforzi per affrontare il cambiamento climatico nei colloqui del mese prossimo a Glasgow. Per saperne di più

La Cina controllerà rigorosamente i progetti di generazione di energia a carbone e “limiterà rigorosamente” l’aumento del consumo di carbone durante il 14° piano quinquennale dal 2021 al 2025 con una graduale riduzione dei consumi nel prossimo piano quinquennale, il vicepremier Han Zheng In una dichiarazione congiunta rilasciata lunedì dopo il dialogo Cina-UE sull’ambiente e il clima.

Gli analisti di ING hanno dichiarato lunedì in una nota ai clienti che la Cina sta adottando misure per cercare di alleviare il malessere nel mercato nazionale del carbone spingendo le miniere nazionali ad aumentare la produzione.

READ  North Carolina inclusa nell'ultima traccia di previsione dell'uragano Elsa :: WRAL.com

La provincia dello Shanxi e la Mongolia interna, due dei maggiori produttori di carbone della Cina, hanno ordinato a più di 200 delle loro miniere di espandere la capacità di produzione e dare priorità alle forniture di carbone alle centrali elettriche nelle province nord-orientali, tra cui Liaoning. Per saperne di più

Tuttavia, circa 60 miniere di carbone nella provincia dello Shanxi, la più grande provincia mineraria della Cina, sono state chiuse e diverse ferrovie sono state interrotte da venerdì dopo che le piogge torrenziali hanno provocato inondazioni. Il governo dello Shanxi non ha rivelato la capacità di produzione di queste miniere chiuse.

Nel frattempo, gli elevati costi del carbone continuano a esercitare pressioni sui servizi di pubblica utilità. I futures sul carbone termico della Cina sono aumentati dell’8% a un limite massimo giornaliero di scambi poco dopo l’inizio delle negoziazioni di lunedì.

Più del 70% delle centrali elettriche a carbone in Cina stanno subendo perdite a causa dell’aumento dei costi del carbone, hanno detto gli analisti di Citi in una nota venerdì.

“I tagli all’elettricità in Cina si aggiungeranno alle pressioni economiche, pesando sulla crescita del PIL per il 2022. I rischi per le prospettive del PIL potrebbero essere maggiori man mano che le interruzioni della produzione e delle catene di approvvigionamento continuano”, afferma un rapporto di Moody’s Investors Service.

La Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma (NDRC), pianificatore statale cinese, ha dichiarato lunedì che sta esortando le compagnie energetiche ad aumentare le scorte di carbone. Martedì alle 10:30 (0230 GMT) terrà un comunicato stampa sui costi dell’elettricità a carbone.

La Cina ha dichiarato la scorsa settimana che consentirà ai prezzi dell’energia alimentata a carbone di fluttuare fino al 20% dei livelli di base, invece del 10-15% in precedenza. Per saperne di più

READ  La musica vietata sull'isola greca di Mykonos nelle nuove restrizioni COVID-19

Report aggiuntivo di Moyo Shaw e Shivani Singh Report aggiuntivo di David Stanway Montaggio di: Tom Hogg, Simon Cameron Moore e David Goodman

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.