diciembre 6, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La fretta francese per ottenere le vaccinazioni dopo che gli è stato detto che ne avranno bisogno per andare nei caffè: aggiornamenti sul coronavirus: NPR

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato lunedì che la vaccinazione contro il COVID-19 è una questione di responsabilità individuale. La sua nuova politica richiederà uno speciale «permesso sanitario» per chiunque desideri visitare i ristoranti.

Screengrab di NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Screengrab di NPR

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato lunedì che la vaccinazione contro il COVID-19 è una questione di responsabilità individuale. La sua nuova politica richiederà uno speciale «permesso sanitario» per chiunque desideri visitare i ristoranti.

Screengrab di NPR

Un numero record di cittadini francesi ha prenotato le vaccinazioni lunedì, dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che da agosto chiunque desideri visitare caffè, bar o centri commerciali deve mostrare una «tessera sanitaria» che confermi di essere stato vaccinato o di essere risultato negativo di recente al COVID. – 19.

«Prendi il vaccino!» Il presidente ha detto in indirizzo diretto alla nazione, avvertendo di un’ondata di nuovi coronavirus alimentata da una variante delta in rapida diffusione.

Molti francesi hanno ricevuto il messaggio forte e chiaro. Lunedì, 926.000 persone hanno prenotato la loro prima dose attraverso la piattaforma medica online Doctolib – un «record assoluto», Il sito dice. Altre centinaia di migliaia hanno continuato a prenotare slot martedì.

Macron ha affermato che la vaccinazione è «l’unico modo per tornare alla vita normale». Lo chiamava «il nostro scudo collettivo».

La nuova policy rende inoltre obbligatorie le vaccinazioni o un recente test negativo per:

  • Chiunque lavori in case di cura e di cura o abbia contatti con persone a rischio, con scadenza a metà settembre.
  • Chiunque abbia compiuto i 12 anni e voglia visitare un parco a tema o assistere a uno spettacolo, un concerto o un festival, a partire dal 21 luglio.
READ  Shanghai Disneyland chiude e 30.000 testati, più dei casi COVID: NPR

Macron afferma che la Francia dovrà convivere con il virus

La Francia ha celebrato il ritorno di ristoranti e caffè il mese scorso, con la fine di mesi di ordini di blocco e l’allentamento del coprifuoco notturno. Lo stato ha anche riaperto un’industria turistica vitale, ma i funzionari affermano che un ritorno agli affari come al solito dipende dalle persone che adottano la vaccinazione.

«È una questione di responsabilità individuale e senso di spirito collettivo», ha detto Macron nel suo discorso. «È anche ciò da cui dipende la nostra libertà per tutti».

In un altro cambiamento, a partire dall’autunno, i test COVID-19 non saranno gratuiti a meno che non siano prescritti da un medico, una strategia intesa ad allontanare le persone dal fare affidamento su frequenti test COVID-19 negativi per dimostrare che non comportano rischi per la salute degli altri.

Macron non ha emesso nuovi ordini di blocco, ripetendo invece che il pubblico francese dovrà «convivere con il virus», probabilmente almeno per una parte del 2022.

Meno della metà del paese è stata vaccinata

Il tasso di nuovi casi in Francia è attualmente ben al di sotto del grande picco secondario che si registra in primavera. ma solo in giro Il 37% del paese è stato vaccinatoVarianti del virus corona Prevalente nei test di screeningMacron e altri funzionari affermano che il recente aumento dei casi è un avvertimento che il Paese è ancora una volta a rischio di vedere il suo sistema sanitario sopraffatto da nuovi casi di COVID-19.

Molti dei nuovi casi provengono da giovani, in particolare quelli di età compresa tra 15 e 44 anni, secondo il Paese ministero della Salute.

READ  La Cina sta cercando di tenere il branco di elefanti fuori dalla città di 7 milioni

La Francia ha segnalato oltre 5,8 milioni di casi di COVID-19, secondo i dati della Johns Hopkins University, la quarta più infettata al mondo. Più di 111.000 persone sono morte a causa della malattia nel paese.