noviembre 30, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il petrolio scivola nonostante l’OPEC+ si attesti a un aumento moderato, le scorte USA in calo

I serbatoi di petrolio e gas sono visti in un magazzino petrolifero in un porto di Zhuhai, Cina, 22 ottobre 2018. REUTERS/Aly Song/file Photo

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

  • L’OPEC+ si attiene al previsto aumento della produzione nonostante il rialzo del prezzo del petrolio
  • Il greggio statunitense, le azioni di distillati in calo – EIA
  • Gli Stati Uniti spostano le truppe nell’Europa orientale per proteggere la NATO

NEW YORK, 2 febbraio (Reuters) – I prezzi del petrolio sono scesi mercoledì anche dopo che l’OPEC+ ha mantenuto i previsti aumenti moderati della produzione nonostante le pressioni dei principali consumatori per aumentare rapidamente la produzione dopo che i prezzi sono saliti ai massimi del 2014.

Il greggio Brent è sceso di 7 centesimi a $ 89,09 al barile alle 12:15 EST (1715 GMT) mentre il greggio US West Texas Intermediate è sceso di 25 centesimi, o 0,3%, a $ 87,95.

Il benchmark globale Brent è rimasto a una distanza impressionante di $ 90 da diversi giorni, sostenuto dalle continue preoccupazioni per la scarsa offerta tra i principali produttori mondiali e la domanda in costante aumento. Venerdì, entrambi i benchmark hanno raggiunto il loro massimo da ottobre 2014, con il Brent che ha toccato $ 91,70 e il greggio statunitense che ha raggiunto $ 88,84.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Il mercato non è stato in grado di spingere al rialzo, portando gli analisti a credere che i venditori siano intervenuti per prendere profitti a questi livelli nonostante i fondamentali rialzisti.

«C’è molta resistenza vicino a $ 90, quindi abbiamo visto una certa presa di profitto», ha affermato Phil Flynn, analista del Price Futures Group di Chicago. «Penso che stiamo vedendo il mercato ritirarsi perché è salito un po’ troppo in alto e troppo velocemente».

READ  Alaska Airlines ha cancelado más de 120 vuelos con una sentada para pilotos

Le scorte di greggio statunitensi sono diminuite di 1 milione di barili la scorsa settimana, contro le aspettative di un aumento, mentre anche le scorte di distillati sono diminuite a causa della forte domanda sia a livello nazionale che nei mercati di esportazione.

Il mercato si è anche scrollato di dosso l’accordo dell’OPEC+ di attenersi a incrementi moderati della sua produzione di petrolio con il gruppo già in difficoltà per raggiungere gli obiettivi esistenti e diffidente nel rispondere alle richieste della sua ridotta capacità di ottenere più greggio da parte dei principali consumatori per limitare l’aumento dei prezzi. Per saperne di più

L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio e gli alleati, inclusa la Russia, nota come OPEC+, sono rimasti fedeli ai piani concordati in precedenza per aumentare la produzione di 400.000 barili al giorno.

Il gruppo ha accusato l’aumento dei prezzi dell’incapacità delle nazioni consumatrici di garantire investimenti adeguati nei combustibili fossili mentre si spostano verso un’energia più verde.

Diverse fonti dell’OPEC+ hanno anche affermato che i prezzi sono stati spinti al rialzo dalle tensioni Russia-USA che hanno alimentato i timori che le forniture di energia all’Europa possano essere interrotte. Washington ha accusato Mosca di voler invadere l’Ucraina, cosa che la Russia, il secondo produttore mondiale di petrolio, nega.

Gli Stati Uniti hanno dichiarato mercoledì che invieranno quasi 3.000 soldati in Polonia e Romania nei prossimi giorni per rafforzare gli alleati della NATO dell’Europa orientale mentre l’alleanza continua a impegnarsi in sforzi diplomatici con il presidente russo Vladimir Putin per disinnescare la crisi. Per saperne di più

Si prevede che una grande tempesta invernale colpirà gran parte degli Stati Uniti centrali e si estenderà a parti del nord-est questa settimana, portando forti nevicate, pioggia gelata e ghiaccio, ha affermato lunedì il National Weather Service.

READ  I futures su azioni ingannano gli investitori, creando opportunità di acquisto

La tempesta arriva giorni dopo un’esplosione invernale mortale e potrebbe aumentare i prezzi del petrolio, soprattutto perché alcune regioni sostituiscono il gas naturale dove l’offerta potrebbe essere scarsa. Per saperne di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di David Gaffin; Rapporti aggiuntivi di Julia Payne e Noah Browning; Montaggio di Marguerita Choy e Will Dunham

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.