diciembre 8, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il CEO di Volkswagen Herbert Diess ha invitato Elon Musk a parlare di come Tesla è stata rapidamente innovata

Herbert Diess, CEO di Volkswagen, ha invitato Elon Musk, CEO di Tesla, a convocare una conferenza interna con 200 dirigenti VW nel tentativo di stimolare più innovazione dalla sua azienda.

La VW Executive Conference si è tenuta ad Alpbach, in Austria, e ha incluso una conferenza di Erin Meyer, autrice e professoressa di affari, e «ospite a sorpresa» Musk, che si è unita alla conferenza tramite collegamento video. I commenti di Musk sono stati i primi Segnalato da Handelsblatt e più tardi confermato da dis.

L’obiettivo della conferenza era quello di coinvolgere i dirigenti Volkswagen nei massicci cambiamenti che Volkswagen dovrà apportare per far fronte all’evoluzione dell’industria automobilistica. Diess si è reso conto che la Volkswagen «ha fatto molte cose giuste in passato, la Volkswagen è forte nel vecchio mondo, ma non c’è alcuna garanzia per il nuovo mondo». Vuole che la Volkswagen prenda «decisioni più rapide, meno burocrazia, più responsabilità».

Ad esempio, Mayer ha parlato del passaggio di Netflix dal DVD allo streaming alla produzione di contenuti e Diess ha parlato con Musk del motivo per cui Tesla è più intelligente dei suoi concorrenti. Secondo quanto riferito, Musk ha risposto che Tesla è più intelligente a causa del suo stile di gestione e perché è prima di tutto un ingegnere, che si concentra su catene di approvvigionamento, logistica e produzione.

READ  Bitcoin, Ethereum e Dogecoin tutti in territorio negativo all'inizio di sabato

Diess ha fornito l’esempio che Tesla era in grado di gestire meglio l’attuale carenza globale di chip rispetto al resto dell’industria automobilistica perché i loro team di software hanno riscritto il software di Tesla in sole 2-3 settimane, consentendo l’utilizzo di chip diversi.

I due amministratori delegati si sono incontrati in passato e sembrano andare d’accordo. Musk ha dichiarato di ritenere che la Volkswagen possa riuscire a passare alle auto elettriche ed entrambi considerano l’altra società il loro «più forte concorrente». Dis ha anche detto che ha intenzione di visitare Tesla Gigafactory Berlino Presto a Grunheide.

Altre case automobilistiche hanno avuto difficoltà in passato a convincere i massimi dirigenti a passare ai veicoli elettrici. Un esempio notevole è stato l’ex CEO di BMW Harald Krueger, che è diventato CEO nel 2015. Ha avuto una visione per espandere l’offerta elettrica di BMW, ma ha dovuto affrontare una significativa resistenza interna da parte dei dirigenti BMW, secondo fonti all’interno della divisione elettrica di BMW. Nel 2019, Krueger si è dimesso da amministratore delegato, citando la sua incapacità di catalizzare la transizione dei veicoli elettrici di BMW.

prendi elettrico

Qui in Electrek siamo sempre stati nel «Team Elettrico». Mentre si discute molto sulle auto elettriche «da competizione» (Tesla Model Y vs VW ID.4, per esempio), la vera competizione non sono le auto elettriche, ma la concorrenza alimentata a gas. L’industria delle auto elettriche, e noi come sostenitori delle auto elettriche, dobbiamo presentare un fronte unito contro i veicoli a gas inefficienti e inquinanti. Stessa squadra: facciamo parte di una squadra elettrica, non di una squadra dell’inquinamento.

Quindi siamo entusiasti di vedere Herbert Diess, Presidente Volt Wagon, la più grande azienda automobilistica del mondo, che vende più auto a gas di chiunque altro, ha la stessa mentalità. Invitare un concorrente emergente a una conferenza indoor non è un’impresa da poco, soprattutto dopo tanti anni in cui l’industria automobilistica più ampia ha rifiutato (e alla fine accettato con riluttanza) Tesla e i veicoli elettrici in generale.

READ  Futures Dow: al rally di mercato manca ancora questo; Rimbalzi di Bitcoin, Square, Tesla-Rival Li Auto Flash Buy Signs

Naturalmente, Diess fa anche questo perché vede la scritta sul muro, sa che l’industria è in transizione e vuole assicurarsi che VW possa muoversi abbastanza velocemente da sopravvivere al cambiamento. Pensa che la lenta transizione ai veicoli elettrici potrebbe costare alla Volkswagen la perdita di 30.000 posti di lavoro. Ma va a suo merito che la Volkswagen potrebbe essere stata la più pericolosa delle principali case automobilistiche per quanto riguarda il passaggio ai veicoli elettrici (in parte dopo essere stata costretta a farlo dal Dieselgate), e Deiss parla molto a voce alta della tecnologia dei veicoli elettrici e del cambiamento climatico.

Anche se non abbiamo ascoltato una registrazione della conferenza, e quindi non conosciamo i commenti completi di Musk, non metteremo l’intera ragione del successo di Tesla nello «stile manageriale» di Musk (così tanto l’ego, Elon?). Mentre un CEO forte che rifiuta di scendere a compromessi sull’innovazione può certamente contribuire alla capacità di un’azienda di muoversi rapidamente, Tesla beneficia di molti altri fattori che sono indipendenti dal suo CEO.

Tesla è un’azienda della Silicon Valley, cresciuta nella cultura della Silicon Valley fin dall’inizio. Questa cultura enfatizza l’innovazione, le nuove idee, l’iconoclastia, ecc. È anche un’azienda più piccola che ha iniziato con una «mentalità di avvio» per cambiare il settore e tutti coloro che lavorano in Tesla sono venuti in azienda con questo obiettivo in mente. Questo porta a benefici naturali quando si tratta di agilità, e i vecchi giganti come Volkswagen avranno inevitabilmente difficoltà a innovare perché non sono immersi in questa cultura in tutta l’azienda, come lo sono in Tesla, e perché hanno molti costi affondati nella macchina ad alta intensità di capitale per gestire una società di produzione automobilistica globale.

READ  Lindsey Graham sostiene Chick-fil-A dopo la protesta degli studenti di Notre Dame contro la catena alimentare del campus

Ma il CEO di Volkswagen Diess vuole almeno convertire la sua nave il più rapidamente possibile. E ottenere un sostegno morale esterno, specialmente dal «più forte concorrente della sua azienda», è impressionante. È anche fantastico che Musk abbia accettato l’invito. La missione di Tesla è «accelerare la transizione del mondo verso l’energia sostenibile» e lavorare con una casa automobilistica rivale per elaborare strategie sul proprio futuro ne è un ottimo esempio. Mentre il muschio era a volte rifiutando Attraverso alcuni sforzi EV, siamo entusiasti di vederlo mettere bocca dove si trova la missione di Tesla e lavorare a fianco del più grande produttore mondiale per migliorare il trasporto elettrico.

Possiamo solo sperare in una maggiore collaborazione, in tutta l’industria automobilistica, per portarci al trasporto elettrico il più rapidamente possibile. Stessa squadra, tutti.

FTC: Usiamo i link di affiliazione per guadagnare. di più.


Iscriviti a Electrek su YouTube per video esclusivi e iscriviti a notazione audio.