septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il capo analista delle materie prime di Goldman Sachs ritiene che il rame sia un’alternativa alle criptovalute

I lavoratori versano l’oro da un crogiolo in uno stampo presso l’ABC Smelter di Sydney, New South Wales, Australia, giovedì 2 luglio 2020.

David Gray | Bloomberg | Getty Images

Londra – Le criptovalute sono un’alternativa a rame – No Partire Quando si tratta di coprire l’inflazione, secondo Jeff Curry, responsabile globale della ricerca sulle materie prime presso Goldman Sachs.

L’inflazione è in aumento e l’economia globale lo è Si sta riprendendo dagli effetti della crisi del Covid-19 poiché le banche centrali mantengono la politica monetaria storicamente espansiva e la domanda supera l’offerta su più fronti. L’indicatore di inflazione preferito dalla Federal Reserve statunitense e Indice di spesa per consumi personali primari Inserito venerdì, è aumentato del 3,1% ad aprile rispetto all’anno precedente, battendo le aspettative.

Era oro e criptovalute È considerato una copertura contro l’aumento dei prezzi, Con I tori delle criptovalute in alcuni casi difendono Bitcoin In alternativa alle leghe nell’era moderna. Le coperture contro l’inflazione hanno lo scopo di proteggere l’investitore dal calo del potere d’acquisto del denaro dovuto all’aumento dei prezzi.

I prezzi dell’oro sono aumentati di circa $ 200 dall’inizio di aprile, raggiungendo il livello più alto in quattro mesi, spinti dall’indebolimento del dollaro e dall’aumento della domanda sulla scia delle crescenti aspettative di inflazione.

Nel frattempo, le criptovalute sono state in una corsa sfrenata. BitcoinAd esempio, è aumentato di oltre il 25% nel 2021, ma è diminuito di oltre il 25% negli ultimi tre mesi.

In un’intervista a “Squawk Box Europe” della CNBC martedì, Currie ha affermato che gli investitori non dovrebbero considerare le criptovalute come un’alternativa all’oro quando si considera la copertura dell’inflazione.

READ  Quattro ospedali di Long Island sono classificati tra i 50 migliori ospedali della nazione per le specialità mediche

“Guardi la relazione tra Bitcoin e rame, o l’indicatore della propensione al rischio e Bitcoin, e abbiamo 10 anni di storia del trading su Bitcoin – è sicuramente un asset rischioso”, ha detto Curry. Ha notato che bitcoin e rame agiscono come una copertura contro l’inflazione “a rischio”, rispetto all’oro, che è visto come un rifugio sicuro, o “avversione al rischio”.

Il rame è salito al massimo storico a metà maggio prima di subire un brusco calo alla fine del mese, per poi riprendersi di nuovo la scorsa settimana.

“C’è una buona inflazione e c’è una cattiva inflazione. Una buona inflazione si verifica quando la domanda la tira, e questo è ciò che sono le coperture bitcoin, questo è ciò che sono le coperture di rame, e questo è ciò che sono le coperture petrolifere”, ha detto Curry.

Ha aggiunto: “L’oro è una copertura contro la cattiva inflazione, poiché l’offerta è ridotta, e si sta concentrando sulla carenza di chip, materie prime e altri tipi di materie prime di input. Potresti voler usare l’oro come copertura”.

Inflazione “attesa” e aumento dei tassi di interesse

In una nota di lunedì, Goldman Sachs ha suggerito che le materie prime rimangono sostanzialmente la migliore copertura dall’inflazione per gli investitori che cercano protezione da una potenziale deflazione.

Nella nota, il Commodity Research Team di Currie osserva che poiché i prezzi delle azioni sono nelle prospettive di guadagni e crescita, sono una buona copertura dell ‘”inflazione attesa”. Tuttavia, una volta che le aspettative inflazionistiche diventano abbastanza imminenti da suggerire che le banche centrali potrebbero dover aumentare i tassi di interesse, le azioni cessano di essere utili come copertura contro l’inflazione, sostengono.

READ  Saudi Aramco registra un aumento di quasi il 300% nell'utile del secondo trimestre grazie alla ripresa della domanda globale

“Le materie prime sono asset immediati che non dipendono dai tassi di crescita in avanti ma dal livello di domanda rispetto al livello di offerta attuale”, afferma la nota.

“Di conseguenza, si proteggono dall’inflazione inattesa di breve periodo, che si verifica quando il livello della domanda aggregata supera l’offerta nelle fasi successive del ciclo economico”.