junio 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Come ha fatto un custode a trovare una delle più grandi scoperte fossili nella storia della California | California

ioImmagina un file California Quando i vulcani eruttarono nell’est, Los Angeles fu sepolta sotto l’Oceano Pacifico. Cammelli giganti, rinoceronti ed elefanti a quattro zanne in miniatura pascolano nel paesaggio lussureggiante, solo per essere predati dai cani che schiacciano le ossa.

Si tratta di uno spettacolo preistorico evocato da una serie di nuovi fossili portati alla luce ai piedi della Sierra, in California, una scoperta molto importante e una delle più grandi nella storia dello stato.

Questa scoperta, su una vasta distesa di terra vergine detenuta dall’East Bay Municipal Water District (EBMUD), ha scienziati accorsi per raccogliere i frammenti ossei che credono raccontino la storia del cambiamento climatico da cinque a dieci milioni di anni fa.

La scoperta è iniziata la scorsa estate, quando il ranger del Water District Greg Franske ha scoperto una roccia dall’aspetto strano con segni misteriosamente simili a cortecce durante una pattuglia di routine di 28.000 acri di terra EBMUD sul bordo orientale della Central Valley della California.

Si è scoperto essere un albero pietrificato. Sono andato oltre e ho trovato un intero boschetto di alberi pietrificati, poi mi sono reso conto che l’area era disseminata di migliaia di frammenti ossei.

Decodificatore conico. Foto: Municipal Utilities District a East Bay

“È iniziato con l’essere nel posto giusto al momento giusto alla ricerca di qualcosa che fosse un po ‘fuori posto”, ha detto Franzk, che è stato un ranger e naturalista nel Water District per 10 anni. “Non mi rendevo conto che quello che stavo cercando erano in realtà i resti dei grandi mostri che hanno camminato in quest’area milioni di anni fa.”

Gli scienziati scoprirono presto fossili di un intero zoo di animali preistorici che esistevano nel periodo noto come Miocene. Passarono più di 50 milioni di anni dopo che i dinosauri vagavano per il continente e milioni di anni sarebbero passati prima che gli umani apparissero. Era un’epoca in cui i mastodonti vagavano per il Nord America. L’attività vulcanica e il cambiamento delle placche geologiche non avevano ancora formato la Sierra Nevada e gran parte della California meridionale era ancora sott’acqua.

Russell Shapiro, professore di geologia alla California State University, Chico, ha detto che quando Franske lo portò per la prima volta nell’area, che si estendeva per diversi chilometri su un terreno chiuso al pubblico, rimase stupito dal numero di diversi fossili animali che apparvero in uno posto. .

Greg mi stava mostrando questi siti e ci siamo detti, “Oh mio Dio, quello è un cavallo; Questo è il cammello di questo unicorno. “Questa è una tartaruga”, ha detto. “Era tutto lì.”

Fauna preistorica del Miocene.
Fauna preistorica del Miocene. Foto: Mauricio Anton / Science Photo Library

Sotto la supervisione entusiasta, Shapiro e altri scienziati hanno iniziato uno scavo dettagliato e uno studio dei risultati. “È davvero unico”, ha detto Shapiro. “È un sito molto ricco.”

Sebbene ci siano ancora molte ricerche da fare per comprendere i frammenti scheletrici, hanno già fatto molte scoperte entusiasmanti, comprese le ossa di cavalli che possono avere tre dita e Cammelli giganti con colli da giraffa Avrebbe permesso loro di mangiare cibo da 20 piedi di alberi.

Uno degli animali più popolari sul sito sembra essere stato il Gomphotherium, Creature simili a elefanti con quattro zanne, due sopra la bocca e due sotto la bocca, erano descritte come abbastanza piccole da “passare attraverso la tua porta di casa”. Gli scienziati hanno anche trovato i resti di un pesce lungo fino a quattro piedi e il cranio quasi intatto del Mastodon era pieno di zanne. Hanno anche trovato parti delle ossa di tapiri, tartarughe e uccelli.

I resti di un predatore erano difficili da trovare. I ricercatori hanno trovato alcuni frammenti ossei onnivori non ancora identificati. Ma i segni dei denti su alcune altre ossa e alcuni escrementi fossili indicano che gli animali al pascolo potrebbero essere stati cacciati da cani selvatici noti per vagare nel Nord America in quel momento. Un tipo era feroce Barba, Che può crescere fino a 8 piedi di lunghezza. Un’altra sottospecie estinta era Borophagus, o Cane schiaccia ossa, Che cacciavano o pulivano grandi erbivori e poi si rompevano le ossa per nutrire il midollo.

Uno scienziato e uno studente si allontanano dalle zanne del mastodonte.
Uno scienziato e uno studente si allontanano dalle zanne del mastodonte. Fotografia: Jason Haley / California State University, Chico

I risultati indicano l’esistenza di grandi pascoli, dove gli erbivori si nutrono di fertili paesaggi che in quel momento si stavano trasformando da foreste a praterie.

“Stiamo ancora cercando di scoprire chi c’è nello zoo”, ha detto Franck, che ha detto che c’è molto da imparare sulle specie scoperte nel sito.

La scoperta di fossili offre scorci di un’epoca in cui il clima del pianeta stava passando da un periodo caldo a un periodo più fresco e in California, le fitte foreste si trasformarono in praterie, ha detto Shapiro. Sebbene non sia chiaro se gli esseri viventi siano vissuti tutti allo stesso tempo o per generazioni successive, è possibile che gli animali siano stati tutti intrappolati in una colata di fango vulcanico, ha detto.

“L’intero pianeta ha iniziato a raffreddarsi in questo momento”, ha detto Shapiro, “che alla fine ha portato alle ere glaciali”. “Quindi la cosa veramente interessante di questo sito è che puoi vedere sia le classiche creature dei boschi che quelle dei prati.”

Guscio di tartaruga.
Guscio di tartaruga. Foto: Municipal Utilities District a East Bay

Il Water District, che fornisce acqua a 1,4 milioni di persone che vivono nella East Bay Area di San Francisco, non vuole rivelare la posizione esatta del sito per paura che le persone lo disturbino o lo saccheggino. Ma EBMUD si è preparato Tour online Dai risultati della classe e dal pubblico.

I fossili vengono trasferiti nello stato di Chico, Dove gli studenti hanno la possibilità di aiutarli a prepararli Per ulteriori approfondimenti da parte di una vasta gamma di studiosi. Infine, il materiale verrà trasportato al Museo di Paleontologia della UC Berkeley, dove potrà essere visionato e consultato dai ricercatori di tutto il mondo.

Sia Shapiro che la Francia hanno dichiarato di essere lieti che EBMUD voglia preservare e studiare i risultati.

“Che opportunità per far appassionare di nuovo le persone alla scienza”, ha detto Shapiro. “Le persone si interessano molto quando si rendono conto di cosa c’è nel loro cortile”.

READ  Questa immagine sfocata mostra una formazione a spirale poco dopo il Big Bang