junio 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Arias apparirà su Lakewood Way | Notizie, sport, lavoro

Lakewood – L’ex tennista numero 5 al mondo Jimmy Arias apparirà per la terza volta in quattro anni al Lakewood YMCA il mese prossimo.

Il nativo di Grand Island condurrà due clinic e un periodo di domande e risposte durante il pranzo; Quindi gioca una partita di esibizione presso la struttura di Fairmount Avenue sabato 10 luglio.

La clinica per bambini si svolgerà alle 8:30, seguita dalla clinica per adulti alle 10:30. Dopo pranzo alle 12:15 e domande e risposte, Arias giocherà una partita di esibizione. Arias sarà affiancato nello show match da Joe DiMarco, un giocatore dell’Università di Dayton. Lee Nickel è un allenatore dell’Università di Buffalo. e Ethan Nitolo, il campione della conferenza Mid-American 2017 e vincitore del Conference Sportsmanship Award.

Arias è diventato un professionista all’età di 16 anni nel 1980, raggiungendo il picco nel 1983, quando aveva 19 anni, finendo l’anno al sesto posto, dopo aver raggiunto le semifinali degli US Open sconfiggendo Jonathan Kanter, Tom Gullikson e Jani Ocklebo e Joachim Nystrom. E Yannick Noah, poi ha perso contro Evan Lendl. Ha anche vinto l’Open d’Italia e altri tre Grand Prix.

Durante la sua apparizione nel 2018 al Lakewood YMCA, Arias ha detto che la sua vittoria su Noah è stata la più grande della sua carriera.

“Ricordo di aver provato a deglutire (sono andato 6-5 nel quinto) e non riuscivo a deglutire (perché era così nervoso)” Egli ha detto. “Ho deciso di tirare dritto al centro e di colpirlo più forte che potevo per darmi la migliore possibilità. Ho corso e l’ho colpito per un corner vincente. Ho perso il mio posto, ma sembrava che fossi molto appiccicoso e tranquillo, perché l’ho schiacciato, l’ho vinto, 7-5, nel quinto.

READ  Astros ha battuto i Dodgers per porre fine a una serie di sconfitte consecutive

“Poiché il mio obiettivo prima del torneo era arrivare alle semifinali, non ero davvero pronto per giocare le semifinali. (Pensavo), ‘Perché sono tornato in campo. In realtà ho vinto questa cosa, “perché era la partita che desideravo così tanto… La cosa divertente del tennis e della vita è ciò che dici, ciò che pensi e ciò che pensi accada”.

Vedi ARIAS, pagina B2

Le ultime notizie di oggi e altro ancora nella tua casella di posta