septiembre 21, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

17 anni, influenza ed erede al defunto trono della Principessa Italia

  • La casa dell’influente adolescente Vittoria de Savoy, la prima erede femminile della Savoia in 1.000 anni.
  • Il Palazzo Savoia in Italia è una monarchia disfunzionale da quando è stato demolito 75 anni fa.
  • Il ricorrente, parente e rivale di Vittoria, ha dichiarato al New York Times che la sua posizione era “completamente illegale”.
  • Visita la home page di Insider per altre storie.

La Casa Savoia è ormai una monarchia disfunzionale, ma se non l’Italia Diventa un repubblicano 75 anni fa, l’attuale ereditiera Vittoria Cristina Sierra Adelaide Maria sarebbe stata sulla buona strada per diventare la sua prima monarca donna in 1.000 anni.

La principessa Vittoria di Savoia sarà la regina di 17 anni Influenza di Instagram Ma la sua posizione alla Casa Savoia non è molto conosciuta.

Secondo un rapporto del New York Times, Vittoria ha ricevuto anche la sua parte del titolo di Principessa Carrignano, la sua casa ancestrale, dal nonno Vittorio Emanuele di Savoia, figlio dell’ultimo Re d’Italia nel giorno del suo sedicesimo compleanno.

Nel 2019, con formale decreto, il “Principe di Napoli, Duca di Savoia e per grazia di Dio erede diretto alla presidenza della Real Casa Savoia” ha modificato l’Atto provvisorio, che successivamente ha limitato la linea reale per escludere eredi femminili .

Vitoria, che vive a Parigi, ha accumulato più di 39.000 follower su Instagram, dicendo alla pubblicazione: “Questo è il miglior regalo che può farmi”.

Il giovane è la figlia maggiore dell’attrice francese Claudio Cura வ் ao e del principe Emanuel Filiberto de Savoy, un personaggio televisivo italiano che usa il titolo di principe di Venezia ed è stato deportato dall’Italia fino all’età di 30 anni, Il Guardian aveva già riferito.

READ  L'Italia imporrà restrizioni più severe alla Sicilia dopo un aumento dei casi.

Sebbene non sia chiaro quale sarà il ruolo di Vittoria in futuro dopo aver completato i suoi studi a Londra, suo padre ha detto che avrebbe messo a frutto il suo innato “interesse”.

Il principe Emanuel ha detto che credeva che la nomina di sua figlia fosse un cambiamento necessario nella tradizione per modernizzare e riflettere l’attuale ambiente sociale.

“Col passare del tempo, penso che questo sia un passo molto importante. Nelle monarchie, con valori vecchi di 1.000 anni, è importante dimostrare che qualcosa che sembra vecchio può cambiare ed entrare in un nuovo mondo”, ha detto a Insider.

Post condiviso da de savoya vittoria (ittvittoria.disavoia)

Mentre Vitoria è soddisfatta del suo ruolo nella monarchia rovesciata, un altro ramo della Savoia ha espresso la sua disapprovazione, secondo quanto riportato dal New York Times.

Il principe Imon de Savoy Asta, parente e rivale del titolo di erede che lavora presso l’azienda di pneumatici Pirelli a Mosca, ha definito “del tutto illegale” le condizioni di Vittoria al giornale.

Il principe Emanuele ha detto a Insider: “Purtroppo in tutte le famiglie, soprattutto nelle famiglie importanti, c’è sempre un ramo che vuole prendere il posto dell’altro”.

“L’altro ramo, Asta, ha sempre voluto prendere il nostro posto, dicono che ora saranno gli eredi, non il trono, ma la famiglia”, ha detto.

“Questa è una totale assurdità, perché puoi vedere chi è stato deportato nella Repubblica italiana quando temevano che la monarchia sarebbe tornata.

Nonostante questo, la famiglia litiga per un ruolo non formale. Talia Lagritz di Insider aveva già riferito In seguito al referendum del 1946, l’Italia divenne una repubblica, ponendo fine al governo della famiglia reale.

L’ultimo re d’Italia, Vittorio Emanuele III, fu una figura controversa per tutta la vita. Secondo la BBC, Durante il suo regno guidò il regime fascista di Benito Mussolini e nel 1938 firmò in legge la legge sulla persecuzione degli ebrei.

La BBC riferisce che l’ex re fu deportato in Egitto, dove morì nel 1947.

Secondo un rapporto del New York Times, il ramo della famiglia di Asta afferma che la legge che limita gli eredi reali agli uomini non dovrebbe essere cambiata fino a quando la monarchia non sarà ripristinata – una rara opportunità, ha detto il principe Emanuel a Insider.

“A dire il vero, l’Italia è una repubblica da 70 anni. Non credo che la monarchia possa tornare indietro”, ha detto.

Il principe Imon de Savoy non poteva avvicinare Asta per commentare.