Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non è bastato il pubblico delle grandi occasioni alla Zinella per battere la Codyeco Santa Croce, comunque una delle grandissime di questo campionato. Le due formazioni cercavano per obiettivi diametralmente opposti i punti in palio: se i padroni di casa necessitavano di movere la classifica per restare distanti dalla zona retrocessione (ora ad un solo punto quando mancano due giornate al termine), Santa Croce cercava invece di mantenersi saldamente al comando della classifica in vista della promozione diretta. Il 3 a 1 finale per i toscani, giunti a San Lazzaro seguiti da un foltissimo seguito di appassionati, si spiega con un primo e secondo set dominati dalla Codyeco, vinti entrambi a 16, poi una reazione dei gialloneri che hanno vinto il terzo parziale a 19, e poi di nuovo Santa Croce sugli scudi che ha chiuso il quatro e decisivo set a 18. Quattro set tutti nettamente vinti dalla formazione che partiva meglio. Come dicevamo a questo punto la situazione si fa delicata per la Wayel Zinella che, a due giornate dal termine del campionato, ha solo un punto di vantaggio su Cavriago, terz’ultima della classe e quindi sull’ultimo gradino che vuol dire retrocessione in serie B. A dir poco incredibile il percorso della formazione giallonera in questa stagione: venti i punti conquistati nelle prime otto partite, solo nove nelle restanti diciotto. Un percorso a dir poco assurdo a cui non è bastata la sferzata del cambio dell’allenatore, da circa un mese e mezzo alberti è stato sostiuito da Babini ma l’avvicendamento non ha portato a concreti risultati, solo una partita è stata vinta dal nuovo tecnico. È evidente che il problema sta nella mente dei giocatori, insicuri e impauriti dopo le prime sconfitte e incapaci di reagire. E il calendario non sembra poter dare grandi speranze visto che negli ultimi due match dovrà affrontare Latina in trasferta, quarta in classifica, e Gioia del colle in casa, quinta nel tabellone del campionato. più o meno stesso destino di cavriago che affronterà prima gioia del colle e poi castellana grotte, nona in classifica. Per salvarsi serve quindi un’impresa alla Wayel, un moto d’orgoglio che da cinque mesi non si è mai visto. Ma ora serve, eccome

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.