junio 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Sinovac: l’OMS approva il vaccino cinese Covid-19 CoronaVac per uso di emergenza emergency

La decisione consentirà di utilizzare CoronaVac nel programma di condivisione dei vaccini dell’Organizzazione mondiale della sanità, COVAXchi cerca di presentare equo accesso globale per l’immunizzazione.

CoronaVac., Direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato martedì in una conferenza stampa È risultato sicuro, efficace e di qualità garantita dopo due dosi del vaccino inattivato.

Il gruppo consultivo strategico dell’OMS di esperti sull’immunizzazione (SAGE) ha raccomandato il vaccino per le persone di età superiore ai 18 anni. Due dosi devono essere distanziate da due a quattro settimane l’una dall’altra.

A differenza di altri vaccini, CoronaVac non ha bisogno di essere tenuto a temperature estremamente basse.

“I requisiti di facile conservazione del CoronaVac lo rendono molto adatto a condizioni di risorse limitate”, ha affermato Tedros. “Ora è importante fornire questi strumenti salvavita alle persone che ne hanno bisogno rapidamente”.

efficacia Studi hanno dimostrato L’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato in una nota che il virus Corona ha prevenuto i sintomi della malattia in poco più della metà di coloro che sono stati vaccinati e ha anche impedito la diffusione del Covid-19 acuto e il ricovero in ospedale del 100% di coloro che sono stati studiati.

È l’ottavo vaccino a ricevere l’elenco degli usi di emergenza dell’OMS, compresi quelli di Pfizer/BioNtech, AstraZeneca, Moderna, Janssen (Johnson & Johnson) e dell’India’s Serum Institute.

Il mondo ha bisogno di più dosi

Bisogno urgente Vaccini Covid-19 nei luoghi in cui il coronavirus si sta diffondendo e nei paesi in cui è stato Impossibile acquistare dosi adeguate.
Si spera che l’approvazione di Sinovac rafforzi le forniture di COVAX. Il programma ha recentemente riscontrato un problema Carenza di forniture dall’India, che ha bloccato l’esportazione del vaccino AstraZeneca durante la crisi del Covid-19. I paesi occidentali sono stati anche criticati per l’accumulo di vaccini.
Il più grande produttore di vaccini al mondo sta bloccando le esportazioni.  Questo è un problema per il pianeta più vulnerabile
COVAX avrebbe dovuto aver già erogato 170 milioni di dosi totali, Dipendente A un recente rapporto del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF). Invece, al 17 maggio, aveva consegnato 71 milioni di colpi in 125 paesi e territori.

“Il mondo ha un disperato bisogno di più vaccini Covid-19 per affrontare la massiccia disuguaglianza di accesso in tutto il mondo”, ha dichiarato in una nota Mariangela Simao, assistente del direttore generale dell’OMS per l’accesso ai prodotti sanitari.

READ  I ragni ricoprono di ragnatele il Gippsland australiano mentre fuggono dalle inondazioni

“Esortiamo i produttori a partecipare alla struttura COVAX, condividere le proprie conoscenze e dati e contribuire al controllo dell’epidemia”.

La Cina fornisce vaccini

I vaccini Sinovac e Sinopharm sono vaccini inattivati, meno efficaci dei vaccini mRNA prodotti da Pfizer-BioNTech e Moderna.

A differenza delle loro controparti occidentali, le due società cinesi non hanno pubblicato i dati completi per l’ultima fase degli studi clinici condotti in tutto il mondo, suscitando critiche da parte di scienziati ed esperti di salute.

Mentre la Cina attende l'approvazione dell'OMS per i suoi vaccini, un paese sta inviando il proprio لقاح

Secondo Sinopharm e Sinovac, i loro vaccini hanno ricevuto risultati di efficacia diversi in studi condotti in diversi paesi, ma hanno tutti superato la soglia di efficacia del 50% dell’OMS per l’approvazione per l’uso di emergenza.

Sinovac ha già fornito scatti a dozzine di paesi e regioni, tra cui Cina continentale, Filippine, Indonesia, Turchia, Cile, Messico e Brasile. Il La società ha detto Ha consegnato più di 600 milioni di dosi del suo vaccino a livello nazionale e internazionale, con oltre 430 milioni di dosi.

Martedì, la Cina ha dichiarato di aver prodotto i primi lotti di vaccini Sinopharm per la distribuzione a COVAX, secondo i media statali Xinhua. La Cina prevede di fornire 10 milioni di dosi per il piano globale di condivisione dei vaccini.

James Griffiths della CNN ha contribuito a questo rapporto.