septiembre 21, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Scooter Brown colpisce per $ 200 milioni di pretesa di frode in un fondo di private equity – The Hollywood Reporter Report

Scooter marroneLa star dell’industria musicale che ha lanciato la carriera di Justin Bieber è ora impantanata in un’importante controversia legale sulla procedura per la creazione di un nuovo fondo di private equity. Giovedì sera si sono verificati due eventi: Peter Komisar, che ha trascorso due decenni presso Goldman Sachs e poi è diventato vicepresidente dell’investment banking presso Guggenheim Securities, ha intentato una causa a Los Angeles. Quasi contemporaneamente, Brown ha presentato una petizione chiedendo un arbitrato.

Secondo la denuncia contro l’amministratore delegato di Brown e Hollywood David Polno, nel 2016 i due hanno deciso di espandere il loro impero, si sono stabiliti sulla società di private equity come loro veicolo e hanno iniziato a reclutare Comisar. Attraverso la sua petizione, Brown afferma di aver pompato più di $ 5 milioni nel lancio di SCOPE Capital Management e uno stipendio di $ 3 milioni per Comisar.

Komisar afferma di aver accettato di aderire solo con un budget triennale e l’investimento personale di Brown e afferma di aver ottenuto accordi scritti per commemorare gli impegni. Si dice anche che Brown abbia offerto il potenziale per raccogliere da 500 a 750 milioni di dollari da famosi miliardari della comunità dello spettacolo, tra cui David Geffen, Jimmy Yovin e Chaim Saban. La denuncia aggiunge che Brown ha chiesto di “bruciare i ponti” con i suoi ex datori di lavoro.

Ma nell’aprile 2018, secondo Comisar, Brown ha ripudiato i suoi obblighi finanziari e ha smesso di finanziare tutto, compreso lo stipendio di Comisar.

“Polno, assolutamente impenitente, ha spiegato a Comisar che Brown non avrebbe mai pensato che avrebbe dovuto esibirsi e gli ha detto sgarbatamente che ‘le persone nell’industria dell’intrattenimento non onorano i loro accordi contrattuali'”, afferma la denuncia. impunità e senza conseguenze, e Komisar creerà il caos se sceglie di perseguire Brown nei suoi impegni”.

READ  Scarlett Johansson viene trattenuta dal marito Colin Ghost durante il discorso agli MTV Movie & TV Awards

Brown presenta un lato diverso della storia nella sua domanda di arbitrato. Secondo lui, è stato Comisar a violare l’impegno di raccogliere 250 milioni di dollari per la start-up. “Comisar non è riuscita a convincere un singolo investitore a investire con SCOPE Capital Management”, si legge nella petizione.

Inoltre, secondo Brown, Comisar ha dirottato le risorse verso una società di consulenza e ora sta avanzando solo richieste “estorsione” a causa dell’imminente vendita di 1,05 miliardi di dollari della holding di Braun, Ithaca, che comprende una società di gestione dei talenti, una casa editrice e un’etichetta discografica. .

“Sfortunatamente, la divulgazione pubblica del recente successo commerciale di alto profilo di Brown ha spinto Komisar, un ex socio in affari senza scrupoli a riemergere poiché vede un’opportunità per un altro giorno di paga immeritato e immeritato”, afferma la petizione arbitrale.

Dopo tre anni di faida tra Brown e Komisar, la polemica è ora arrivata in tribunale.

Brown insiste sul fatto che l’idea di avere un piano generale per cacciare Komisar è “ridicola”, mentre Komisar sottolinea che lo scenario per il suo licenziamento è arrivato presto. In particolare, Komisar sostiene che tre anni fa è stato minacciato di una campagna diffamatoria che includeva il licenziamento falso dalla Goldman Sachs, l’abbandono dei doveri dedicando tempo ai servizi di consulenza e il razzismo come base per il suo licenziamento.

“Brown ha avvertito che questa storia potrebbe distruggere la carriera di Komisar”, continua la denuncia. “L’accusa di razzismo è completamente inventata e infondata. La sgradita strategia di intimidazione perseguita da Brown e Bolno nel settembre 2018. Comisar è rimasta un membro del consiglio a valore aggiunto responsabile del capitale degli investitori in questa società in portafoglio per i due anni e mezzo dal tentativo di diffamazione”.

READ  Simon Cowell si schianta dopo che il sopravvissuto al cancro Nightbirde appare a sorpresa su "AGT"

Dal 2018, Comisar afferma di aver continuato ad andare avanti e ha creato una banca commerciale chiamata STORY3 Capital Partners + Advisors.

Nel frattempo, sostiene Komisar, Brown non è riuscito a raccogliere i soldi.

“Nessuno dei contatti di Brown ha accettato di investire alcuna somma, figuriamoci le centinaia di milioni che Brown aveva promesso. Brown ha dovuto spiegare a Comisar, la coda tra le gambe, come aveva chiesto a David Geffen, il suo presunto padrino, di investire in SCOPE , solo per sentirsi dire da Geffen che Brown non è visto come qualcuno con cui investire Geffen. Brown ha avuto lo stesso rancore da Jimmy Yovin, Haim Saban e dalle famiglie Robin, Soros e Mittal – infatti, Brown è stato rifiutato da entrambi i suoi investitori che hanno promesso relazioni strette. La verità è che le relazioni di Brown lo valutavano come Qualcuno con cui comunica, ma non gli affideranno mai i loro milioni. “

Sottolineando i motivi della causa per frode, violazione del dovere fiduciario e violazione del contratto mentre rivendicava $ 200 milioni di danni, la denuncia di Comisar aggiunge: “Quando si è trattato di raccolta fondi, Brown si è rivelato essere una pecora travestita da lupo e alla fine ha ammesso di Comisar che nonostante il suo coraggio, chiedere alla gente di investire lo rendeva “scomodo” e quindi si rifiutava di impegnarsi completamente nello sforzo di raccolta fondi. In altre parole, come Komisar alla fine ha scoperto quando Brown si è ritirato completamente, Brown non ha mai avuto intenzione di partecipare pienamente come Komisar promesso che l’avrebbe fatto”.

Comisar è rappresentato da Joel Kosberg.

READ  'Paddington 2' perde il premio d'onore a causa di una nuova recensione negativa - The Hollywood Reporter

Brown rappresenta il team Ross August e Capet guidato da Stanton “Larry” Stein, James Sanders e Casey Curtis a Red Smith.