octubre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Politica USA-Cina: Biden riunisce Giappone, Australia e India per fissare la Cina

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden tiene il primo incontro di persona del Quartet Security Dialogue, meglio Conosciuto come il “Quartetto”, Un forum strategico informale per Stati Uniti, Australia, Giappone e India, tutte democrazie con un interesse acquisito nel contrastare l’ascesa della Cina in Asia.
Biden sarà affiancato a Washington dal primo ministro giapponese Yoshihide Suga, dal leader indiano Narendra Modi e dal primo ministro australiano Scott Morrison per discutere di “promuovere la libertà e l’apertura nell’Indo-Pacifico”, secondo il Guardian. Casa Bianca.
L’incontro arriva in un momento di cambiamento significativo nella politica degli Stati Uniti in Asia. Mentre l’amministrazione Biden si muove per rafforzare i suoi partenariati diplomatici nella regione, il Giappone sta prendendo una decisione Look sempre più duro Il potenziamento militare della Cina. Allo stesso tempo, l’accordo di difesa dell’Australian AUKUS con gli Stati Uniti e il Regno Unito ha rafforzato l’impegno di Washington nei confronti dell’Asia, mettendo a disagio alcuni importanti partner del sud-est asiatico.

In questo punto critico, ciò che il quad sceglie di fare dopo è più importante che mai. Rispetto alle sue prime radici sotto l’amministrazione di George W. Bush, il Quartetto si è evoluto da un “dialogo politico ed economico di basso livello” a un attore molto importante nella regione Asia-Pacifico, ha affermato Malcolm Davis, analista senior presso l’Australian Istituto di politica strategica.

“Il Quartetto non è membro di un’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico asiatico… ma allo stesso tempo si sta chiaramente muovendo nella direzione di un approccio cooperativo alla sicurezza”, ha affermato Davis.

faccia cinese

Il Quartetto è stato inizialmente proposto nel 2007, ma è stato trattenuto per dieci anni fino a quando non è stato ripreso sotto l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump durante l’ascesa della Cina come superpotenza economica e militare.

L’ambiente diplomatico in Asia è cambiato notevolmente dalla rinascita del 2017 e il Quartetto ha assunto un’importanza ancora maggiore.

Nell’aprile 2020, le relazioni tra Australia e Cina hanno subito una forte flessione dopo che l’australiano Morrison ha chiesto un’indagine indipendente sui beni di COVID-19. Pechino ha risposto imponendo restrizioni punitive sulle merci australiane e il rapporto rimane riprendersi.

Nel frattempo, le relazioni tra Washington e Pechino sotto Trump si sono deteriorate sempre di più sotto Biden mentre gli Stati Uniti hanno rafforzato i loro partenariati diplomatici in Asia con l’obiettivo di contenere la Cina.

La nuova campagna americana è stata accolta con entusiasmo in Australia e all’inizio di questo mese i due governi hanno unito le forze con il Regno Unito per annunciare AUKUSÈ un accordo con cui i tre paesi scambio di informazioni militari e tecnologia per formare un partenariato di difesa più stretto in Asia.

Anche il Giappone ha accolto con favore un maggiore coinvolgimento degli Stati Uniti nella regione. Dopo aver cercato di perseguire una politica più calda nei confronti della Cina nei primi anni del mandato del presidente cinese Xi Jinping come leader, il Giappone è diventato sempre più diffidente nei confronti di Pechino nell’ultimo anno.

In un’intervista insolitamente schietta con la CNN a settembre, il ministro della Difesa giapponese Nobuo Kishi ha affermato che il Giappone avrebbe fatto proprio questo. “difendersi fermamente” Il suo territorio nel Mar Cinese Orientale è “contro le azioni cinesi”.
Il ministro della Difesa giapponese Nobuo Kiichi durante un'intervista alla CNN a settembre.

L’India è ora il membro più cauto del Quartetto e la volontà del gruppo di esercitare pressioni sulla cooperazione in materia di difesa e inimicarsi la Cina può dipendere da Delhi, ha affermato Bonnie Glaser, direttrice del programma Asia presso il German Marshall Fund degli Stati Uniti.

Sulla scia di uno scontro di confine tra India e Cina a metà del 2020, che ha provocato morti Non meno di 20 soldati indiani, Gli esperti hanno detto che Delhi era riluttante a inimicarsi Pechino.

Ma scrivendo sul Journal of Indo-Pacific Affairs all’inizio del 2021, Amrita Gash, ricercatrice presso il Center for the Study of Land Warfare di Nuova Delhi, ha affermato che l’India si sta ancora avvicinando militarmente agli Stati Uniti, inclusi militari nuovi e potenziati. esercizi e armi. Appalti e trasferimento tecnologico.

Un convoglio dell'esercito indiano, che trasporta rinforzi e rifornimenti, si dirige verso Leh attraverso Zuji La, un valico di alta montagna al confine con la Cina il 13 giugno in Ladakh, in India.

Parte della collaborazione include una migliore tecnologia di monitoraggio e targeting, ha affermato Gash. “(C’è) un urgente bisogno che l’India tenga d’occhio i movimenti (militari) cinesi lungo il confine himalayano e nella mappatura della crescente presenza cinese nell’Oceano Indiano”, ha aggiunto.

READ  Il CDC facilita le raccomandazioni di viaggio in 110 paesi, incluso il Giappone

Un altro fattore limitante, ha detto Glaser, è fino a che punto il Quartetto sarà disposto a spingersi contro Pechino.

“Un altro fattore è il comportamento della Cina. Più la Cina è disposta a minacciare gli interessi di altri paesi, più la coercizione economica minaccia… più i paesi saranno disposti a rispondere”, ha affermato.

Uniti a Taiwan

Taiwan sarà probabilmente uno dei principali punti di discussione a Washington venerdì.

Nell’ultimo anno, Pechino si è rafforzata Attività militare intorno all’isola, che ha governato separatamente dalla Cina continentale dalla fine della guerra civile più di settant’anni fa.
Il Partito Comunista Cinese considera Taiwan – che ospita circa 24 milioni di persone – parte integrante del suo territorio, anche se non la controlla mai. Il presidente Xi ha anche avvertito in precedenza che Pechino non escluderà l’uso della forza Taiwan “riunione” con la Cina continentale.
Sotto Trump e ora Biden, gli Stati Uniti hanno rafforzato le loro relazioni con Taiwan negli ultimi anni, approvando importanti vendite di armi e inviando diplomatici di spicco a Taiwan. Visite alle isole.
L’Australia ha Entra regolarmente negli Stati Uniti In un discorso pronunciato a luglio, il vice primo ministro giapponese Taro Aso ha detto di esprimere il suo sostegno a Taiwan e a luglio Segnalato dai media locali Tokyo unisce le forze con Washington per difendere l’isola da qualsiasi invasione.
Poi ad agosto, per la prima volta, Una riunione di alti funzionari del Quartetto ha rilasciato una dichiarazione che sottolineava “l’importanza della pace e della sicurezza nello stretto di Taiwan”.

Glaser ha affermato di ritenere che la dichiarazione di agosto avrebbe potuto impedire un riferimento a Taiwan alla riunione dei leader del Quartetto di questa settimana, che sarebbe una mossa insolitamente forte da parte del governo indiano.

READ  Il progetto Walrus From Space del WWF cerca "Detective trichechi" volontari: NPR

“Penso che sarebbe un campanello d’allarme (per Pechino). L’hanno sentito dall’Australia e dal Giappone ma non l’hanno mai sentito dall’India”, ha detto.

Il Quartetto unificato potrebbe aiutare a scoraggiare qualsiasi ulteriore aggressione da parte del governo cinese nei confronti di Taiwan, secondo Ben Scott, direttore della sicurezza australiano e del progetto di ordine basato sulle regole presso il Lowy Institute di Sydney.

Tuttavia, ha affermato che le sfumature saranno importanti in qualsiasi messaggio per evitare di cadere nella spirale discendente del potenziale confronto. “C’è sempre il pericolo di andare troppo oltre e cadere nella provocazione”, ha detto.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden parla di sicurezza nazionale con il primo ministro britannico Boris Johnson, a destra, e il primo ministro australiano Scott Morrison, a sinistra, nella East Room della Casa Bianca a Washington, D.C., il 15 settembre.

Ramificazioni di AUKUS

Scott ha affermato che l’incontro del Quartetto potrebbe arrivare in un momento favorevole per gli Stati Uniti: non c’è mai stato un momento migliore di Washington per dimostrare che fa parte di una comunità ampia e coesa in Asia.

Scott ha affermato che, pur ritenendo che l’accordo AUC sia stato un passo positivo per la diplomazia statunitense in Asia, ha anche fornito un volto “angloosfera” alla regione.

“Si descrive come un club di democrazie marittime che escludono automaticamente la maggior parte del sud-est asiatico”, ha detto Scott. (f) Il baricentro della concorrenza (Stati Uniti e Cina) nel sud-est asiatico. “

Analisi: il decennale atto di equilibrismo australiano tra Stati Uniti e Cina è finito.  Washington ha scelto
L’Indonesia ha dichiarato in una dichiarazione rilasciata il 17 settembre che lo era ‘Molto preoccupato’ Sulla corsa agli armamenti nella regione Asia-Pacifico, l’Australia ha chiesto il rispetto del diritto internazionale e il suo impegno per la pace e la stabilità. Il giorno dopo, la Malesia ha detto che l’accordo con AUKUS potrebbe fare proprio questo Provocazione di altre forze Per “lavorare in modo più aggressivo nella regione, in particolare nel Mar Cinese Meridionale”.

Facendo parte di un più ampio accordo di cooperazione con il Giappone e l’India, Scott ha affermato che gli Stati Uniti potrebbero presentare un volto più diversificato al sud-est asiatico, tra le altre parti del continente, incentrato non solo sul rischio militare ma anche sull’economia e la politica. cooperazione.

Scott ha affermato che Pechino ha citato l’accordo dell’Università americana del Kosovo come esempio di come Washington possa concentrarsi esclusivamente sulla potenza militare in Asia. In cambio, questa settimana la Cina ha chiesto formalmente di aderire all’accordo globale progressivo per Partenariato transpacifico (CPTPP)L’accordo di libero scambio di 11 nazioni da cui gli Stati Uniti si sono ritirati sotto Trump.

Scott ha affermato che è importante che gli Stati Uniti utilizzino il Quartetto ora per concentrarsi su accordi “positivi e globali” nell’Asia-Pacifico, se si vuole contrastare efficacemente Pechino.

READ  Il presidente Biden si unisce al club dei leader mondiali al G7 con un appello agli sforzi in tempo di guerra contro il Covid-19

“Se vuoi conquistare i cuori e le menti nella regione (Asia-Pacifico), la prima priorità è Covid e la seconda è una maggiore stabilità economica e sicurezza in generale”, ha affermato.