junio 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Panico come un grattacielo alto 300 metri vacilla in Cina | Cina

Uno dei grattacieli più alti della Cina è stato evacuato martedì dopo aver iniziato a tremare, spingendo gli acquirenti in preda al panico a fuggire in salvo.

Inspiegabilmente, il SEG Plaza di quasi 300 metri (980 piedi) a Shenzhen, nel sud della Cina, ha iniziato a vibrare intorno alle 13:00, spingendo le persone a evacuare all’interno quando i pedoni apparivano a bocca aperta.

L’edificio è stato chiuso entro le 14.40, secondo i resoconti dei media locali.

La torre è stata completata nel 2000 e ospita un importante mercato dell’elettronica e numerosi uffici nel centro di una delle città in più rapida crescita della Cina.

I funzionari stanno indagando su cosa abbia causato l’oscillazione della torre nel quartiere Futian della città, secondo un post sulla piattaforma Weibo simile a Twitter.

“Dopo aver esaminato e analizzato i dati di varie stazioni sismiche in tutta la città, oggi non c’è stato nessun terremoto a Shenzhen”, si legge nel comunicato.

Il distretto ha detto in un’altra dichiarazione più tardi martedì che tutti all’interno erano stati evacuati in modo sicuro e non erano stati rilevati ulteriori movimenti nell’edificio.

Il distretto ha affermato che gli esperti “non hanno riscontrato difetti nella sicurezza della struttura principale e dell’ambiente circostante” e risulta che le componenti interne ed esterne dell’edificio siano intatte.

I video pubblicati dai media locali su Weibo hanno mostrato il grattacielo tremare mentre centinaia di pedoni terrorizzati fuggivano all’esterno.

“SEG è completamente evacuata”, ha scritto un utente di Weibo in un commento a un video di centinaia di persone che camminano per un’ampia strada commerciale vicino alla torre.

L’edificio prende il nome dal Shenzhen Electronics Group, i cui uffici sono nel complesso.

READ  Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu potrebbe essere rovesciato dopo che i rivali Naftali Bennett e Yair Lapid hanno accettato di lavorare per formare un governo di unità nazionale

È al 18 ° posto nell’elenco delle torri più alte di Shenzhen, secondo il database del Council on Tall Buildings and Urban Skyscrapers.

L’anno scorso, le autorità cinesi hanno vietato la costruzione di grattacieli di oltre 500 metri di altezza, aggiungendosi ai limiti di altezza già in vigore in alcune città come Pechino.

Nuove linee guida per architetti, urbanisti e sviluppatori mirano a “far emergere le caratteristiche cinesi” e hanno anche vietato gli edifici volgari “imitazioni” modellati su punti di riferimento mondiali.

Cinque dei grattacieli più alti del mondo si trovano in Cina, compreso il secondo edificio più alto del mondo, la Shanghai Tower, che è alta 632 metri.

Shenzhen è una città tentacolare nel sud della Cina, vicino a Hong Kong, che ha una fiorente scena industriale locale di produzione tecnologica.

Diversi giganti della tecnologia cinese, tra cui Tencent e Huawei, hanno scelto la città per ospitare il loro quartier generale.

Ospita anche il quarto grattacielo più alto del mondo, Ping An Financial Center, alto 599 metri.

I crolli degli edifici non sono rari in Cina, dove gli standard di costruzione lassisti e la rapida urbanizzazione stanno accelerando la costruzione.

Lo scorso maggio, un hotel di quarantena a cinque piani nella città sud-orientale di Quanzhou è crollato a causa di lavori scadenti, uccidendo 29 persone.

Il devastante terremoto del Sichuan del 2008 ha ucciso più di 69.000 persone e innescato una tempesta di dibattiti pubblici su edifici scolastici mal costruiti – noti come “feccia di tofu” – che sono crollati, uccidendo migliaia di studenti.