enero 21, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’Italia compie 10 anni dal disastro della Costa Concordia

L’Italia celebra il decimo anniversario del disastro della nave da crociera Costa Concordia, segnando il momento in cui la nave ha colpito uno scoglio e si è capovolta sull’isola del Giglio di Tucson, con la Giornata della Memoria che si è conclusa con una veglia a lume di candela.

Una messa si terrà presso la chiesa di Kiglio per onorare le 32 persone morte nell’incidente del 13 gennaio 2012, mentre i sopravvissuti e i parenti dei morti deporranno finalmente una corona di fiori sull’acqua vicino al transatlantico.

Quest’anno sarà anche un ricordo di come i residenti di Kiglio quella notte hanno ospitato 4.200 passeggeri e membri dell’equipaggio, per poi vivere altri due anni fino a quando il relitto della Concordia è stato riparato e trascinato via per essere demolito.

Mercoledì, i residenti hanno accolto calorosamente Kevin Rebello, il cui fratello, Russell, era un dipendente Concordia che non ha contato fino a quando il suo equipaggio non ha scoperto i suoi resti quando hanno rimosso la nave al cantiere navale di Genova nel 2014.

Vista del luogo dell’incidente ora (in alto) e stessa posizione nel 2012 (Andrew Medicini e Pierre Paulo Citto / AB)

Durante i mesi in cui Divers ha cercato suo fratello, Kevin Rebello si è avvicinato a molti residenti di Kiglio e il suo ritorno sull’isola sull’ultima barca del giorno prima dell’anniversario si è rivelato un’emozionante riunione.

“Mio fratello ha fatto il suo dovere. Ha perso la vita per proteggere gli altri», ha affermato Tariq al-Hashimi, segretario generale del partito. «Sono solo felice di essere libero. E penso che sarà orgoglioso di aver aiutato così tanti.

L’anniversario arriva quando l’industria marittima, che è stata chiusa per mesi nella maggior parte del mondo a causa dell’epidemia del virus corona, ha attirato ancora una volta l’attenzione con l’eruzione del Govt-19 che minaccia la sicurezza dei passeggeri.

READ  Quanto ne sai dell'Italia? TheJournal.ie

Il mese scorso i Centri statunitensi per il controllo delle malattie hanno avvertito le persone di non salire sulle navi, indipendentemente dallo stato del vaccino, a causa del rischio di infezione.

Per i sopravvissuti alla Concordia, le infezioni da Govt-19 sulle navi da crociera sono l’ultima prova che la sicurezza dei passeggeri non è ancora una priorità del settore.

Kevin Rebello, fratello di Russell Rebello, il dipendente morto nell'incidente
Kevin Rebello, fratello di Russell Rebello (Andrew Medici / AB), il dipendente morto nell’incidente

I passeggeri della Concordia venivano spesso lasciati soli a trovare giubbotti di salvataggio e scialuppe di salvataggio attive dopo che la nave era stata portata molto vicino alla riva da un’acrobazia.

La nave era così sovraccaricata che le scialuppe di salvataggio non potevano affondare sott’acqua e ha ritardato l’ordine di evacuazione fino a quando non era troppo tardi.

La viaggiatrice Esther Pergossi ha ricordato di essere stata gettata a terra nella sala da pranzo dall’impatto iniziale di uno sperone roccioso, che secondo lei sembrava «come un terremoto».

Ha detto che le luci si sono spente e bottiglie, bicchieri e piatti sono volati dai tavoli al pavimento.

I pubblici ministeri hanno accusato l’ordine di evacuazione ritardato e le istruzioni contrastanti fornite dall’equipaggio per la confusione causata dai passeggeri che si precipitavano a sbarcare dalla nave elencata.

Il capitano, Francesco Sketino, sta scontando una condanna a 16 anni per omicidio colposo dopo essere stato coinvolto in un naufragio e aver abbandonato una nave prima che tutti i passeggeri e l’equipaggio potessero partire.