enero 18, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’Egitto ripristina l’antica strada che collegava i templi di Luxor e Karnak | Egitto

Una strada restaurata che collega due antichi complessi di templi egizi a Karnak e Luxor è stata rivelata in una sontuosa cerimonia volta a elevare l’immagine di uno dei siti turistici più importanti dell’Egitto.

La processione di giovedì per riaprire la strada di 2,7 km ha incluso una rievocazione dell’antica festa di Opet, dove le statue delle divinità tebane venivano esposte ogni anno durante il Nuovo Regno per celebrare la fertilità e l’alluvione del Nilo.

Il presidente egiziano, Abdel Fattah el-Sisi, ha camminato lungo la strada all’inizio della cerimonia. Carrozze faraoniche e più di 400 giovani artisti che indossavano costumi faraonici sfilavano lungo la strada.

La strada di 3.400 anni che collega gli antichi centri di Karnak e Luxor, conosciuta anche come la Strada degli Arieti o Via della Sfinge, è fiancheggiata da centinaia di sfingi con teste umane e di ariete, anche se molte sono state erose nel corso degli anni o distrutto.

La strada ha subito diversi interventi di restauro dalla sua scoperta nel 1949, l’ultimo dei quali è iniziato nel 2017.

Il turismo è un’importante fonte di posti di lavoro e valuta forte per l’Egitto, che ha compiuto sforzi concertati per attirare i viaggiatori che hanno rinunciato alla pandemia di coronavirus.

Ad aprile, 22 antiche mummie reali di Luxor e della Valle dei Re vicino al Museo Egizio del Cairo sono state presentate al nuovo Museo Nazionale della Civiltà Egizia.

Le entrate del turismo in Egitto sono scese a circa $ 4 miliardi (3 miliardi di sterline) nel 2020, in calo rispetto ai $ 13 miliardi del 2019.