agosto 6, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Le azioni asiatiche scendono mentre l’inversione di tendenza della Fed torna indietro; fascia di entrate del tesoro

  • Il Nikkei giapponese perde il 3,3%
  • Il rendimento dei Treasury USA a 30 anni è sceso al di sotto del 2%.
  • Il rally del dollaro si ferma vicino al massimo di 10 settimane contro i rivali
  • Il presidente della Fed Powell parla martedì prima del Congresso
  • Tassi di cambio globali http://tmsnrt.rs/2egbfVh

TOKYO (Reuters) – Le azioni asiatiche sono scese lunedì mentre gli investitori riflettevano sulle implicazioni di un cambiamento sorprendentemente ottimistico della Federal Reserve statunitense la scorsa settimana, mentre la curva dei rendimenti dei Treasury si è ulteriormente appiattita con i rendimenti dei Treasury a 30 anni che sono scesi al di sotto del 2%.

Indice Nikkei giapponese (.N225) Ha guidato i ribassi con un calo del 3,3% ed è sceso sotto 28.000 per la prima volta in un mese, mentre il più ampio indice MSCI di azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dell’1% nei primi scambi.

blue chips cinesi (.CSI300) L’indice ha aperto in ribasso dello 0,4% e l’Australia (.AXJO) è sceso dell’1,8%.

I rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 10 anni sono scesi al livello più basso dall’inizio di marzo all’1,4110%, mentre i rendimenti a 30 anni sono scesi all’1,9990% per la prima volta in più di quattro mesi.

La curva dei rendimenti, misurata come differenza tra i rendimenti a due anni e quelli a 30 anni, è stata la più piatta dall’inizio di febbraio.

Il dollaro USA si è avvicinato al massimo di 10 settimane toccato venerdì contro le principali valute, dopo il suo più grande rialzo settimanale in più di un anno.

“La storia della scorsa settimana è stata una mossa a senso unico per il dollaro USA, che si è trasformata in un chiaro calo degli utili attraverso i mercati azionari, con la diminuzione delle porzioni di “valore” del mercato” presso Pepperstone Markets Ltd, una società ha detto Chris Weston, Head of Research Un’agenzia di cambio valuta con sede a Melbourne, ha scritto in una nota a un cliente.

READ  La Malesia appiattisce le piattaforme minerarie di Bitcoin sequestrate usando Steamroller - Oltre 1000 macchine distrutte - Bitcoin News Regulation تنظيم

“Il commercio inciampato sembra essere per una maggiore forza del dollaro USA, tassi reali più elevati e una curva del Tesoro più ripida, poiché il mercato continua a vedere svanire le negoziazioni deflazionistiche”.

Le azioni di banche, società energetiche e altre società che tendono ad essere sensibili alle fluttuazioni dell’economia sono diminuite drasticamente dopo la riunione della Federal Reserve di mercoledì, quando la banca centrale Investitori colti di sorpresa Prevedendo aumenti del tasso di due quarti di punto percentuale nel 2023 a causa del recente aumento dell’inflazione.

James Bullard, presidente della Federal Reserve Bank di St. Louis, ha aggiunto alle vendite di venerdì affermando che il passaggio a un più rapido inasprimento delle politiche è stata una risposta “naturale” alla crescita economica e all’inflazione che si muove più velocemente del previsto mentre il paese ha riaperto da la pandemia di coronavirus.

Diversi funzionari della Federal Reserve hanno compiti di parola questa settimana, incluso il presidente Jerome Powell, che martedì testimonierà davanti al Congresso.

L’indice MSCI World Stock, che misura le azioni di 45 paesi, lunedì è sceso di un altro 0,2%, estendendo il suo calo da un record intraday raggiunto martedì.

I futures sulle azioni statunitensi hanno indicato ulteriori vendite alla riapertura di Wall Street, in calo dello 0,2% dopo il calo dell’1,3% di venerdì dell’S&P 500. (.SPX).

Nelle materie prime, lunedì l’oro è rimbalzato dello 0,6% a $ 1.773,12 l’oncia, cercando di raccogliere una serie di sei giorni di sconfitte, ma ancora vicino al livello più basso dall’inizio di maggio, sotto la pressione di un dollaro forte.

Il petrolio greggio è aumentato per il secondo giorno, con la mossa iniziale stimolata dalle fonti dell’OPEC che affermano che l’Organizzazione dei produttori era prevista Crescita limitata della produzione di petrolio negli Stati Uniti Quest’anno però i prezzi sono aumentati.

READ  L'economia americana "entra nella città del boom": un economista

I future sul greggio Brent sono saliti di 46 cent a 73,97 dollari al barile, mentre il greggio US West Texas Intermediate è salito di 55 cent a 72,19 dollari al barile.

Montaggio di Ana Nicholas da Costa

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.