septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La UEFA chiede all’Ucraina di rimuovere il logo ‘politico’ dalla maglia prima degli Europei

L’ucraino Roman Yarimchuk indossa la maglia della squadra nazionale appena svelata decorata con una mappa dell’Ucraina inclusa la Crimea durante una partita amichevole internazionale contro Cipro a Kharkiv, Ucraina, 7 giugno 2021 REUTERS/Gleb Garanich/File Photo

L’ente calcistico europeo UEFA ha detto giovedì all’Ucraina che potrebbe mantenere una mappa che mostra la Crimea sulla sua nuova maglia nazionale nonostante le obiezioni della Russia, ma dovrebbe rimuovere le parole “Gloria ai campioni” a causa delle connotazioni militari.

La divisa ucraina, in vista della partecipazione al Campionato Europeo, ha suscitato rivalità con Mosca perché include una mappa schematica che mostra la Crimea, che è stata annessa alla Russia nel 2014 ma è ancora internazionalmente riconosciuta come parte dell’Ucraina.

C’è un motto sul retro che recita “Gloria all’Ucraina” mentre all’interno della maglietta ci sono le parole: “Gloria agli eroi” – un saluto militare in Ucraina. Leggi di più

La UEFA ha affermato che la mappa non era preoccupante dato che rifletteva i confini riconosciuti dalle Nazioni Unite, né la frase “Gloria all’Ucraina”.

Ma ha disposto la rimozione della seconda frase, dato che “la specifica combinazione dei due emblemi è considerata di natura chiaramente politica e ha un significato storico e militare”, si legge nel comunicato della Uefa.

La decisione ha scatenato un contraccolpo in Ucraina e ha fatto arrabbiare la vicina Russia.

L’Ucraina ha affermato che la maglia era un simbolo di unità nazionale. Il presidente Volodymyr Zelensky ha postato un selfie su Instagram con la maglietta questa settimana e il suo ufficio ha difeso gli slogan definendoli “assolutamente veri”.

“Queste frasi sono scritte nell’anima di ogni ucraino”, ha detto in una dichiarazione a Reuters.

READ  Euro 2020: l'Italia ha portato la felicità alla nazione per disperazione

Il capo della Federcalcio ucraina, Andriy Pavelko, ha dichiarato di essersi recato a Roma per colloqui di emergenza con la UEFA, aggiungendo che la UEFA aveva precedentemente dato l’approvazione iniziale per il progetto.

“Questo slogan è sempre stato il tradizionale saluto dei nostri tifosi in tutti gli stadi e in tutte le partite della nazionale ucraina!” ha scritto su Facebook. “È il calcio ed è per questo che è approvato dalla UEFA”.

Pavliko ha detto che le trattative sono in corso.

Le relazioni tra Mosca e Kiev sono crollate dopo l’annessione della Crimea e l’inizio di un conflitto separatista appoggiato dalla Russia nell’Ucraina orientale nel 2014, che secondo Kiev ha ucciso 14.000 persone.

L’ex presidente Petro Poroshenko ha scritto su Facebook: “Nessun paese che sta conducendo una guerra di aggressione contro l’Ucraina può abolire la nostra gloria. Anche se la Russia sogna solo di abolire” l’Ucraina “.

Il deputato dell’opposizione Oleksiy Goncharenko ha elogiato gli ucraini per aver inondato la pagina Facebook del ministero degli Esteri russo di lodi per il design della maglietta.

Commentando la disputa sull’outfit, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che lo sport non dovrebbe essere mescolato con la politica.

“Lo sport non è un campo di battaglia, è un luogo di competizione, non è un’arena politica ma un’arena sportiva. Siate i campioni dello sport e otterrete la vostra gloria”, ha detto.

Gli slogan ucraini hanno anche scatenato una discussione durante la Coppa del Mondo in Russia 2018, quando il difensore croato Domagoj Vida si è scusato per aver usato la frase “Gloria all’Ucraina” in un video pubblicato online.

READ  I Braves espandono Travis D'Arnaud - Rumors commerciali MLB

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.