noviembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La troupe cinematografica russa avvolge le riprese della stazione spaziale e torna sulla Terra

Un’attrice e regista russa è atterrata in sicurezza sulla Terra domenica dopo aver trascorso 12 giorni a bordo per girare le scene sulla Stazione Spaziale Internazionale per il primo lungometraggio drammatico girato nello spazio.

L’attrice Yulia Peresild e il regista Klim Shipenko sono esplosi nello spazio con un cosmonauta russo il 5 ottobre a bordo della navicella spaziale russa Soyuz. Hanno usato il laboratorio orbitante come uno dei set principali per il loro film The Challenge, un dramma in cui la signora Peresild interpreta un chirurgo che si imbarca in una missione di emergenza per salvare la vita di un astronauta malato.

Il volo di 12 giorni, supportato dall’agenzia spaziale russa Roscosmos, è stato l’ultimo atto di una corsa tra nazioni spaziali per generare entusiasmo pubblico per il volo spaziale umano e dimostrare che destinazioni come la stazione spaziale non sono limitate agli astronauti del governo. La missione aggiunge anche un’altra caratteristica interessante al record del volo spaziale russo sugli Stati Uniti: battere Hollywood in orbita.

La signora Peresild, il signor Shpenko e Oleg Novitsky, il cosmonauta russo che è stato alla stazione da aprile e ha interpretato l’astronauta malato nel film, hanno salutato sabato l’equipaggio di sette uomini della stazione. La navicella spaziale Soyuz MS-18 che lo trasportava è scivolata sulla Terra alle 21:14 ET. Il viaggio di ritorno dell’equipaggio è durato circa tre ore prima di atterrare alle 10:35 ora locale nelle steppe desertiche della regione di Karaganda in Kazakistan.

Nelle riprese in diretta trasmesse dall’agenzia spaziale russa, gli elicotteri delle squadre di ricerca e soccorso hanno circondato l’area in cui gli astronauti avrebbero dovuto sbarcare e i controllori della missione hanno esortato l’equipaggio a «prepararsi» e prepararsi per l’atterraggio. Sotto un grande baldacchino, la capsula atterrò, emettendo una nuvola di polvere.

READ  Sono state pubblicate le immagini vincitrici del concorso fotografico 2021 della British Environmental Society

«Sono atterrati in verticale, siete fantastici», ha detto un osservatore dalla Russia, notando che la capsula non era atterrata in un modo che avrebbe potuto aggiungere qualche difficoltà all’uscita dell’equipaggio.

Lo ha detto l’Agenzia Spaziale Russa L’equipaggio si sentiva bene Prima di lasciare la Soyuz, si sottoporranno a una riabilitazione di 10 giorni per aiutare a riprendersi dagli effetti della vita nell’ambiente di microgravità del LEO.

Le riprese sono iniziate con l’arrivo della troupe cinematografica nello spazio. Il signor Shpenko ha filmato scene utilizzando telecamere portatili all’interno della capsula di un’altra unità Soyuz mentre si avvicinava alla stazione. Una volta attraccato, uno dei cosmonauti russi della stazione spaziale, Pyotr Dubrov, stava aspettando dietro una grande cinepresa digitale mentre l’equipaggio usciva dalla capsula e si dirigeva verso la stazione per la prima volta. Le riprese sono proseguite sabato mentre la troupe ha lasciato la stazione e si è imbarcata sulla capsula. Pochi dettagli sono stati annunciati sulla trama di «The Challenge».

Ma il dramma sulla stazione si è trasformato in realtà venerdì quando Era inclinato fuori posizione in orbita Durante i test dei propulsori sulla capsula che ha trasportato la troupe cinematografica sulla Terra. Roscosmos ha detto che Novitsky stava testando i motori, ma si sono accesi più a lungo del previsto, secondo una dichiarazione della NASA. La stazione, che ha circa le dimensioni di un campo da calcio, si è inclinata di 57 gradi fuori posizione, secondo i funzionari di controllo della missione russa. InterfaxAgenzia di stampa russa.

L’incidente ha spinto i funzionari russi e della NASA all’azione e hanno corretto la posizione della stazione entro 30 minuti. Questa è stata la seconda emergenza del genere da luglio, Quando la nuova unità russa Nauka ha lanciato accidentalmente i suoi lanciatori, fa un giro e mezzo alla stazione – circa 540 gradi – prima di fermarsi a testa in giù.

READ  Gli ospedali rumeni sono pieni di pazienti COVID in mezzo al rifiuto diffuso dei vaccini

Qualunque sia la causa dei problemi con il propulsore del veicolo spaziale venerdì non si è ripetuto poiché la troupe cinematografica e il signor Nowitzki hanno lasciato la stazione sabato notte.

«La Soyuz è in buone condizioni, annunciata pronta a supportare l’atterraggio e l’atterraggio questa sera, e tutto è pronto per partire», ha detto il portavoce della NASA Rob Navias durante una trasmissione in diretta dell’operazione.

L’agenzia spaziale russa ha annunciato la sua intenzione l’anno scorso di inviare un’attrice alla stazione spaziale, poco dopo che sono emersi i piani Tom Cruise viaggerà nello spazio nell’ambito di Film d’azione e avventura diretto da Doug Lyman. Jim Bridenstine, che è stato amministratore della NASA sotto il presidente Donald Trump, Conferma i piani su Twitter all’epoca, ma da allora non sono apparsi aggiornamenti sul progetto del film. Altri progetti di intrattenimento incentrati sulla Stazione Spaziale Internazionale potrebbero verificarsi nei prossimi anni, tra cui Discovery Channel Reality TV Contest «Chi vuole essere un astronauta?»