noviembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La tradizione di Chandigarh all’asta in Francia, Italia: The Tribune India

Amarjot Kaur

Tribune News Service

Chandigarh, 29 ottobre

Ognuna delle sedie tradizionali e dei mobili da letto in teak di Chandigarh progettati da Pierre Jeanneret sono stati venduti all’asta all’estero.

Ajay Jakka, membro dell’Heritage Items Protection Cell di UT, ha scritto al ministro della Cultura indiano G Kishan Reddy e ai ministri di Stato Arjun R McGowan e Meenakshi Legi. Ha detto che i mobili sono stati acquistati dalla città, secondo i dettagli forniti dalle case d’asta. «L’asta di oggetti tradizionali di Chandigarh viola chiaramente l’articolo 49 della Costituzione dell’India e gli ordini MHA (22 febbraio 2011)», ha scritto.

Il 27 ottobre, una casa d’aste in Italia chiamata Campy ha messo all’asta una struttura in legno del complesso amministrativo di Chandigarh e due sedie con sedile e schienale in paglia di Vienna per Rs 8.70 lakh.

Il 23 ottobre, Carvajal SVV ha messo all’asta una coppia di comodini in teak da «case private a Chandigarh» pre-1955-56 e «MLA flat» a Chandigarh (sezioni per dipendenti pubblici), categorie 3 e 4 per Rs 7,81 lakh.

Jakka ha aggiunto: «C’è bisogno di indagare dalle forze dell’ordine come questi prodotti hanno raggiunto Francia e Italia e se le leggi di India, Francia e Italia sono state seguite. L’India ha un divieto assoluto di vendita/rimozione di tali articoli e un divieto di esportazione. Il venditore è in possesso legale/legale. Ai sensi della Sezione 49, ogni stato ha un’ordinanza per proteggere e preservare il patrimonio.

READ  La Nigeria affronta l'Italia nella partita FIVB U19