junio 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il presidente Biden si unisce al club dei leader mondiali al G7 con un appello agli sforzi in tempo di guerra contro il Covid-19

Con una pandemia che si sta diffondendo in gran parte del mondo, l’economia globale ancora sotto shock e le minacce che scappano da Russia e Cina, il vertice del G7 che è iniziato ufficialmente venerdì si preannuncia essere uno dei migliori Il più importante nella memoria recente.

Biden ha cementato quella posta in gioco, inquadrando il momento tanto importante quanto gli anni durante e dopo la seconda guerra mondiale, quando gli Stati Uniti, il Regno Unito e i loro alleati hanno lavorato insieme per aiutare il mondo a riprendersi. Un meccanico dell’esercito di quella guerra, la regina Elisabetta II, si unirà ai comandanti venerdì sera per un ricevimento.

Ha iniziato la sua giornata con uno storico “ritratto di famiglia”, un momento simbolico per un presidente che da tempo cercava un posto nel club dei leader mondiali. Il gruppo ha sorriso per la foto con la splendida vista di Carbis Bay sullo sfondo.

Si vede Biden fare una chiacchierata amichevole con il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro canadese Justin Trudeau mentre sale sul podio. Con i leader di nuovo dentro dopo che la foto è stata scattata, Biden ha camminato al fianco di Macron, che doveva ancora incontrare come presidente.

Biden ha già usato il suo primo viaggio all’estero come presidente per annunciare l’acquisto di nuovi vaccini per il mondo in via di sviluppo, paragonandolo agli sforzi degli Stati Uniti in tempo di guerra per costruire carri armati e aerei. Si è seduto per il suo primo incontro faccia a faccia con il primo ministro britannico in una foto scattata per replicare un’alleanza storica nella seconda guerra mondiale.

READ  Il politico britannico è stato criticato per aver twittato dopo aver sparato a un attivista del BLM

Ha cercato di trasmettere un messaggio di unità dopo quattro anni di alleanze fratturate sotto l’allora presidente Donald Trump.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha dichiarato venerdì di essere “molto felice” di avere Biden al vertice, affermando che il vertice del G7 invierà un messaggio “forte” a sostegno del multilateralismo.

“Sono ovviamente felice di avere qui il presidente degli Stati Uniti – ha detto Merkel -. Ovviamente poter incontrare Joe Biden è importante perché sostiene l’impegno per il multilateralismo che ci è mancato negli ultimi anni”.

“Troveremo qui parole forti che sostengono il pluralismo e anche un pluralismo basato sui valori che porterà al conflitto con la Russia e per certi aspetti anche con la Cina”, ha aggiunto.

Mentre i leader europei come la Merkel sospirano tranquillamente per la più tradizionale presidenza degli Stati Uniti, permangono differenze tra i leader.

I dubbi prevalgono anche sulla sostenibilità del messaggio di promozione della democrazia di Biden sull’autoritarismo. Biden ha cercato di usare il suo nuovo impegno sui vaccini come un segno che le democrazie possono fornire risultati per il mondo. Ma gli sviluppi a casa – comprese le rivelazioni sulla ricerca da parte del Dipartimento di Giustizia dei dati dei Democratici e l’impasse del Congresso sull’agenda di Biden – hanno minato la sua posizione.

Venerdì, Biden è passato al Gruppo dei Sette, che comprende i leader di Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia e Stati Uniti. La moglie di Biden, la First Lady Jill Biden, ha detto giovedì che suo marito si è allenato per il momento.

“Ha studiato per settimane e lavora anche oggi”, ha detto. “Conosce la maggior parte dei leader che saranno qui. Joe ama la politica estera. Questa è casa sua”.

READ  Perché il "mondo della farmacia" indiano così pochi colpi

Successivamente si incontrerà in sessioni a porte chiuse sul recupero dalla pandemia globale, l’argomento principale dei leader che lavorano urgentemente per tirare le loro nazioni fuori dalla morsa della peggiore crisi sanitaria globale in una generazione.

L’economia globale è in cima all’agenda, con l’aliquota fiscale globale e gli aiuti per i paesi bisognosi all’ordine del giorno. La Casa Bianca ha affermato che gli sforzi “plasmeranno un’economia globale più giusta e inclusiva” mentre i leader mondiali si riuniranno in Cornovaglia.

La Casa Bianca ha affermato che Biden e i leader del G7 “discuteranno i modi per modellare un’economia globale più giusta, sostenibile e inclusiva che soddisfi le sfide uniche del nostro tempo. Il presidente Biden e i nostri partner del G7 sono impegnati in una ripresa globale che avvantaggia il centro classe, famiglie lavoratrici a casa e in tutto il mondo”.

Il gruppo dovrebbe annunciare il suo sostegno a una tassa minima globale di almeno il 15%, una riforma del sistema fiscale globale guidata da Biden, dopo che il segretario al Tesoro Janet Yellen e i suoi omologhi del Cancelliere dello Scacchiere hanno annunciato un accordo sulla questione all’inizio di questo mese a Londra.

Giovedì, Biden ha scritto la sua dichiarazione secondo cui gli Stati Uniti Stava acquistando 500 milioni di dosi del vaccino di Pfizer come impegno simile alla partecipazione dell’America alla seconda guerra mondiale, dicendo che i valori statunitensi lo richiedono per aiutare a vaccinare il mondo.

“In tempi di difficoltà, gli americani danno una mano. Questo è ciò che siamo”, ha detto Biden, descrivendo il suo annuncio del vaccino come “storico”, osservando le tragedie della pandemia negli Stati Uniti insieme agli “sforzi colossali” del governo. riprendersi.

“L’America sarà l’arsenale dei vaccini nella nostra lotta contro il Covid-19, proprio come l’America era l’arsenale della democrazia durante la seconda guerra mondiale”, ha detto, riferendosi in seguito ai carri armati e agli aerei costruiti vicino allo stabilimento Pfizer nel Michigan durante la guerra. . “Ora una nuova generazione di uomini e donne americani… è impegnata nella tecnologia all’avanguardia per costruire un nuovo arsenale”.

READ  Taiwan segnala l'incursione di decine di aerei da guerra cinesi

Il Regno Unito è un alleato di lunga data, anche durante la guerra, e Biden ha cercato di enfatizzare quei legami storici durante il suo periodo qui.

Lui e il Primo Ministro Boris Johnson Ha cercato di ripetere la storica alleanza tra il presidente Franklin Delano Roosevelt e il primo ministro Winston Churchill firmando una nuova versione della Carta atlantica, un documento firmato dopo la guerra nel tentativo di plasmare il Nuovo Ordine Mondiale.

Il nuovo documento non menziona la Russia o la Cina per nome, ma menziona le questioni in corso derivanti da quei paesi, comprese le campagne di disinformazione e l’interferenza elettorale.

“Sono passati 80 anni da quando durano, ed è tempo di un rinnovo”, ha detto un alto funzionario dell’amministrazione prima della firma, avvenuta durante i colloqui individuali di Biden con Johnson in Cornovaglia. “Il testo originale stabiliva davvero come potrebbe essere un ordine mondiale del dopoguerra, e questa nuova carta mostrerà come potrebbero essere i prossimi decenni del ventunesimo secolo.

Questa è una storia urgente e verrà aggiornata.