enero 26, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

I partiti di opposizione del Gambia respingono i risultati delle elezioni preliminari | Gambia

I candidati dell’opposizione gambiana hanno respinto i risultati preliminari delle storiche elezioni di sabato nel paese dell’Africa occidentale, che indicavano che il presidente in carica Adama Barrow aveva vinto facilmente la rielezione.

Secondo i risultati ufficiali annunciati dalla Commissione elettorale, Barrow era avanti con un ampio margine con oltre 200.000 voti. Nel 2016, Barrow ha estromesso l’ex presidente Yahya Jammeh, accusato di violazioni dei diritti umani e corruzione.

Il voto di sabato è visto come un importante test di stabilità perché è stato il primo da quando Jammeh è stato costretto all’esilio dopo aver rifiutato di ammettere la sconfitta, e il primo voto in 27 anni senza di lui sulla scheda elettorale.

Più tardi domenica, il comitato ha annunciato i risultati finali: il leader del Partito Unito Democratico Osino Darboe, principale rivale di Barrow, ha vinto con 238.253 voti, rispetto a 457.519. Il numero totale di voti espressi è stato di 859.567, meno degli oltre 962.000 che si sono registrati per votare.

Darboe e altri due candidati dell’opposizione – Mama Kandeh del Congresso Democratico del Gambia e il candidato indipendente Issa Fall – hanno detto ai giornalisti domenica sera di essere preoccupati per «l’eccessivo ritardo» nell’annuncio dei risultati finali.

Hanno anche affermato che i loro agenti e rappresentanti hanno sollevato «una serie di questioni» nei seggi elettorali e non hanno approvato alcuni dei risultati.

Derbo, che era l’ex mentore di Barrow, ha corso contro Jammeh in tre precedenti elezioni, ma è stato arrestato nel 2016 e bandito dalla corsa. Barrow, che in precedenza non aveva ricoperto il posto di Darbo e in seguito lo nominò nel suo gabinetto, si presentò per formare un partito separatista solo nel 2019.

Anche quell’anno, Barrow ha rinnegato la promessa della sua campagna di servire solo come leader di transizione di breve durata per tre anni, il che ha portato a proteste diffuse.

A settembre, è stato criticato per aver formato un’alleanza politica con l’ex partito di Jammeh, l’Alliance for National Reorientation and Construction (APRC).

Recentemente, Barrow è stato pesantemente criticato per non aver pubblicato il rapporto finale della Commissione per la verità, la riconciliazione e le riparazioni che indaga sulle violazioni dei diritti umani in un sistema inclusivo. I critici affermano che questa è stata una mossa calcolata per salvarlo dal dover agire sulle raccomandazioni del rapporto, il che potrebbe allontanare i sostenitori di Jammeh che stava corteggiando prima delle elezioni.

Non è stato possibile contattare Sidi Njie, vice portavoce del Barrow National People’s Party, per un commento.

Nana Jo Nadu, fondatrice di una ONG che si batte contro le sparizioni forzate e le esecuzioni sommarie, il cui padre è scomparso sotto il regime di Jammeh nel 2013, ha affermato che la coalizione ha mostrato «dove si trovano le priorità di Barrow». Ha anche detto che il suo rifiuto di dimettersi presto era un’indicazione che «non avrebbe mantenuto tutto ciò che aveva promesso».

Lo stesso Jammeh si è rifiutato di allearsi con il Barrow Party e ha invece appoggiato una coalizione guidata dal candidato dell’opposizione Kandeh, attualmente al terzo posto secondo i dati ufficiali. Jammeh aveva parlato per telefono ad alcuni degli incontri di Kandé, chiamando dall’esilio in Guinea Equatoriale.

I gambiani votano lanciando palline in tamburi colorati. Il conteggio è iniziato poco dopo la chiusura delle urne alle 17:00 GMT di sabato.

Altri candidati includono Ally Salah dell’Organizzazione Democratica del Popolo per l’Indipendenza e il Socialismo, che è attualmente al quarto posto, e Abdoulaye Jameh, ex direttore generale dell’Autorità per l’aviazione civile del Gambia, al sesto posto.

READ  Ecco le 10 migliori destinazioni balneari per investitori con un patrimonio netto elevato