agosto 4, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il peruviano Fujimori perde alleati mentre vacilla il tentativo di ribaltare i risultati elettorali

LIMA (Reuters) – La candidata presidenziale di destra peruviana Keiko Fujimori potrebbe essere a corto di tempo, che stava lottando per ribaltare il risultato iniziale delle elezioni del 6 giugno che mostravano di essere dietro al suo rivale socialista Pedro Castillo.

Castillo, che ha sconvolto l’establishment politico del paese andino, ha concluso con un leggero vantaggio di 44.000 voti con tutti i voti contati, anche se il risultato è stato ritardato poiché Fujimori ha affermato la frode e ha cercato di escludere i voti.

Ma quel tentativo sembra essere fallito, poiché i potenziali alleati hanno preso le distanze da Fujimori, la figlia dell’ex presidente divisivo Alberto Fujimori, che è attualmente in carcere per corruzione e violazioni dei diritti umani.

“Già abbastanza”, ha detto un editoriale nel fine settimana sul quotidiano conservatore El Comercio, parte di uno dei più potenti conglomerati mediatici del paese sudamericano che ha generalmente sostenuto Fujimori.

“Oggi è chiaro che ciò che è iniziato con l’uso di legittime risorse legali per mettere in discussione l’adeguatezza di alcune schede elettorali… sta cominciando a trasformarsi in un tentativo da parte di vari settori politici di ritardare il più possibile il processo”.

Il partito Perù Libero di Castillo e il collegio elettorale hanno negato qualsiasi accusa di frode e gli osservatori elettorali internazionali hanno affermato che il voto è stato condotto in modo pulito. Il Dipartimento di Stato americano è andato oltre, definendolo un “modello di democrazia”.

Lunedì, Fujimori si è recato al palazzo del governo e ha consegnato una lettera al presidente ad interim, Francisco Sagaste, chiedendo una verifica internazionale del voto. Le sue affermazioni sono state sostenute da alcuni elettori e da alcuni militari in pensione.

READ  Gottfried Bohm, architetto principale in cemento, muore a 101 concrete

La giuria elettorale, che è stata costretta a interrompere la revisione dei voti contestati la scorsa settimana dopo che un giudice ha presentato le sue dimissioni, ha ripreso i lavori lunedì per completare il processo e ha dovuto annunciare il risultato finale.

Il capo della banca centrale?

Le elezioni giudiziarie hanno diviso il paese tra élite urbane più ricche e aree rurali più povere. Sabato, migliaia di peruviani da entrambe le parti sono scesi in piazza nell’incertezza sull’esito. Leggi di più

Castillo, un ex insegnante di 51 anni e figlio di contadini, ha scosso gli investitori e le compagnie minerarie con l’intenzione di riscrivere la costituzione e mantenere una quota maggiore dei profitti dalle risorse minerarie, incluso il rame.

Tuttavia, ha cercato di placare questi timori nominando consulenti economici più moderati e nel fine settimana ha affermato di voler mantenere il rispettato capo della banca centrale Giulio Velardi, un segnale chiave di stabilizzazione dei mercati. Leggi di più

Pedro Frank, economista di sinistra e ora portavoce economico di Castillo, ha detto che il candidato ha parlato lunedì con Velardi, che avrebbe dovuto dimettersi a luglio alla fine dell’attuale amministrazione.

“A livello istituzionale, questa è la cosa più importante”, ha detto Frank a Radio Exetusa locale, aggiungendo che c’era ancora del lavoro da fare per convincere Velardi a restare.

“In realtà, lo stesso Giulio Velardi ha detto ‘Va bene, sono un po’ stanco, ci penso’. Bene, abbiamo deciso di parlare più tardi quando Pedro Castillo sarà confermato ufficialmente per poter avere un incontro ufficiale”.

Segnala Marco Aquino. Montaggio di Adam Jordan e Dan Grebler

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Garcetti è stato nominato ambasciatore di Biden in India, secondo l'Associated Press