enero 26, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il Papa si impegna a ricollocare in Italia 50 richiedenti asilo | Papa Francesco

Papa Francesco si recherà a Cipro con un messaggio di solidarietà per le migliaia di migranti fuggiti nell’isola del Mediterraneo orientale e ha promesso che 50 migranti saranno ricollocati in Italia entro la fine di quest’anno.

Mentre la nazione dell’UE più vicina al Medio Oriente è alle prese con un afflusso senza precedenti di richiedenti asilo, giovedì il papa inizia un tour politicamente significativo.

«Sono nostri fratelli e sorelle», ha detto in un videomessaggio prima della visita.

Francesco ha fatto della protezione degli immigrati e dei rifugiati la pietra angolare del suo pontificato. Nel 2016, il leader cattolico romano ha sorpreso le élite politiche europee scegliendo di condividere la sua fuga con altri 12 rifugiati, al termine di uno storico viaggio nell’isola di Lesbo, porta d’ingresso alla crisi migratoria.

Cinque anni dopo, durante il suo pellegrinaggio a Cipro dilaniata dalla guerra, il papa ha chiarito che la sua mente si sarebbe di nuovo concentrata su coloro che avevano visitato spesso l’Europa di fronte a grandi sofferenze.

«Negli ultimi anni e fino ad oggi, penso a coloro che sono sfuggiti alla guerra e alla povertà e sono scesi sulle coste del continente e altrove per affrontare l’ostilità e lo sfruttamento, non l’ospitalità», ha affermato nel messaggio. “Quante persone hanno perso la vita in mare! Oggi il nostro mare, il Mediterraneo, è un enorme cimitero.

Il tour di cinque giorni, la seconda visita fulminea in Grecia e Lesbo, arriva tra i rigori di una politica migratoria globale.

Sia Nicosia che Atene sono state accusate di ricorrere a metodi violenti, tra cui spingere barche con a bordo richiedenti asilo, per trattenere immigrati e rifugiati nel Golfo.

Funzionari greci di Cipro affermano che all’inizio di novembre era del 38% in più rispetto al 2020.

A maggio, il governo ha dichiarato lo stato di emergenza, affermando che oltre il 4% dei richiedenti asilo era locale.

La maggior parte del nord occupato dai turchi passa attraverso l’arcipelago che separa l’isola, retaggio del conflitto congelato che perseguita il Paese dal 1974, quando un colpo di stato finalizzato all’unità con la Grecia provocò l’occupazione di Ankara.

Il Vaticano ha segnalato che il papa, che sarà ospitato in un convento francescano nomade, affronterà la necessità di «rafforzare i colloqui bilaterali» per risolvere la divisione dell’isola.

È prevista una messa ecumenica con i coloni presso la chiesa della Santa Croce a Nicosia dopo un servizio nell’arena all’aperto della capitale venerdì, un viaggio che dovrebbe essere pesante per il codice. Francesco ha descritto Cipro come l’avamposto della Terra Santa nel continente europeo.

«Arriva con un messaggio di accettazione e tolleranza», ha detto padre Jersey Kraj, vicario patriarcale della comunità latina dell’isola. «Vediamo la sua visita ai quartieri d’Europa come un segno che vuole incoraggiare tutti noi ad aiutarli e ad accettarli».

Su richiesta del papa, il clero ha confermato che 50 profughi vulnerabili sarebbero stati trasferiti a Roma.

L’ottava visita del papa nel 2021 ha colto di sorpresa il clero cattolico per le dimensioni delle congregazioni in entrambi i paesi.

Ci sono 25.000 cattolici a Cipro e solo il doppio in Grecia.

Ma appena sette anni dopo la visita del precedente papa a Cipro, p. Kraj ha affermato che il viaggio era in linea con il nome di una delle figure più venerate della cristianità.

«Papa Francesco ha un cuore francescano», ha detto. «Non avremmo mai immaginato che sarebbe venuto a Cipro così presto, ma è in un ambiente in cui le persone sono necessarie. Viene come un fratello e mostra il suo amore per loro.

READ  Top Six: l'Italia passa alla fase finale del round robin dell'Eurozona