julio 31, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Guarda gli astronauti dare una spinta alla Stazione Spaziale Internazionale

Mercoledì mattina, l’astronauta della NASA Shane Kimbrough e l’astronauta dell’Agenzia spaziale europea Thomas Bisquet faranno una passeggiata nello spazio per iniziare a installare nuovi pannelli solari. I pannelli aiuteranno ad aumentare l’energia per la stazione spaziale.

La marcia dovrebbe iniziare intorno alle 8:00 ET, con copertura in diretta su NASA TV e sito web A partire dalle 6:30 ET. La passeggiata spaziale dovrebbe durare circa sei ore e mezza.

Pesquet indosserà strisce rosse nella sua tuta spaziale come EVA Crew Member 1 e Kimbrough indosserà la tuta a righe come EVA Crew Member 2.

Gli astronauti continueranno questi aggiornamenti durante la passeggiata spaziale di domenica. Queste sono la 239esima e la 240esima passeggiata spaziale a sostegno dell’assemblaggio, della manutenzione e della modernizzazione della stazione.

Le missioni della passeggiata spaziale di mercoledì includono l’installazione delle prime due su sei Array solari roll-out della ISS, chiamati iROSA, che aggiorneranno sei degli otto canali di potenza sulla stazione spaziale. Il primo array verrà installato all’estremità sinistra del sostegno della colonna vertebrale della stazione.

Kimbrough e Pesquet installeranno il secondo pannello solare domenica.

I Solar Array sono arrivati ​​alla stazione spaziale il 5 giugno dopo essere stati lanciati nella 22a missione di rifornimento cargo SpaceX Dragon. Il Canadarm2 robotico della stazione spaziale è stato utilizzato per rimuovere i pannelli solari dal veicolo spaziale giovedì scorso. I tappetini sono drappeggiati come un tappeto e sono larghi 750 libbre (340 kg) e larghi 3 metri (10 piedi).

Una volta che gli astronauti hanno smontato gli array e li hanno fissati in posizione, saranno circa 63 piedi (19 m) di lunghezza e 20 piedi (6 m) di larghezza. Il processo di allungamento richiederà circa sei minuti.

READ  I ricoveri per coronavirus stanno peggiorando per i residenti neri di Los Angeles

Una volta che gli astronauti hanno posizionato le viti iniziali in alto, lasceranno andare l’array e guardare. Questo processo non sarà visibile alle telecamere della stazione a causa della sua posizione, quindi la Kimbrough HD Helmet Cam catturerà questo post.

I pannelli solari sulla stazione spaziale devono essere aggiornati.

All’interno della stazione spaziale, l’astronauta della NASA Megan MacArthur aiuterà a mettere in atto gli array con Canadarm2.

Per proteggere gli astronauti mentre lavorano attorno ai conduttori elettrici, l’equipaggio di terra è stato impegnato a fare una previsione del plasma per determinare quale tipo di carica elettrica la stazione spaziale caricherà mentre cammina, secondo Keith Johnson, un ufficiale di passeggiata nello spazio.

I lati metallici delle tute spaziali saranno coperti per evitare contatti metallici che potrebbero causare scosse elettriche. La passeggiata spaziale è stata programmata in modo che i giganteschi pannelli solari fossero al buio e non generassero energia.

L'astronauta Shane Kimbrough è mostrato qui durante una passeggiata spaziale del 2008.

Queste saranno la settima e l’ottava passeggiata spaziale per Kimbro e la terza e la quarta per Pesquet – e non è la prima volta che questi due camminano insieme fuori dalla stazione spaziale.

Kimbrough e Pesquet erano sulla stazione spaziale nel 2017 e in precedenza avevano effettuato due passeggiate spaziali insieme per sostituire le vecchie batterie al nichel-idrogeno con nuove batterie agli ioni di litio a lunga durata.

Sebbene gli attuali pannelli solari della stazione spaziale siano ancora operativi, alimentano la stazione spaziale da oltre 20 anni e mostrano alcuni segni di usura dopo l’esposizione a lungo termine all’ambiente spaziale. Gli array sono stati originariamente progettati per durare 15 anni.

L’erosione potrebbe essere dovuta alle colonne di spinta, che provengono sia dai propulsori della stazione, sia dall’equipaggio e dai veicoli cargo che vanno e vengono dalla stazione, ha affermato Dana Weigl, vice responsabile del programma per la Stazione Spaziale Internazionale.

READ  La Melbourne australiana cerca di uscire dal blocco COVID-19 man mano che i casi si attenuano

“L’altro fattore che influenza i nostri pannelli solari sono i detriti di micrometeoriti”, ha detto. “Gli array sono costituiti da molte piccole catene energetiche e nel tempo queste catene energetiche possono deteriorarsi se colpiscono i detriti”.

La NASA progetta nuove tute spaziali per la prossima missione lunare nel 2024
I nuovi pannelli solari verranno posizionati davanti a quelli esistenti. Ciò darà una spinta alla stazione spaziale, aumentando la sua potenza totale disponibile da 160 kW a 215 kW. È anche un buon test per i nuovi pannelli solari perché questo stesso design alimenterà parti dell’avamposto lunare Gateway, che aiuterà gli umani a tornare sulla luna attraverso Il programma Artemis della NASA nel 2024.

“La parte esposta dei vecchi array genererà ancora energia in parallelo con i nuovi array, ma quei nuovi array Iris hanno celle solari che sono più efficienti di quelle originali”, ha detto Weigel. “Hanno una densità di energia più elevata e insieme possono generare più energia rispetto al nostro gruppo originale, quando era nuovo, da solo”.

I nuovi array avranno una durata di vita simile di 15 anni. Tuttavia, poiché ci si aspettava che il degrado degli array originali fosse peggiore, il team monitorerà i nuovi array per testare la loro vera longevità.