junio 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Elegante e croccante: uve da vino bianco autoctono del centro Italia

Il centro Italia ospita vini bianchi classici ottenuti da uve classiche, che gli conferiscono un carattere asciutto, gustoso ed energia. È buono come i migliori Verticios della regione di marzo e ha una vita sorprendentemente lunga.

In passato, la coltivazione eccessiva per aumentare la quantità ha offuscato la reputazione di molti di questi meravigliosi vini. Tuttavia, i produttori di oggi attenti alla qualità creano vini bianchi eleganti e mirati che dovrebbero essere sul radar di ogni appassionato di vino.

Romagna Albana

Regione: Emiglia-Romagna

Vigneto Giovana Madonia in Emigilia-Romagna / Foto per gentile concessione di Giovana Madonia

Dalla parte meridionale della regione Emilia-Romagna, che incontra la parte centrale della penisola italiana settentrionale, è il bianco principale della regione.

Conosciuta come Albana de Romagna fino al 2011, è prodotta con almeno il 95% di uva autoctona Albana, sebbene la maggior parte dei coltivatori utilizzi esclusivamente una varietà di varietà. È coltivato in diverse parti delle montagne e delle valli che si estendono dai Monti Abissini al mare Adriatico. La regione ha una varietà di terreni, tra cui argillosi e calcarei, mentre le fresche brezze marine inducono il clima mediterraneo. Più apprezzate per i vini dolci e i positos ottenuti da uve appassite, le versioni di Sequoia secca sono prime buste croccanti e lineari, complesse e fresche. Gli aromi tipici includono fiori di campo, drupacee e miele, mentre i sapori vanno dalla pesca gialla all’albicocca alla mandorla amara.

Produttori consigliati: Celli, Giovanna Madonna, Trey Monti

Vernacia de San Gimignano

Regione: Toscana

Calcinoy Estate
Winehouse / Foto per gentile concessione di Denuda Calcinai Denuda Calcinai

I vini bianchi della Toscana Vernacia de San Kimignano sono anche celebrati per i loro rossi strutturati, come Brunello, Vino Noble de Montpulciano e Cianti Classico. Fu versato nelle alte corti di tutta Europa alla fine del XIII secolo, rendendolo uno dei vini più terrazzati d’Italia.

READ  Mostri o necessario? Spedizione Scontri Venezia | Italia

La zona di coltivazione della Vernacia de San Kimignano si trova nelle montagne da 656 a 1.312 piedi sul livello del mare nel comune di San Kimignano in provincia di Siena. Il suolo è composto da depositi marini di origine piocenica e sabbia gialla e argilla. Non è raro trovare antichi fossili marini mentre cammini tra i vigneti. Il terreno sabbioso offre note deliziose alla Vernacia de San Kimignano.

La Vernacia è composta da almeno l’85% delle uve e questo profumo secco e delicato si presenta in due stili di bianco. La versione liscia è fresca, floreale, fruttata e pronta per essere gustata subito, mentre le versioni riserva più sofisticate hanno note di miele e minerali invecchiati invecchiati.

Produttori consigliati: Montenitoli, Denuda le Calcinoy, Terusi e Butto

Verticcio

Regione: Mercato

Un tempo più famoso per le sue caratteristiche bottiglie a forma di pesce e ambra verde rispetto ai vini che contenevano, il Verticio, il primo tipo di marzo, è oggi uno dei più grandi vini bianchi in Italia.

I vini prodotti da una varietà di sapori sono croccanti e facili, complessi e intensamente invecchiati. Il Grande Verticcio de Castelli de Jesse, in due sezioni dedicate, si sviluppa sui monti intorno al comune di Jes ஜெ s in provincia di Ancona. Questo vino è disponibile in molte versioni tra cui Classico, Classico Superior e Reserveva. L’area di coltivazione contiene terreni calcarei, argillosi e calcarei e ha un clima marino relativamente secco a causa dell’impatto dell’Adriatico.

Il piccolo Verticcio di Modelica ha un fascino e, più domestico, un clima ancora più temperato, producendo vini grintosi con elevata acidità. Ha anche una versione di riserva.

READ  Nonostante l'infortunio, Verratti è stato incluso nella rosa di partenza di 33 uomini

Per decenni la qualità è diminuita. Il Verticcio è associato a vini economici e poco interessanti destinati al consumo immediato. Il famoso produttore Ambelio Pucci era orgoglioso di produrre vino di qualità con la sua Riserva di Villa Pucci all’inizio degli anni ’80. Prodotto con bassa resa d’uva e invecchiato in grandi cassette slovene, è incredibilmente elegante, complesso e di lunga durata.

Lo strato superiore ha aromi floreali vertiginosi e cera d’api, agrumi, frutta a nocciolo gialla e mandorle bianche. Le migliori proposte di Castelli de Jesse hanno deliziose note minerali salate, mentre le migliori espressioni di Modelica si concentrano con intensa energia.

Produttori consigliati: Pucci, Cole Stefano, Umani Ronchi

Orvito

Regione: Umbria

Raccogli la Tequila Tea Barbie
Raccolta / Foto di Nick Cornish al Tegucano Tea Barbie Vineyard ad Arvito

Conosciuta come il “Cuore Verde d’Italia”, l’Umbria è l’unica massa continentale nella parte centrale del paese, al confine con Toscana, Marche e Lazio. Chiamata per i suoi rossi corposi come il Montebelco Sacrantino, questa zona produce anche bianchi croccanti e rinfrescanti. L’Arvito bianco più alto della regione prende il nome dalla città in cui si trova. I vini sono prodotti sia in stile dolce che secco.

La divisione di Oriveto, che ha una zona di coltivazione classica o originaria, si estende dall’Umbria al Lazio. I vini sono ottenuti da un blend che comprende Clone Proconico e Cretceto di Trebiano. La linea del suolo di Arvito comprende formazione vulcanica a sud, argilla al centro, fossili marini a nord-est e sedimenti fini attraverso il fiume Baclia.

L’arvito secco è croccante, con frutta esotica, sensazioni di pesca e spiccata acidità. Le edizioni Classico Superior hanno una consistenza cremosa e una fresca acidità, mentre quelle prodotte nel terreno vulcanico intorno al Lago di Bolcena hanno note salate.

READ  Raccomandazione su oro e gioielli dall'Italia

Produttori consigliati: Barbarani, Tegucigno de Barbie, Marche Antinori Costello della Sala

Peccorino

Regioni: Marche, Abruzzo

Vitigno dell’Italia centrale, il Pecorino prospera nelle morbide montagne intorno all’Ascoli Piceno a marzo e nel vicino Abruzzo.

Distrutto all’inizio degli anni ’80, è stato salvato da pionieri locali come l’enologo Guido Koki Griffoni. Dopo anni di sperimentazione, Griffoni crea la sua prima annata 100% Pecorino nel 1990.

Grazie agli intensi aromi floreali di acacia e gelsomino, aromi di frutta a nocciolo bianca, consistenza cremosa e deliziose note minerali, sempre più cantine di entrambe le regioni producono questo vino. Quando i sapori delle vecchie annate sono preparati con cura, il peccorino si rivela sorprendentemente invecchiato.

Produttori consigliati: Contina Dolo, Clara Marcelli, Denuda Koki Griffoni

Trebiano d’Abruzzo

Regione: Abruzzo

Vino Tropiano d'Abruzzo
Foto di Anca Emanuela Deca via Vendemmia Trebiano d’Abruzzo / Alami a Emidio Pepe

Vitigno solitamente da lavoro, il Trepiano è largamente coltivato in tutta Italia, e generalmente produce ottimi vini analcolici. Tuttavia, un clone chiamato Trepiano d’Abruzzo è coltivato nella regione da migliaia di anni. Ha una stagione di crescita molto lunga, che crea complessità e longevità.

È possibile aggiungere fino al 15% di altre uve bianche e le migliori repliche sono prodotte interamente da Trebiano d’Abruzzo. Le bottiglie superiori hanno un senso di eleganza, profondità e minerale, che si evolvono con l’età.

Produttori consigliati: Amarotti, Emidio Pepe, Valentini