diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Cosa sai questa settimana

In questa breve settimana durante le vacanze, gli investitori riceveranno un’enorme quantità di nuovi dati economici e risultati sugli utili. I nuovi rapporti sull’inflazione saranno osservati con particolare attenzione e i dati preliminari sulle vendite del Black Friday aiuteranno come primo indicatore del potere dello shopping natalizio dei rivenditori.

celebrare il Ringraziamento, Sia il mercato azionario che obbligazionario statunitense Sarà chiuso e giovedì non ci saranno negoziazioni. Il mercato azionario chiuderà presto alle 13:00 ET di venerdì e SIFMA ha anche raccomandato una chiusura anticipata del mercato obbligazionario Sono le 14:00 ET anche il giorno dopo il Ringraziamento.

Ma prima di queste festività di mercato, uno dei dati economici chiave sarà l’indice di spesa per consumi personali di ottobre di mercoledì dal Bureau of Economic Analysis. Ciò contribuirà a mostrare come si sta sviluppando l’inflazione negli Stati Uniti ed è probabile che mostri un altro aumento della pressione sui prezzi negli Stati Uniti.

Gli economisti del consenso si aspettano che la misura più ampia della spesa per consumi personali sia aumentata dello 0,7% a ottobre rispetto a settembre, secondo le stime compilate da Bloomberg. Questo potrebbe accelerare dal guadagno mensile dello 0,3% di settembre. Nell’ultimo anno, il deflatore PCE sarà probabilmente aumentato del 5,1%, o il massimo dal 1990, accelerando il guadagno del 4,4% su base annua di settembre.

Anche l’indice PCE core, che esclude i prezzi più volatili di cibo ed energia e funge da misura di inflazione preferita dalla Fed, dovrebbe aumentare a ottobre e aumentare del 4,1% rispetto a un anno fa. Ciò segnerebbe anche l’aumento più rapido in quasi tre decenni.

Queste letture inflazionistiche in aumento si sono aggiunte alle preoccupazioni degli investitori che prezzi più alti potrebbero alla fine smorzare la ripresa economica frenando la spesa dei consumatori e provocando un inasprimento della politica monetaria da parte della Federal Reserve più rapido del previsto. Sebbene i risultati trimestrali dei rivenditori fino ad oggi abbiano rispecchiato in gran parte tendenze di vendita migliori del previsto, i consumatori hanno segnalato una crescente preoccupazione per gli effetti dell’inflazione sulle loro finanze. Università del Michigan Indagini preliminari sui consumatori di novembre Ha mostrato che il sentimento è sceso al livello più basso in un decennio, principalmente a causa di un aumento delle aspettative di inflazione.

Un certo numero di funzionari della Federal Reserve ha sottolineato che gli attuali livelli di inflazione alla fine diminuiranno nei prossimi mesi, soprattutto quando le interruzioni associate alla catena di approvvigionamento che contribuiscono all’aumento dei prezzi iniziano a svanire. Il presidente della Fed di San Francisco Mary Daly, membro votante Dal Federal Open Market Committee di quest’anno, ha affermato che qualsiasi mossa proattiva sull’aumento dei tassi di interesse per cercare di fermare l’inflazione ora potrebbe avere conseguenze indesiderate in futuro.

READ  FTSE scivola mentre l'economia del Regno Unito aumenta del 4,8%

«La politica monetaria è uno strumento ottuso che funziona troppo tardi», ha detto Daly. Durante le dichiarazioni pubbliche al Commonwealth Club of California la scorsa settimana. «Quindi, aumentare i tassi di interesse oggi non farà molto per aumentare la produzione, riparare le catene di approvvigionamento o impedire ai consumatori di spendere più in beni che in servizi. Ma limiterà la domanda da 12 a 18 mesi da oggi».

Saldi del Black Friday

La stravaganza annuale dello shopping del Black Friday si svolgerà questa settimana mentre la stagione dello shopping natalizio si riscalda.

Molti analisti al dettaglio si aspettano che la stagione degli acquisti di fine anno salti, rispetto allo scorso anno, e raggiunga nuove vette, con la domanda dei consumatori repressa e livelli ancora elevati di risparmio grazie agli stimoli del governo all’inizio del 2021 che contribuiscono a incrementare la spesa. Tuttavia, una domanda chiave rimane come i rivenditori saranno in grado di soddisfare questa domanda, date le continue interruzioni della catena di approvvigionamento, i livelli di inventario ridotti e la carenza di manodopera che si avvicina al picco del periodo dello shopping natalizio. Queste preoccupazioni sul lato dell’offerta possono impedire alle aziende di offrire profondi tagli di prezzo mentre cercano di trasferire costi più elevati sui consumatori e mantenere i margini di profitto.

«Gli sconti non sono così elevati come in passato. Sospetto che nell’ambiente si stia verificando uno sconto inferiore di 5-10 punti percentuali», ha affermato Steve Sadoff, consulente senior di Mastercard ed ex presidente e CEO di Saks, Yahoo Finance la scorsa settimana. «In parte perché le scorte sono sospese e in parte a causa di problemi con la catena di approvvigionamento. Si vedono molti articoli chiave esauriti presto. E le persone escono e ottengono gli articoli rapidamente perché sanno che saranno esauriti».

La gente fa acquisti da Macy’s durante un evento di vendita del Black Friday a Washington, USA, 29 novembre 2019. REUTERS/Loren Elliott

Le preoccupazioni per l’esaurimento delle scorte potrebbero aver spinto ulteriormente la spesa per le vacanze a novembre e ottobre, poiché i consumatori si sono affrettati a evitare ritardi nella spedizione e articoli esauriti. Un rapporto del Dipartimento del Commercio della scorsa settimana ha mostrato una crescita delle vendite al dettaglio dell’1,7% migliore del previsto a ottobre su base mensile, il balzo più grande da marzo.

READ  Futures Dow: il rally del mercato porta a una mossa forte; Google Leads 7 azioni lampeggianti segnali di acquisto

Tuttavia, le vendite al dettaglio negli Stati Uniti durante la sola settimana del Ringraziamento dovrebbero crescere del 10% rispetto allo scorso anno e del 12,2% rispetto alla stessa settimana del 2019, secondo MasterCard SpendingPulse Outlook.

Altre società prevedono anche forti vendite al dettaglio per la stagione dello shopping natalizio nel suo complesso. Il La Federazione nazionale del commercio al dettaglio si aspetta Le vendite al dettaglio combinate di novembre e dicembre cresceranno tra l’8,5% e il 10,5% rispetto allo scorso anno per raggiungere un nuovo record di 859 miliardi di dollari.

«C’è uno slancio significativo verso la stagione dello shopping natalizio», ha dichiarato il presidente e CEO di NRF Matthew Shay in un comunicato stampa alla fine del mese scorso. «Negli ultimi mesi dell’anno i consumatori si trovano in una situazione molto positiva poiché i redditi sono in aumento e i bilanci delle famiglie non sono mai stati più forti. I rivenditori stanno facendo investimenti significativi nelle loro catene di approvvigionamento e spendendo molto per assicurarsi di avere prodotti sui loro scaffali per soddisfare questo momento della domanda Consumatori eccezionali.

I dirigenti di alcuni dei principali rivenditori hanno fatto eco a questi sentimenti nelle note recenti.

«quando [supply chain issues] L’amministratore delegato di Macy’s Jeff Jennett ha dichiarato durante l’ultima chiamata sugli utili della società questa settimana. «Di conseguenza, non prevediamo di essere materialmente influenzati dai problemi della catena di approvvigionamento durante la stagione critica dello shopping natalizio».

Altri hanno fatto un commento simile.

«Stiamo iniziando bene la stagione delle vacanze e siamo in una buona posizione per continuare a fornire risultati solidi», ha dichiarato la scorsa settimana il direttore finanziario di Walmart, Brett Biggs, agli analisti sulla chiamata agli utili della società. «Nonostante le varie sfide macro e del settore, la nostra posizione di inventario è buona, i negozi e i centri di distribuzione sono ben dotati di personale e la nostra posizione dei prezzi rimane forte».

Calendario economico

  • Lunedì: Chicago Fed National Activity Index, ottobre (-0,13 a settembre); Existing Home Sales, ottobre (6,20 milioni previsti, 6,29 milioni a settembre)

  • Martedì: US Markit Manufacturing PMI, pre-novembre (58,7 previsto, 58,4 a ottobre); US Services PMI da Markit, prima di novembre (59,0 previsto, 58,7 a ottobre); Indice manifatturiero della Fed di Richmond, novembre (12 ottobre)

  • Mercoledì: Domanda di Mutuo MBA, settimana terminata il 19 novembre (-2,8% rispetto alla settimana precedente); Richieste di disoccupazione iniziali, settimana terminata il 20 novembre (268.000 rispetto alla settimana precedente); Sinistri continui, settimana terminata il 13 novembre (2.080 milioni rispetto alla settimana precedente); Bilancia commerciale dei beni sviluppati, ottobre (- $ 94,6 miliardi previsti, – $ 96,3 miliardi rispetto alla settimana precedente); Inventario all’ingrosso, MoM, 1 ottobre (1,4% previsto); PIL annuale, trimestrale, stimato per il terzo trimestre (2,2% previsto, 2,0% nel secondo trimestre); Consumi personali, stima del terzo trimestre (1,6% previsto, 1,6% nel secondo trimestre); PCE di base, trimestrale, terza stima per il secondo trimestre (4,5% nel secondo trimestre); Ordini di beni durevoli, Primer per ottobre (0,2% previsto, -0,3% a settembre); Ordini di beni durevoli esclusi i trasporti (0,4% previsto, 0,5% a settembre); Ordini di beni strumentali, aerei esclusi dalla difesa, 1 ottobre (0,5% previsto, 0,8% in stampa anticipata); Spedizioni di beni strumentali, non difesa esclusi aeromobili, ottobre introduttivo (1,4% nell’edizione precedente); Reddito Personale, ottobre (0,4% previsto, -1,0% a settembre); Spese personali, ottobre (0,9% previsto, 0,6% a settembre); Contrazione PCE, MoM, ottobre (previsione 0,7%, 0,3% a settembre); Contrazione PCE, YoY, ottobre (5,1% previsto, 4,4% a settembre); PCE Core Deflator, MoM, ottobre (0,4%, previsto 0,2% per settembre); PCE Core Deflator, anno su anno, ottobre (4,1% previsto, 3,6% a settembre); Morale dell’Università del Michigan, novembre finale (66,8 previsto, 66,8 ottobre); New Home Sales, ottobre (808.000 previsti, 800.000 a settembre); Verbale della riunione del FOMC, riunione di novembre

  • Giovedi: Non ci sono rapporti importanti programmati per il rilascio

  • Venerdì: Non ci sono rapporti importanti programmati per il rilascio

calendario dei guadagni

  • Lunedì: Tecnologie Agilent (un), Zoom Videocomunicazioni (ZM) Dopo la chiusura del mercato

  • Martedì: articoli sportivi per il cazzo (DKS), miglior acquisto (BBY), Burlington Stores (BURL), American Eagle Outfitters (AEO), albero del dollaro (DLTR) prima dell’apertura del mercato; Tecnologie Dell (Del), nordstrom (JWN), Autodesk (ADSK), HP Inc.HPQ), VMware (VMW) , Spacco (GPS) Dopo la chiusura del mercato

  • Mercoledì: Cervo & Co. (a partire dal) prima dell’apertura del mercato

  • Giovedi: Non ci sono rapporti importanti programmati per il rilascio

  • Venerdì: Non ci sono rapporti importanti programmati per il rilascio

READ  Il dirigente del cloud di Amazon Charlie Bell lascia dopo 23 anni tra i cambiamenti di AWS

Emily McCormick è una giornalista di Yahoo Finance. Seguila su Twitter: @emily_mcck

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Segui Yahoo Finanza su Twittere Sito di social network Facebooke Instagrame Flipboarde LinkedIne Youtube, E reddit