octubre 17, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Come un’altra interruzione di corrente cinese ha portato al crollo del flash di Bitcoin questa settimana

All’inizio di aprile, un incidente in una miniera di carbone cinese nello Xinjiang ha ridotto del 30% il tasso di hash della rete bitcoin in un giorno, paralizzando il rally della criptovaluta principale.

Ora, il tasso di hash di Bitcoin sta subendo una perdita simile perché i minatori in Sichuan, in Cina, devono affrontare restrizioni sull’uso di energia.

La rete statale nella contea di Aba nel Sichuan, che comprende gran parte dell’energia idroelettrica della regione, Ho emesso un avviso all’inizio di questa settimana Il che ha richiesto alle aziende e alle famiglie locali di ridurre il consumo di energia poiché il boicottaggio è stato accolto con un’elevata domanda di servizi pubblici.

Il bando è stato specificamente rivolto a tutte le operazioni ubicate nella “Area di Approvvigionamento Industriale dei Consumi Idroelettrici” della regione.

Queste zone sono state create dal governo come una forma di stimolo per le “industrie ad alta intensità energetica” per utilizzare l’energia idroelettrica a basso costo durante i mesi estivi. Si presume che molte strutture minerarie di bitcoin operino in queste zone industriali soggette a sanzioni governative.

Spiega la possibile causa del recente movimento dei prezzi di Bitcoin

per ogni Blockchain.com, Il tasso di hash totale (TH / s) di Bitcoin ha raggiunto il picco di 180,67 milioni di TH / s il 13 marzo, un rimbalzo di circa il 37% dal crollo di fine aprile. Dal 16 maggio, il giorno in cui i minatori del Sichuan si sono fermati, il tasso di hashish totale è diminuito da 172,36 milioni di TH / sa 150,653 milioni di TH / s.

L’enorme dimensione delle strutture minerarie cinesi e gli effetti della loro chiusura possono essere visti anche attraverso le entrate minerarie totali.

Secondo il sito di Analytics sulla catena bicchiere, I ricavi minerari totali sono diminuiti da $ 1,23 miliardi a $ 692,16 milioni, un crollo di quasi il 50%.

Questo è stato esattamente quando Mercoledì scorso Bitcoin ha subito un improvviso crollo a $ 37.000. Mentre Elon Musk e le liquidazioni di futures di massa sono stati certamente fattori che hanno innescato le vendite di massa all’inizio della scorsa settimana, è possibile che il blackout del Sichuan sia stato ciò che ha innescato il bagno di sangue di questa settimana.

Mentre molti investitori si aspettavano un rimbalzo dalla scorsa settimana, Bitcoin (BTC / USD) è sceso del 25% con una serie di catalizzatori negativi. Fonte: Tradingview.com

La Sichuan State Grid non ha fornito una tempistica di quando revocare le attuali restrizioni energetiche del Sichuan. Tuttavia, un rapporto di China Times È stato riferito che i miner di bitcoin potrebbero andare online dopo il 25 maggio.

Dato che Bitcoin non è riuscito a testare nuovamente il suo rally dopo il primo blackout in Cina, è difficile immaginare che il suo prezzo si riprenderà presto.

Featured image from UnSplash