septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Come un truffatore pakistano ha “rubato” 100 milioni di dollari a Bill Gates

A settembre 2017, Arif Naqvi stava parlando a New York, cercando di raccogliere miliardi per un nuovo fondo.

In qualità di capo della società di private equity The Abraaj Group, Naqvi è stato un pioniere nell’impact investing, che ha cercato di fare soldi per gli investitori facendo del bene al mondo. Ha trascorso la settimana a conoscere alcune delle persone più ricche e potenti del mondo, tra cui Bill Gates, Bill Clinton, e poi…Lloyd Blankfein, amministratore delegato di Goldman Sachs.

Ma mentre cercava di impressionare i motori e i rocker del mondo, uno dei suoi dipendenti era sul punto di sbarazzarsi di tutto, scrivono Simon Clarke e Will Loach nel loro nuovo libro, The Main Man: The True Story of How the Global Elite È stato ingannato da una fiaba capitalista (Harper Business), disponibile ora.

Si scopre che Naqvi ha preso circa $ 780 milioni dei suoi soldi, $ 385 milioni dei quali non sono ancora stati contabilizzati. Ora rischia 291 anni di carcere. E tutto perché “quando Arif era a New York, il dipendente ha rotto i ranghi e ha inviato un’e-mail anonima agli investitori… [warning] Per anni di illeciti nelle torri. È stata una bomba che ha portato al “più grande crollo della società di private equity nella storia”. ”

Ma come ha fatto un uomo a inventare una storia che gli ha permesso di ingannare alcuni degli investitori più intelligenti del mondo?

Metti in movimento la tua attività FOX facendo clic qui

Naqvi è nato nel 1960 a Karachi, in Pakistan, dove ha frequentato il liceo classico della città. Vieni più tardi London School of Economics.

Nel 2003 ha fondato Abraaj dopo aver raccolto 118 milioni di dollari, principalmente da “governi del Medio OrienteE i membri della famiglia reale e dei mercanti hanno annunciato la sua intenzione di investire in modi che avrebbero aiutato a superare la povertà globale.

Nell’aprile 2010 è stato invitato dal presidente Barack Obama, insieme ad altri 250 imprenditori musulmani, a partecipare a un vertice presidenziale sull’imprenditorialità. Lì, Naqvi ha tenuto un discorso sull’importanza dell’impact investing e su come un miliardo di bambini avrà bisogno di formazione e lavoro nei prossimi decenni.

“Può succedere solo attraverso l’imprenditorialità”, ha detto Naqvi alla folla.

Due mesi dopo, il governo degli Stati Uniti ha investito 150 milioni di dollari in Abraaj.

Naqvi ha messo i suoi soldi dove era la sua bocca – un po’.

Dopo aver preso il controllo della sua compagnia elettrica locale, Karachi Electric, nel 2008, Naqvi ha reso l’elettricità più affidabile e ha reso l’azienda redditizia. Ma ha anche ridotto la forza lavoro di 6.000 dipendenti, il che ha portato a rivolte.

READ  La coppia Shakopee ha accusato lo schema Ponzi da $ 18 milioni - WCCO

Nel frattempo, ha distratto l’Occidente con massicce donazioni di beneficenza.

Gli autori hanno scritto: “Arif ha assegnato milioni di dollari alle università di tutto il mondo, tra cui la Johns Hopkins University negli Stati Uniti e la London School of Economics, la cui cattedra prende il nome da Abraaj”. “Sulle orme di filantropi miliardari come Bill e Melinda Gates, Arif ha creato un’organizzazione di beneficenza da 100 milioni di dollari chiamata Aman Foundation per migliorare l’assistenza sanitaria e l’istruzione in Pakistan”.

Ma Naqvi si è anche goduto la vita mondana, pilotando “un jet privato Gulfstream con un numero di coda personale – M-ABRJ – e navigando su yacht per incontrare nuovi investitori che potrebbero contribuire ad aumentare la sua fortuna”.

Nel 2007, Naqvi si era trasferito in “una nuova lussuosa villa nell’elegante quartiere di Emirates Hills a Dubai… meglio conosciuta come la Beverly Hills di Dubai”.

Era un assiduo frequentatore di Davos e conferenze simili, dove ha stretto amicizia con artisti del calibro di Gates, che è stato l’ospite d’onore a una cena a casa di Naqvi nel 2012.

“Bill e Arif avevano molto di cui discutere”, hanno scritto gli autori. “Hanno concordato che le loro organizzazioni di beneficenza avrebbero lavorato insieme al programma di pianificazione familiare in Pakistan. Arif sembrava essere esattamente la persona che Bill stava cercando. Era ricco e si prendeva cura dei poveri”.

Naqvi ha ottenuto un investimento di 100 milioni di dollari dalla Fondazione Gates per investire in ospedali e cliniche nei mercati emergenti. Questo investimento, nel nuovo Abraaj Healthy Growth Markets Fund, ha aiutato Naqvi ad attirare altri 900 milioni di dollari da altri investitori.

Il co-fondatore di Microsoft Bill Gates ha rivelato il più grande errore che abbia mai commesso. (Reuters)

Dentro Jeffrey Epstein, la relazione di Bill Gates, la finale del defunto finanziere “F—You” con TECH BOSS: Report

“Si tratta di un’importante partnership di co-investimento”, ha affermato Gates a proposito dell’accordo. “È anche un esempio del tipo di partnership intelligenti che mantengono grandi promesse per il futuro”.

In effetti, Naqvi aveva già iniziato ad abusare di fondi con un “Tesoro segreto” di cui nemmeno la maggior parte dei suoi dipendenti era a conoscenza, hanno scritto gli autori.

“Abraaj era già costituita da una rete intricata di oltre trecento società con sede principalmente nei paradisi fiscali di tutto il mondo”.

READ  Powell ha ordinato una revisione etica completa dopo che il commercio dei funzionari ha suscitato proteste

Gli autori hanno scritto che le autorità di regolamentazione hanno richiesto alle autorità di regolamentazione di mantenere milioni di dollari in un conto bancario per le emergenze, di solito quando il conto era sull’orlo dell’esaurimento.

“Prima della fine di ogni trimestre, quando Abraaj Capital ha dovuto presentare un rapporto all’autorità di regolamentazione, Arif e i suoi colleghi hanno trasferito i soldi sul conto per far sembrare che contenessero l’importo richiesto. Pochi giorni fa. [later]Cancella di nuovo l’account.”

Gli autori hanno anche scritto che i dipendenti di Abraaj hanno ripetutamente fatto irruzione in un fondo per pagare dividendi ad altri in un “tipo grezzo di frode noto come schema Ponzi”.

Il 9 gennaio 2014 – mentre Naqvi insieme a Richard Branson era una delle principali attrattive dell’Oxford Forum on Social Entrepreneurship – un direttore delle finanze gli scrisse che “avremo un deficit di 100 milioni di dollari entro il 15 gennaio”.

Gli autori scrivono che Naqvi “ha dovuto scegliere tra dire la verità a investitori e prestatori e fingere che tutto stesse andando secondo i piani. Ha scelto la strada dell’inganno”.

Nel 2015, Naqvi si è pagato $ 53,75 milioni e ha anche trattenuto $ 154 milioni di entrate. [a] Ha venduto le azioni come ha ritenuto opportuno e ha privato i suoi investitori dei loro guadagni”.

Ben presto, Andrew Farnum, gestore di fondi presso la Gates Foundation, iniziò a diventare sospettoso. Sebbene il Gruppo Abraaj non abbia mostrato alcun movimento negli investimenti precedenti, l’organizzazione stava ancora richiedendo centinaia di milioni di dollari in ulteriori investimenti da Gates.

Nel settembre 2017, Farnum ha scritto un’e-mail chiedendo informazioni sull’ubicazione degli attuali fondi Gates e su come sono stati investiti, nonché una cronologia degli investimenti imminenti.

“Il tono di Andrew era educato, ma le implicazioni delle sue domande erano inquietanti”, hanno scritto gli autori. “Stava chiedendo ad Abraaj di dimostrare che non stava abusando dei soldi di uno degli uomini più ricchi del mondo”.

Mentre Abraaj ha inviato vaghe conferme e vecchi estratti conto, Farnum ha premuto per maggiori dettagli.

Bill Gates afferma che la rottura con Melinda “insegnante molto triste”, l’incontro con Epstein “sbagliato”

Una settimana dopo, un dipendente anonimo di Abraaj ha inviato l’e-mail di condanna degli investitori del fondo, rivelando le operazioni sospette dell’organizzazione.

L’e-mail diceva “Fai bene la tua due diligence e fai le domande giuste. Rimarrai stupito da ciò che scoprirai”.

“Le aree su cui concentrarsi sono come valutazioni di guadagni non realizzati: sono manipolate oltre qualsiasi cosa tu abbia visto nella scatola e sono facili da individuare. Non credere a ciò che i partner ti inviano … Non credere a ciò che ti dicono e controlla la verità . Proteggiti.”

READ  Un calo del petrolio dopo i profondi tagli dei prezzi in Arabia Saudita ha sollevato preoccupazioni sulla domanda

Immediatamente, i muri sono crollati.

Gli autori hanno scritto: “Gli investitori non si fidavano più di Abraaj e volevano indietro i loro soldi. Il problema era che Abraaj non lo possedeva”.

La Gates Foundation ha assunto un team di contabilità forense per indagare sui libri di Abraaj. Durante tutto questo, Naqvi stava ancora incontrando potenziali investitori, cercando di raccogliere $ 6 miliardi per creare un nuovo fondo.

In questo periodo, Naqvi è apparso in un dibattito televisivo sull’assistenza sanitaria globale a Davos con Gates.

“Bill si è mosso a disagio sul sedile e si è morso le labbra”, hanno scritto gli autori. “Ogni volta che Arif cercava di stabilire un contatto visivo o di impegnarsi in una conversazione, Bill guardava dall’altra parte.”

Nell’ottobre 2018, gli autori hanno pubblicato un articolo che esponeva i presunti crimini di Abraaj sul Wall Street Journal.

Gli autori hanno affermato che “almeno $ 660 milioni di fondi degli investitori sono stati trasferiti a loro insaputa sui conti bancari nascosti di Abraaj”. Poi più di 200 milioni di dollari da questi conti sono stati versati ad Arif e alle persone a lui vicine.

Infine, i pubblici ministeri statunitensi hanno accusato Naqvi di gestire un’organizzazione criminale. Il 10 aprile 2019 è stato arrestato all’aeroporto di Heathrow Exeter, Londra. La sua estradizione è stata ordinata in modo che potesse essere processato a New York per frode.

Clicca qui per saperne di più su FOX BUSINESS

Nonostante la documentazione cartacea, Naqvi ha “mantenuto la sua innocenza” mentre rimane agli arresti domiciliari a Londra in attesa di una decisione sul suo appello. Il nome della sua azienda è stato rimosso dalla cattedra alla London School of Economics.

Nel frattempo, la sua storia straziante è un ammonimento per ricchi – ma ingenui – investitori che cercano di affrontare la povertà nel mondo.

Gli autori hanno scritto che i poveri “avrebbero beneficiato di più se Arif avesse portato i suoi milioni in cima a un alto edificio a Karachi e li avesse lanciati in cielo, lasciando che i venti spargessero banconote da un dollaro in tutta la città”.

clic Qui Per saperne di più su Posta di New York.