septiembre 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

‘Bitcoin Family’ nasconde Bitcoin, Ethereum e Litecoin in Secret Vaults

Didi Taihutu, sua moglie e i suoi tre figli hanno liquidato tutti i loro beni e hanno acquistato bitcoin nel 2017, quando era scambiato a circa $ 900. Ora, la famiglia olandese di cinque persone protegge la maggior parte delle loro criptovalute in caveau segrete in quattro diversi continenti.

“Ho portafogli hardware nascosti in molti paesi in modo da non dover mai volare molto lontano se ho bisogno di accedere al mio portafoglio freddo, per saltare fuori dal mercato”, ha spiegato Taihutu, il capo della cosiddetta famiglia Bitcoin.

Taihuttu ha due nascondigli in Europa, altri due in Asia, uno in Sud America e un sesto in Australia.

Non stiamo parlando di un tesoro sepolto – non c’è un luogo sotterraneo o su un’isola remota – ma la famiglia ha detto alla CNBC che le cache crittografiche sono nascoste in vari modi e in una varietà di luoghi, dagli appartamenti in affitto e dalle case degli amici all’auto-archiviazione siti.

“Preferisco vivere in un mondo decentralizzato in cui ho la responsabilità di proteggere la mia capitale”, ha detto Taihutu.

Conservazione a caldo vs conservazione a freddo

Esistono molti modi per archiviare le criptovalute. Collegato Scambi come Coinbase e PayPal si occuperà di custodia token degli utenti, mentre le persone più esperte di tecnologia possono scegliere di licenziare l’intermediario e mantenere i loro fondi crittografici in portafogli hardware di proprietà personale.

I dispositivi delle dimensioni di un’unità Thumb come Trezor o Ledger forniscono un modo per proteggere i token crittografici. Square è anche un edificio Un portafoglio hardware e un servizio per “rendere il custode bitcoin più pervasivo”.

Le persone che scelgono di detenere la propria criptovaluta possono conservarla “calda”, “fredda” o una combinazione delle due. L’hot wallet è connesso a Internet e consente ai proprietari di avere un accesso relativamente facile alle loro monete in modo che possano accedere e spendere la loro criptovaluta. Il compromesso per comodità è la potenziale esposizione a cattivi attori.

“La conservazione a freddo si riferisce spesso alla criptovaluta trasferita a portafogli le cui chiavi private – le password che consentono il trasferimento della criptovaluta dal portafoglio – non sono archiviate su computer collegati a Internet, in modo che gli hacker non possano entrare nel computer”, ha spiegato Philip Gradwell, capo economista di Chainalysis, una società di dati blockchain, è stata in grado di rubare chiavi private.

Gradwell afferma che gli scambi utilizzeranno spesso portafogli freddi per proteggere le criptovalute depositate dai loro clienti.

Un recente rapporto di Chainalysis che esamina i portafogli che contengono bitcoin mostra che 11,8 milioni di bitcoin sono nelle mani di investitori a lungo termine, 3,7 milioni mancano, altri 3,2 milioni sono in circolazione tra i trader e i restanti 2,4 milioni devono ancora essere estratti.

“Possiamo indovinare quali wallet sono cold storage – dal momento che hanno determinati comportamenti, come ricevere grandi quantità di criptovaluta da un’unica fonte e non inviarne per così tanto tempo fino a quando non vengono svuotati tutti in una volta – ma non puoi determinarlo in modo definitivo il portafoglio viene utilizzato come cella frigorifera ‘”, ha spiegato Gradwell.

Nel caso della famiglia Taihuttu, il 26% delle criptovalute di Didi è “caldo”. Si riferisce alla scorta di criptovaluta come al suo “capitale di rischio”. Usa queste criptovalute per il day trading e per le scommesse rischiose, come quando ha venduto il suo Dogecoin per ottenere un profitto e poi lo ha riacquistato quando il prezzo del DOGE ha toccato il fondo.

Un altro 74% del portafoglio totale di criptovalute di Taihuttu è in celle frigorifere. I cold wallet hardware, diffusi in tutto il mondo, includono bitcoin, ethereum e alcuni litecoin. La famiglia ha rifiutato di rivelare quanta criptovaluta detengono.

BitcoinEthereum e litecoin sono tutti nel bel mezzo di un altro rally più alto, rispettivamente del 57%, 83% e 61% nelle ultime tre settimane.

Spostare bitcoin in celle frigorifere non è un’idea nuova. Da quando esiste il bitcoin, c’è stato un modo per conservarlo al freddo. Ma richiede più manutenzione.

“La conservazione a freddo richiede più autorizzazioni per accedervi, sia che si trovi nel caveau di una banca sia che sia sepolta nelle Ande”, ha affermato Van Vo, un ingegnere del software presso la startup di criptovalute Floating Point Group.

E mentre Taihuttu afferma che è facile aggiungere nuove criptovalute a questi indirizzi di portafogli di celle frigorifere, recuperarli è una storia diversa. Affidarsi alla sua fredda criptovaluta gli ha richiesto di volare fisicamente nei suoi numerosi nascondigli.

Taihuttu sta cercando di mettere un fantastico portafoglio di criptovalute in ogni continente in modo che le sue proprietà siano facilmente accessibili.

Bunker svizzeri

Sepolto nelle Alpi svizzere c’è un caveau all’interno di un bunker militare dismesso isolato da Internet, sorvegliato da una squadra di sicurezza in loco e, a quanto pare, secondo il sito web della banca digitale Xapo, “Osservatore nel cielo via satellite”. Gli oggetti di valore in custodia sono Bitcoin.

pezzo regina Acquistato Xapo nel 2019, una mossa non sorprendente per un’azienda che immagazzina offline il 98% dei fondi dei clienti, al fine di risparmiare “Un’importante misura di sicurezza contro furto o smarrimento.

Mentre le casseforti centrali come questa forniscono una certa protezione di sicurezza, Taihuttu afferma che per lui sembra molto centrale.

ha affermato il socio accomandatario di Castle Island Ventures e Coin Metrics Co – fondatore Nick Carter.

Ecco perché Taihuttu non usa banche o uffici postali. “Lo trovo molto rischioso”, ha detto. “Cosa succede quando una di queste società fallisce? Dove sono i miei bitcoin? Avrò accesso? Ancora una volta riponi la fiducia del tuo capitale nelle mani di un’istituzione centrale”.

Ma Taihutu afferma che alcune società di celle frigorifere centrali offrono un enorme vantaggio.

“Hanno bei posti da ereditare”, ha detto. “Quando muori, queste aziende si occupano anche di questo, e penso davvero che stiano facendo un ottimo lavoro”.

Fu afferma che anche il conto multilaterale, o MPC, si sta dimostrando efficace nello spazio delle risorse digitali. In questo accordo di protezione, più parti devono dare il consenso affinché la transazione abbia luogo.

Ciò evita il rischio di archiviare chiavi private e credenziali di autenticazione in un unico luogo, noto come “punto di regolamento unico”. MPC invece divide la chiave privata in condivisioni, le crittografa e poi le divide tra più parti, Secondo FireblocksFornitore di infrastrutture di risorse digitali.

“Penso che l’evoluzione ora sia verso MPC”, ha detto Fu.

READ  Il rally dei meme di Robinhood vacilla mentre le azioni scendono dell'8% negli utili del secondo trimestre