junio 14, 2024

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

AOC afferma che la sospensione di Whoopi Goldberg non era necessaria

Rappresentante. Alexandria Ocasio-Cortez ha detto ABC sospensione di Whoopi Goldberg per i suoi commenti sull’Olocausto non era necessario, sostenendo che Goldberg è già stato perdonato da un’organizzazione ebraica chiave.

Ocasio-Cortez (D-NY) ha osservato che il capo della Lega anti-diffamazione, Jonathan Greenblatt, «ha accettato le sue scuse».

«Penso che ogni volta che c’è un momento di apprendimento come questo, ciò che è estremamente importante è il rapporto tra quella persona e la comunità con cui stanno facendo ammenda», ha detto la deputata di New York TMZ.

Greenblatt è apparso su «The View» martedì dopo che Goldberg è stato preso di mira per aver affermato che l’Olocausto «non riguardava la razza» durante la trasmissione del lunedì dello spettacolo.

Martedì, il capo dell’ADL ha detto a Goldberg e ai suoi co-conduttori che l’Olocausto è stata una «catastrofe singolare» motivata da un «antisemitismo razzializzato».

Whoopi Goldberg è stata sospesa da «The View» per i commenti che ha fatto sull’Olocausto.
ABC

Greenblatt ha anche twittato che Goldberg era un «alleato di lunga data della comunità ebraica» e che le sue scuse «sono molto gradite».

Ocasio-Cortez ha detto a TMZ che il perdono di Greenblatt dovrebbe essere sufficiente.

«Penso che prendiamo davvero la guida della comunità ebraica su questo e sembrano vedere che le sue scuse erano autentiche e vogliono andare avanti», ha detto.

Alexandria Ocasio-Cortez afferma che la sospensione di Whoopi Goldberg da parte della ABC non era necessaria poiché è già stata perdonata dalla Lega anti-diffamazione.
Rappresentante. Alexandria Ocasio-Cortez afferma che la sospensione di Whoopi Goldberg da parte della ABC non era necessaria poiché è già stata perdonata dalla Lega anti-diffamazione.
AP

Goldberg ha sostenuto per la prima volta che l’Olocausto è andato oltre la razza durante una discussione su «The View» su un distretto scolastico del Tennessee decisione di vietare «Maus», la graphic novel vincitrice del Premio Pulitzer su un sopravvissuto all’Olocausto.

«L’Olocausto non riguarda la razza. No, non si tratta di razza”, ha detto ripetutamente. «Si tratta della disumanità dell’uomo nei confronti dell’uomo».

READ  El caso de agresión sexual de Marilyn Manson puede no equivaler a acusaciones
Il direttore dell'ADL Jonathan Greenblatt ha affermato di aver accettato le scuse di Goldberg per aver affermato che l'Olocausto "non riguardava la razza."
Il direttore dell’ADL Jonathan Greenblatt ha detto di aver accettato le scuse di Goldberg per aver affermato che l’Olocausto «non riguardava la razza».
LightRocket tramite Getty Images

Ha poi ripetuto la dichiarazione su «The Late Show With Stephen Colbert» quella sera.

L’ospite ha riportato le osservazioni su Twitter più tardi quella notte in mezzo a una diffusa indignazione.

La sospensione inflitta dal presidente di ABC News Kim Godwin ha suscitato rabbia reazione dei co-conduttori di Goldberg, che hanno ritenuto ingiustificato.

Altri membri dello staff della rete pensavano che Godwin avesse impiegato troppo tempo per punire Goldberg.