diciembre 5, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

All Blocks vs Italy: Brad Moore saluta Attack Edge mentre l’attenzione si sposta sull’Assiria

L'assistente allenatore degli All Blacks Brad Moore ha detto che la squadra è in buona forma in vista del test match contro l'Italia.

Chris Hyde / Getty Images

L’assistente allenatore degli All Blacks Brad Moore ha detto che la squadra è in buona forma in vista del test match contro l’Italia.

La spalla di Brady Ridolick fa male solo quando pensa al giro principale della ruota di selezione per l’escursione nel parco contro gli italiani che combattono a Roma questo fine settimana.

Il vice allenatore Brad Moore ha confermato l’infortunio di Retalick subito durante la vittoria per 54-16 sul Galles (domenica ‘NZT) e verrà valutato entro la fine della settimana dopo che gli All Blacks sono arrivati ​​più tardi del previsto da un hotel a Roma dopo una frenetica giornata di viaggio da Cardiff.

Questa settimana non sarà comunque un momento di gioco ritmico, e l’allenatore Ian Foster consegnerà il maggior numero possibile dei suoi migliori giocatori una settimana prima della fine del duro tour Irlanda-Francia. Ma la posizione leggermente sottile del trio lo ha confermato.

Tutti neri

All Blocks Loose Forward sulla forma rivela che lui e la sua squadra stanno giocando meglio.

«Dopo 24 ore è ancora un po’ dolorante e duro oggi come ti aspetti, quindi sarà monitorato continuamente domani e per tutta la settimana. Ora c’è l’attesa», ha detto.

Per saperne di più:
* All’età di 7 o 8 anni, Ardie Savea è un business per tutti i neri – con un sorriso sul viso
* Tutti i blocchi: il giocatore della squadra dice che «il cielo è il limite» per Jordan sulla fascia
* All Blocks vs Wales: Button Barrett riceve elogi da RT Xavia Ian Foster

L’Italia non vince in sei paesi dal 2015, vincendone più di 60 in ciascuno degli ultimi due incontri contro gli All Blacks a Roma (2018 e 16) e farà la sua prima apparizione sotto la guida del nuovo allenatore kiwi Kieran Crowley.

READ  Aumentano i casi di corona virus in Italia; Link Euro 2020

Diremo che il trio è stato diplomatico nel valutare le proprie credenziali. «Hanno dei buoni attaccanti. Abbiamo visto dei buoni sforzi, un ottimo gioco di gambe e ragazzi che vogliono usare le loro abilità. Questo è un gioco di cui siamo entusiasti», ha detto.

È giusto dire che l’allenatore offensivo degli All Blacks è diventato un cliente alquanto soddisfatto a Roma, anche dopo aver segnato mezzo secolo nella squadra gallese ed essere ancora una squadra rispettabile.

«Siamo molto entusiasti della performance di ieri sera», ha detto, facendo eco all’esplosione di sette tentativi. «Ci sono state alcune cose scioccanti lì. La squadra si è preparata molto bene per una settimana, i dettagli erano molto buoni, c’era concentrazione, energia e gioia.

La superstar degli All-Blacks è stata rappresentata tre volte in un tentativo contro Reese Wales, che ha impressionato l'allenatore offensivo Brad Moore.

Warren Little / Getty Images

La superstar degli All-Blacks è stata rappresentata tre volte in un tentativo contro Reese Wales, che ha impressionato l’allenatore offensivo Brad Moore.

«Semplicemente ci è venuto in mente allora. La partita è stata ben strutturata con un po’ di energia, precisione e pazienza e di conseguenza ha ottenuto alcuni grandi tentativi in ​​seguito, a testimonianza dello sforzo della panchina. Sono venuti e hanno avuto un impatto enorme.

Anche in quella squadra di pulizia c’era Jing Wing Chew Reese, che potrebbe essersi inchiodato come finisher speciale nella migliore formazione di Ian Foster. Ha segnato una meta superba negli ultimi 16 minuti quando i neozelandesi sono tornati a casa con quattro 5 punti.

«È fantastico», ha detto Moore. «Quello sforzo è stato speciale per una serie di motivi. Una formazione veloce, un contropiede efficace, il calcio di Jordi ha avuto un tocco piuttosto morbido. [Barrett] Quindi Seva tocca la palla tre volte in quel breve intervallo… Se tocchi la palla due volte in un movimento, la squadra segnerà e se tocchi tre volte segnerai.

«Volevo energia. Spero che le persone vogliano iniziare e le persone al di fuori dei 23 anni vogliano essere nei 23, ma Foss ha molto a cui pensare in questo modo.

Moore ha sostenuto la visione di RT Xavier secondo cui la squadra era in un «posto sano» con grande profondità, una squadra giovane con un’esperienza di avanzamento rapido e una forte competizione per i primi posti.

«La competizione è fantastica e costruisce le prestazioni che stiamo cercando, perché i ragazzi si fanno pressione a vicenda per la selezione, ma si aiutano anche a migliorare sempre di più.

Il trio ha assicurato che tutti i neri sarebbero rimasti in una «bolla» stretta fino alla fine del loro viaggio nel nord, il che significava che la necessità di volare tra l’ora della partenza e l’ora della morte era ancora più importante.

«Entrambi sono ugualmente importanti, quindi ci assicuriamo di goderci la reciproca compagnia mentre dormiamo e riempire il serbatoio in ogni modo», ha aggiunto. “È un grande segno che tutti sono in forma, a proprio agio nei propri ruoli e si esprimono.

“È importante riconoscere che va bene dire che è difficile e celebrare un giorno in cui puoi essere un po’ meno e più lento, ammetterlo, parlarne con qualcuno e poi tornare dentro.

“Quando siamo stati lontani dalle nostre famiglie per molto tempo, dobbiamo fare del nostro meglio e renderlo utile essendo il meglio che puoi essere. Questo è un vero obiettivo e vogliamo finire forte.

Gli All Blacks non perdono contro l’Italia in 15 test contro l’Assiria dal 1979.