Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Si è cominciato questo pomeriggio a Casteldebole a costruire il Bologna che giocherà domenica con la Roma. Dopo tre partite positive la volontà è quella di proseguire sulla strada segnata anche se i giallorossi visti meno di un mese fa al dall’Ara sono certamente una delle squadre più in forma. Sono in tanti a dire che si tratta di una partita molto più difficile di quella con il Napoli e dunque in realtà in molti la danno quasi come una sconfitta fin dalla partenza. Il carattere dei giocatori e la nuova personalità che i risultati creano potranno fare la differenza. Possibile pensare che Pioli vorrà partire dagli errori e quello fatto al dall’Ara è stato quello di giocare a viso aperto con una formazione forte soprattutto a centrocampo. Facile ipotizzare che proprio in mezzo al campo il tecnico rossoblù cercherà di irrobustire la propria presenza, magari giocando con quel 3-5-1-1 che sembra quasi una brutta parola per chi ha sempre avuto tre giocatori d’attacco, ma che si è accorto che da quando ha adottato uno schema più difensivo ha preso solo un gol in tre partite e su calcio di rigore. A meno che il 3-4-2-1, non sia formato in attacco da un Taider che avrà come principale compito quello di impedire la circolazione di palla della Roma, con una marcatura quasi a uomo come capitato a Napoli con Inler, mentre al duo Diamanti-Dio Vaio sarà chiesto di finalizzare i possibili varchi che si potranno creare se la squadra giallorossa si sbilancerà in avanti. Certo siamo ancora a martedì e parlare di tattica è presto, ma sono le uniche novità previste visto che in tema di mercato ancora tutto tace. Si parla del fatto che Gonzalo Bueno tra pochi giorni dovrebbe avere il passaporto portoghese e dunque potrà arrivare prima della fine del mercato in rossoblù, aumentando così il parco attaccanti. Abbiamo detto aumentando visto che in fase di uscita ci sono solo voci: Vantaggiato vicino al Livorno, Gavilan al Pisa, Vitale al Modena e Casarini all’Empoli anche se il centrocampista vorrebbe rimanere in A. Anche Paponi vorrebbe andare a giocare ma come si dice in queste occasioni certi giocatori sono incedibili perché nessuno li vuole.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.