Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_fortitudo_20131216.mp4

di Jack Bonora

Se uno sceneggiatore avesse scritto un film su “Basket city” 2003-2013 e avesse immaginato la trama che poi si è realmente concretizzata, probabilmente avremmo definito la pellicola “genere fantascienza”. Vi risparmio il riassunto, tanto sapete tutto, mi limito, probabilmente, alla scena finale: il figlio dell’ex Presidente della Virtus che mette il canestro da 3, della vittoria, per la Fortitudo e viene portato in trionfo dai tifosi. E’ quello che è accaduto ieri al Paladozza, quando Gherardo Sabatini a 1 secondo dalla fine ha sparato da distanza siderale e ha consentito alla sua squadra di sconfiggere la fastidiosissima Empoli. Una vittoria che ha infuocato i 4300 innamorati della F scudata, ormai habituee del Paladozza, come ai bei tempi. Del resto queste sono emozioni uniche, che valgano uno scudetto o una promozione in B1, e poi è vero che sono più scarsi i tuoi beniamini, rispetto a quelli che sostenevi anni prima, ma pure i loro avversari. E alla fine si vede della buon pallacanestro in una splendida cornice. La Fortitudo è nelle zone altissime della classifica, ma questo non basta: deve vincere i play off e giocare contro le regine degli altri tre gironi. Insomma, deve salire di categoria, perchè questo pubblico lo vuole e lo merita. Ieri, ma questo vale per sempre, è stato fondamentale ritrovare la mano calda di Venturelli, che ha tutto per spostare gli equilibri e poi non dimentichiamoci che capitan Fin ha messo 4 triple su 6. Poi è chiaro che stiamo vedendo il bicchiere mezzo pieno, perchè quando si vince a fil di sirena, in casa, una partita come questa, c’è qualcosa da sistemare. In trasferta, modestissimo parere, si sarebbe perso. Tinti ci dovrà lavorare sopra, ma lo potrà fare con una classifica che gli sorride e non è poco. Sorrideranno sicuramente anche i bambini dell’Ageop, ai quali i giocatori della Fortitudo, insieme ad una rappresentanza della “Fossa dei Leoni”, porteranno, domani alle 15, giocattoli e libri raccolti proprio dagli storici tifosi.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.