Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla chiusura di una domenica da ricordare, ieri il gm bianconero Sandro Crovetti ha passato una giornata davvero serena. “Dall’avvio della stagione, non ci sono state molte settimane facili – le prime parole di Crovetti -, è stata, l’ultima, una settimana con novità (Apodaca; ndr) e complicazioni come tutte quelle passate. Il successo contro Roma è stato bello, importante ed emozionante. Sono davvero molto contento per il nostro pubblico, che ci sta seguendo numerosissimo e con grande passione: ha capito bene come va sostenuta la squadra”.
Che dice della prestazione davvero super, fornita contro la Lottomatica da Mykal Riley?
“Ha fatto vedere il giocatore che può essere e che sarà nella sua carriera. Non era un ‘bidone’ ieri, non è un campione oggi, come più volte anche coach Valli ha detto: i rookie hanno bisogno di tempo per esprimersi. Contro Roma ha offerto una bellissima prestazione, certamente in un momento difficile per lui. Ha dato una bella prova di carattere”.
Come ha visto Apodaca in questi primi giorni ferraresi?
“Sta seguendo un programma di condizionamento assieme al preparatore atletico Michele Iacomucci, ha già fatto diverse sedute. Comincerà gradualmente ad allenarsi assieme al gruppo”. Con il Riley ammirato contro Roma, anche considerato che Apodaca ancora deve raggiungere la forma migliore, al Pala Carnera di Udine, domenica prossima, è possibile che giochi ancora Riley. Assieme al gm Crovetti abbiamo parlato del cammino della Carife fino a questo momento del campionato: tre successi dopo nove gare. “Abbiamo conquistato i punti che ci siamo meritati – ha continuato il gm del Club -, bisognerà continuare a seguire e sostenere la squadra con grande forza, anche perché avremo diversi altri momenti difficili, ed altri belli, come quelli contro la Lottomatica. I campionati per salvarsi sono fatti così. Siamo al primo anno di massima serie, teniamoci stretto ciò che abbiamo fatto fino ad ora, andiamo avanti”.
Adesso concentrazione massima e niente rilassatezza, in vista di due gare davvero importanti contro Udine e Cantù. Che ne dice, Crovetti?
“Il termine rilassatezza è sbagliato e non lo condivido, come non condivido il fatto che abbiamo davanti a noi delle gare facili. Non ci sono partite facili, la squadra non si rilassa, ci sono anche gli avversari, fatto che va considerato sempre. Ritengo difficili i match contro Udine e Cantù, come quello che poteva essere contro Roma. Stiamo arrivando ad un terzo del campionato – ha chiuso il gm bianconero -, i punti valgono davvero moltissimo, chiunque li vuole fare, chi per andare ai play off oppure alla Final Eight di Coppa Italia, chi per salvarsi. Insomma, ogni gara è complicatissima. I termini rilassati o seduti non sono di questo gruppo, che può giocare una buona gara, oppure una meno buona. Ci tengo a precisare ciò”. Il gruppo bianconero riprenderà ad allenarsi questa mattina con il morale alto. Avanti così, Club.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.