diciembre 1, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Un segnale dalle stelle potrebbe effettivamente provenire dalla Terra: NPR

Nel 2019, il Parks Radio Telescope di Parks, in Australia, ha rilevato uno strano segnale che da allora è stato interpretato.

Yuri Prokopenko / Getty Images


Nascondi didascalia

Cambio didascalia

Yuri Prokopenko / Getty Images

Nel 2019, il Parks Radio Telescope di Parks, in Australia, ha rilevato uno strano segnale che da allora è stato interpretato.

Yuri Prokopenko / Getty Images

Un misterioso segnale che sembra essere emesso dalla stella più vicina al nostro sole ha messo gli scienziati a una ricerca di quasi un anno per rintracciarne la fonte.

Il risultato? Il segnale non proveniva da un mondo alieno in orbita attorno a Proxima Centauri, ma invece non proveniva da qualcosa di ordinario, forse una radio, un telefono o persino un computer situato da qualche parte in Australia, secondo due studi pubblicati questa settimana sulla rivista. Astronomia naturale.

«È un’interferenza radio prodotta dall’uomo da qualche tecnologia, probabilmente sulla superficie terrestre», ha detto Sophia Sheikh, un’astronoma dell’Università della California, Berkeley, e co-autrice di entrambi gli articoli. Dillo a Nature.com. NPR ha provato a contattare lo sceicco ma non ha funzionato.

Il segnale è stato rilevato per la prima volta da un radiotelescopio di 64 metri al Parkes Observatory nel Nuovo Galles del Sud, in Australia. «The Dish», come lo chiamano gli australiani, è stato il soggetto dell’omonimo film del 2000, con Sam Neill.

radiotelescopio parte di ascolto hack, il più grande programma di ricerca scientifica mai ascoltato dagli alieni»Firme tecnicheLanciato nel 2016, il programma ha sede presso il Berkeley SETI Research Center, situato presso l’Università della California, Berkeley, ma include radiotelescopi in tutto il mondo.

READ  Guarda la tempesta geomagnetica G1 domenica/lunedì

Come la ricerca si è spostata dalle stelle alla Terra

Jason Wright, Professore di Astronomia e Astrofisica e Direttore di Centro di intelligence straniero della Pennsylvania, dice NPR.

Il segnale, che è durato circa cinque ore a 982 MHz, era a una frequenza designata per le comunicazioni degli aerei. Ma i ricercatori hanno eliminato questa possibilità: non c’erano aerei nella zona.

«Questo segnale imita esattamente quello che stavano cercando di trovare», dice Wright, «ed è davvero raro. Voglio dire, è la prima volta da anni che vedono qualcosa del genere».

Dice che ha chiari segni che la tecnologia lo sta producendo. Era ad una frequenza specifica, mentre i segnali naturali appaiono sempre attraverso una gamma di frequenze. Questo da solo non è sorprendente, dice, perché ci sono molti segni artificiali e facilmente identificabili che devono essere sempre sistemati.

Tuttavia, il segnale non è rimasto sulla stessa frequenza: è andato alla deriva, afferma Wright. «È qualcosa che ti aspetteresti dalle cose già nello spazio», dice, perché la rotazione della Terra provoca uno spostamento di frequenza Doppler.

Ciò che lo ha reso ancora più interessante è stato che Proxima Centauri, a nana rossa La stella dista solo 4,2 anni luce dalla Terra Due pianeti conosciuti. Uno di questi pianeti ha una massa molto piccola molto vicino alla Terra e orbita attorno alla stella nella «zona abitabile», dove si trova acqua liquida sulla sua superficie.

Ma quando i ricercatori hanno cercato di nuovo il segnale, non c’era.

Se non erano extraterrestri, cosa erano? «Puoi fare alcune ipotesi in base a come è la deriva di frequenza», dice Wright, «Questo suggerisce che è probabilmente un pezzo elettronico economico che utilizza un oscillatore al quarzo».

READ  Il nuovo telescopio spaziale Webb da 10 miliardi di dollari della NASA rivela un buco nero supermassiccio nel cuore della Via Lattea

Gli astronomi erano frustrati dai falsi allarmi

Seth Shostak, capo astronomo presso Istituto SETI, dice a NPR che spera un giorno di scoprire una civiltà aliena, ma che il suo entusiasmo è «sbiadito con il tempo con realismo».

«Abbiamo avuto falsi allarmi in passato e siete tutti entusiasti di essere delusi due giorni dopo quando finalmente avete scoperto che il segnale era dovuto a uomo sano di mente, non Klingon», dice Shostak.

Il segnale del 2019 è stato rilevato dal radiotelescopio mentre trascorreva 26 ore ad ascoltare a Proxima Centauri. Ma passò inosservato fino all’anno successivo. Fu allora che Shane Smith, uno studente universitario dell’Hillsdale College nel Michigan, scoprì il segnale mentre esaminava i dati raccolti da Parks.

Smith, che lavorava come stagista di ricerca presso Breakthrough Listen, ha detto al suo supervisore presso l’Università della California, Berkeley, l’astronomo Danny Price, che lo ha pubblicato su Breakthrough Listen Slack. Il prezzo all’inizio era scettico.

«Il mio primo pensiero è stato che doveva essere un intervento», ha detto. temperamento natura. «Ma dopo un po’ ho iniziato a pensare, questo è esattamente il tipo di segnale che stiamo cercando».

Smith si è detto eccitato ma anche scettico, poiché pensava che ci fosse una spiegazione semplice. «Non avrei mai pensato che il segnale avrebbe causato un tale entusiasmo», ha detto.

A volte vengono spiegati i misteri dello spazio; A volte vanno

Non è il primo falso allarme per gli scienziati alla ricerca di intelligenza extraterrestre.

Nel 2015, ad esempio, gli astronomi russi, utilizzando un radiotelescopio a Zelenchukskaya, ai piedi delle montagne del Caucaso a nord della Georgia, hanno scoperto un interessante segnale a forma di raggio. si è rivelato essere di Satellite militare russo.

READ  I fisici del MIT usano la proprietà atomica fondamentale per trasformare la materia in invisibile

La cosa più famosa, nel 1977, gli astronomi stavano guardando le impronte di un osservatorio dell’Ohio State University noto come grande orecchio rilevamento Raffica 72 secondi Così insolito che uno dei membri del team, Jerry Iman, ha scritto «Wow!» sulla scheda tecnica.

«Wow segnale!» dice Wright. Non è mai stato spiegato in modo soddisfacente. «La gente è stanca di questo», dice. «Non avremo improvvisamente un momento aha in cui scopriremo di cosa si trattava. Immagino che sarà un mistero a meno che non venga ripetuto.»