diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Questo strumento web gratuito è un modo semplice e veloce per rimuovere oggetti dalle immagini

Hai mai avuto bisogno di modificare rapidamente qualcosa o togliere qualcuno dalla foto?

Forse è lo sconosciuto che ha vagato nella tua foto di famiglia, o la piattaforma che tiene le tue opere d’arte finite per la scuola? Qualunque sia il lavoro, se non hai il tempo o le competenze di Photoshop per modificare la cosa da solo, perché non provarlo Pulizia.immagini Uno strumento web facile da usare che fa esattamente ciò che promette nell’URL.

Carica la tua foto, dipingi sopra la cosa che vuoi rimuovere con lo strumento pennello e ciao: nuova foto. I risultati non sono all’altezza degli standard dei professionisti, soprattutto se l’immagine è particolarmente impegnativa o complessa, ma sono sorprendentemente buoni. Lo strumento è anche molto divertente con cui giocare. Potete vedere alcuni esempi nella galleria qui sotto:

Cleanup.pictures dello stesso team che ha fornito una divertente demo in realtà aumentata sembra lasciarti «Copia e incolla» il mondo realee open source (puoi trovare il codice di base Qui). Strumenti di questo tipo sono ovviamente disponibili da molto tempo, risalenti almeno al lancio dello strumento Timbro clone in Photoshop, ma la qualità di questi bot è aumentata notevolmente negli ultimi anni grazie all’intelligenza artificiale.

I sistemi di machine learning ora sono più bravi non solo nel problema della segmentazione (definizione delle divisioni tra un oggetto e lo sfondo) ma anche nel disegnare o riempire nuovi contenuti. Proprio la scorsa settimana, Google ha lanciato nuovi gadget Pixel 6 Abbinato a «Gomma magica»Ma Cleanup.pictures mostra come questa funzionalità sia diventata una merce.

READ  Come guardare RE: WIRED 2021

Penso che il mio uso preferito di questo strumento, tuttavia, sia questa meravigliosa serie di foto che rimuovono le persone dai dipinti di Edward Hopper: