noviembre 27, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Preparati a urlare con Adele mentre viene sorpresa sul palco dalla sua insegnante d’infanzia

come se Adele I fan avevano bisogno di più emozioni da affrontare ora.

Il cantante britannico ha pianto Difficile Dopo essere stata sorpresa sul palco dalla sua insegnante di inglese d’infanzia durante il suo concerto «An Audience With Adele», che è stato trasmesso su ITV nel Regno Unito durante il fine settimana.

Come il suo ultimo concerto privato negli Stati Uniti, il concerto registrato per la promozione Il suo nuovo album «30» È stato eseguito per un pubblico di ascoltatori. Invece di essere intervistata da Oprah Winfrey, questa volta, Adele è stata interrogata dai membri della sua lista di ospiti famosi. Ciò includeva l’icona della recitazione britannica Emma Thompson, che ha chiesto alla cantante se avesse qualcuno che la ispirasse e la sostenesse quando era più giovane.

“Sì, ho avuto un insegnante a Chestnut Grove [Academy] Chi mi ha insegnato l’inglese. Quella era Miss MacDonald», ha detto la star londinese senza esitazione.

Ha detto che non si sono tenuti in contatto dopo che l’insegnante ha lasciato la terza media, ma lei «mi ha davvero fatto conoscere le buone maniere».

«Ad esempio, sono sempre stata così ossessionata dall’inglese e ora ovviamente sto scrivendo testi», ha aggiunto.

«Era così bella, così carina, ci ha davvero fatto preoccupare, e sapevamo che si prendeva cura di noi e cose del genere. Aveva tutti questi braccialetti e anelli d’oro. Era così bella, così accessibile e così adorabile, che io non vedevo l’ora che iniziassero le lezioni di inglese».

«Grazie per esserti ricordato di me», disse MacDonald ad Adele.

«No, davvero, mi hai davvero cambiato la vita. Mamma! Mamma, puoi crederci?», ha detto Adele MacDonald, i cui due figli erano anche tra il pubblico.

«Non ti vedo da quando avevo circa 12 anni», ha aggiunto. «Ho ancora tutti i miei libri, sai? Ho avuto tutti i miei libri da quando ero il mio insegnante.»