agosto 6, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Le varianti del coronavirus vedono le chiamate per i terzi colpi

Una donna reagisce quando riceve Johnson & Il vaccino di Johnson contro il coronavirus (COVID-19), nell’ambito di un piano del governo per vaccinare i residenti del confine messicano sul confine condiviso con gli Stati Uniti, a Tijuana, in Messico, il 17 giugno 2021.

Jorge Duenes | Reuters

È probabile che in autunno saranno necessari colpi di richiamo per un vaccino contro il coronavirus, secondo gli esperti, che stanno esortando i governi a regolamentarli ora.

Si tratta di estensione Tipo delta di corona virus, identificato per la prima volta in India, Continua a diffondersi rapidamente attraverso il mondo.

Alcuni paesi, come gli Stati Uniti e il Regno Unito, hanno già indicato che possono Colpi di richiamo Covid-19 rilasciati entro un anno. Ora, sta aumentando la pressione sui governi per mobilitare programmi di iniezione di richiamo, un compito non facile date le continue incertezze che circondano la pandemia, i vaccini e le varianti.

Tuttavia, non ci sono piani concreti per i colpi di richiamo Covid-19. Il dottor Peter Marks, direttore del Centro per la valutazione e la ricerca sulla biologia della Food and Drug Administration, ha affermato il mese scorso che era, “Solo qualcosa che dobbiamo scoprire mentre andiamo avanti.”

Mentre il discorso sui colpi di richiamo cresce, ecco cosa sappiamo finora:

quando?

Esistono anche informazioni anonime sul fatto che le persone debbano ricevere una dose di richiamo simile ai vaccini che hanno originariamente ricevuto. E anche se le istantanee devono essere adattate per far fronte a variabili, come il vaccino antinfluenzale, o se possono rimanere le stesse.

quando?

Come?

Gli esperti sostengono che deve esserci un’ampia pianificazione per qualsiasi programma di rafforzamento al fine di aiutare i servizi sanitari a far fronte. Ciò è particolarmente importante in quanto sono sotto pressione non solo offrendo programmi di vaccinazione attuali, ma anche occupandosi delle esigenze sanitarie di quei pazienti le cui procedure e trattamenti sono stati ritardati a causa della pandemia di coronavirus.

Nel Regno Unito, il presidente del Royal College of General Practitioners, Martin Marshall, ha dichiarato al programma Today di BBC Radio 1 che il servizio sanitario nazionale doveva sapere cosa aspettarsi in autunno.

“Dobbiamo sapere, prima di tutto, se c’è bisogno di un programma di vaccini di richiamo… chi ne avrà bisogno, come i più vulnerabili e gli anziani. Dobbiamo sapere dove verranno somministrati [the booster shots] E chi l’ha detto”.

“Le nostre infermiere e le nostre infermiere sono così impegnate, è possibile che i nostri vaccinatori non clinici addestrati possano fare una campagna di richiamo?” ha chiesto. , sostenendo un colpo di richiamo insieme al vaccino antinfluenzale invernale.

Nello stesso programma radiofonico, Anthony Harnden, vicepresidente del Joint Committee on Vaccination and Immunization (che consiglia il governo britannico sulla politica di vaccinazione) ha avvertito che occorre prestare molta attenzione a chi è preso di mira da qualsiasi campagna di richiamo.

Ha affermato che le esigenze prioritarie sarebbero “guidate dai dati”, sebbene abbia riconosciuto la necessità che il servizio sanitario nazionale pianifichi in anticipo.

Morale

C’è un dibattito etico sul fatto che i programmi di vaccinazione di richiamo siano la cosa giusta da fare quando molti paesi meno sviluppati sono in ritardo nei loro programmi di vaccinazione.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha Paesi ricchi esortati a donare vaccini per i poveri prima di considerare l’uso di dosi di richiamo. In effetti, la giuria dell’OMS è fuori discussione se sia necessaria una dose di richiamo.

“Non abbiamo le informazioni necessarie per formulare una raccomandazione sulla necessità o meno di un booster”, ha affermato il capo scienziato dell’OMS Somya Swaminathan durante la chiamata Zoom di venerdì, ha riferito Bloomberg, aggiungendo che “la scienza è ancora in via di sviluppo”.

variabile delta

I funzionari dell’OMS hanno anche affermato la scorsa settimana che ci sono state segnalazioni secondo cui la variante delta aveva causato sintomi più gravi, ma che sono necessarie ulteriori ricerche per confermare queste conclusioni. ancora, Ci sono segni Il ceppo Delta può suscitare sintomi diversi rispetto ad altre varianti.

Finora, i vaccini si sono dimostrati resistenti alle nuove varianti e sono rimasti ampiamente efficaci nel prevenire il pericoloso Covid-19 per le persone che sono state completamente vaccinate. Un’analisi di Public Health England pubblicata lunedì scorso ha trovato due dosi di PfizerBiotecnologia o il AstraZeneca I vaccini contro il Covid-19 sono stati molto efficaci contro il ricovero in ospedale con variante delta.

Venerdì, Swaminathan dell’OMS ha affermato che gli scienziati hanno ancora bisogno di più dati sull’alternativa, compreso il suo effetto sull’efficacia dei vaccini Covid-19.

“Quanti sono feriti e quanti sono ricoverati e gravemente malati?” Swaminathan ha detto venerdì. “Questo è qualcosa che monitoriamo molto attentamente.”

Berkeley Lovelace Jr. della CNBC ha contribuito a questa storia.

READ  Questo mini acceleratore di particelle offre piccoli laser con grandi promesse