junio 23, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’artista critica la polizia del Michigan per aver chiesto di aggiungere la bandiera americana al murale

La reazione al dipinto è una Artista Sentirsi “devastati”.

Il Detroit Institute of Art ha recentemente rivelato un pubblico lavoro artistico. Il dipinto, che è stato creato per il dipartimento di polizia di Sterling Heights nel Michigan, ha scatenato un contraccolpo sui social media, con alcuni utenti che avrebbero accusato l’artista di essere un suprematista bianco.

Il dipinto era intitolato “Servizio e protezione” ed è stato dipinto da Nicole MacDonald Detroit Metro Times rapporti. Diverse foto dell’opera d’arte sono state pubblicate online e mostrano che ritrae diversi poliziotti che si tengono per mano con la testa china di fronte alla bandiera americana.

MacDonald, che secondo quanto riferito si descrive come socialista, afferma che il dipinto aveva lo scopo di rappresentare un messaggio sulla riforma della polizia. Ha anche detto che capisce come le persone abbiano scambiato l’immagine degli ufficiali che si inchinano e pregano davanti a una bandiera americana e che capisce anche perché deve essere rimossa.

L’artista vende la scultura invisibile per $ 18.000

Secondo quanto riferito, il dipartimento di polizia di Sterling Heights ha fornito feedback e input sul progetto finale.

Fox News ha contattato l’amministrazione per rispondere a MacDonald, che li ha ritenuti responsabili della cancellazione della cultura che è venuta dopo di lui a causa della richiesta della bandiera americana.

Secondo MacDonald, le è stato chiesto di aggiungere la bandiera americana, che a quanto pare non appariva nel suo disegno originale. Secondo quanto riferito, ha detto alle agenzie di stampa: “Quindi la gente ora dice che è come inchinarsi e pregare davanti a una bandiera, ed è semplicemente disgustoso. Voglio dire, capisco la reazione”.

READ  Caitlyn Jenner afferma che le tende a Beverly Hills sono l'ultimo segno della crisi

Ha anche detto: “Mi sento come se dovrebbero (rimuoverlo). Voglio dire, non posso fare quella chiamata, ma a questo punto mi sento così, perché penso che l’arte dovrebbe servire il pubblico se è pubblica l’arte e il museo si trova in una città con una maggioranza di neri. E se le persone lo trovano un riflesso di ostilità, non è mia intenzione, è l’esatto opposto della mia attenzione al 100%”.

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE NOTIZIE SU FOX LIFESTYLE

Sebbene la DIA abbia originariamente pubblicato una foto del consiglio sui social media, secondo quanto riferito l’ha rimossa a causa di reazioni negative. In un post successivo, secondo quanto riferito, il museo ha scritto di aver rimosso il primo a causa del tono dei commenti, ma a quanto pare ha dovuto eliminare anche quel post.

Diversi commentatori sembravano arrabbiati per il fatto che il denaro dei contribuenti potesse essere stato utilizzato per finanziare un “murale pro-poliziotto”.

MacDonald, accusata da alcuni di essere un suprematista bianco, ha dichiarato al Detroit Metro Times che la risposta non è stata quella che si aspettava. “Non ho mai avuto quel tipo di reazione”, ha detto. “Mi sento totalmente devastata”.

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

Si dice che MacDonald abbia dedicato gran parte della sua pratica artistica alla celebrazione della storia nera di Detroit.

Un portavoce del museo ha detto alle agenzie di stampa che i post erano stati rimossi per preoccupazione per la sicurezza di alcune delle persone che erano state specificamente convocate e apparentemente prese di mira.