noviembre 30, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La Francia avvia un’indagine per la fuoriuscita di enormi pesci morti al largo della costa atlantica

Il braccio francese di Pastore di mare — un’organizzazione no-profit di attivismo per la conservazione marina — ha pubblicato giovedì le foto della fuoriuscita sulla sua pagina Twitter. «Ecco cosa sta succedendo in questo momento nel Golfo di Biscaglia al largo della costa di La Rochelle», si legge nel tweet. «Quattro barche officina operano in quella zona, incluso il Margiris, il secondo peschereccio più grande del mondo (vietato in Australia).»
Il immagini pubblicate da Sea Shepherd Mostra una massa sorprendente di pesci morti – che sono melù, una sottospecie di merluzzo – che galleggia sull’acqua. Il Margiris, di proprietà olandese, è stato descritto da Greenpeace come un «mammut super peschereccio».
La Pelagic Freeze-Trawler Association (PFA) – che rappresenta l’armatore della nave – ha rilasciato una dichiarazione venerdì, affrontando l’incidente e dicendo che «comprende pienamente le emozioni che tali immagini possono portare».

Nella dichiarazione, la PFA ha anche affermato: «Vorremmo chiarire che intorno alle 5:50 del 3 febbraio 2022 una quantità di melù è stata rilasciata in mare involontariamente dalla nave Margiris, a causa di una rottura nella parte del sacco Un incidente del genere è un evento raro e in questo caso è stato causato dalle dimensioni inaspettatamente grandi del pesce catturato.In linea con il diritto dell’UE, l’incidente e le quantità perse sono state registrate nel giornale di bordo della nave e segnalate alle autorità del stato di bandiera della nave, la Lituania.»

Annick Girardin — il ministro francese per la pesca e le questioni marittime — ha detto che la vista del pesce morto era «scioccante» e ha chiesto all’autorità nazionale di sorveglianza della pesca di avviare un’indagine, per «fare luce su tale questione in modo da identificare le cause del significativo dumping di pesci».

In un tweet, Girardin ha anche aggiunto: «La Francia sostiene la pesca sostenibile e questo non si riflette qui. Se si fosse verificata un’infrazione, sarebbero state adottate sanzioni contro l’armatore responsabile che sarà identificato».

L'Islanda porrà fine alla caccia alle balene dal 2024 tra polemiche e calo della domanda

Anche Virginijus Sinkevičius, il commissario europeo per l’Ambiente, gli oceani e la pesca, ha commentato il caso definendolo uno «sfortunato incidente nel Golfo di Biscaglia».

Su Twitterha affermato che la Commissione Ue «reagirà immediatamente» e sta avviando un’indagine presso le autorità nazionali della zona di pesca e del presunto stato di bandiera della nave, per ottenere informazioni e prove esaurienti sul caso».
Lamya Essemlali — il capo del braccio francese di Sea Shepherd — Reuters ha detto credeva che i pesci fossero stati deliberatamente dimessi.
La pesca a strascico di questa portata è un atto contro il quale molti ambientalisti spesso protestano: nel 2021, La CNN ha sottolineato che «ogni giorno, migliaia di pescherecci in tutto il mondo trascinano enormi reti zavorrate sul fondo del mare, intrappolando tutto nella loro scia e distruggendo gli habitat marini» in una storia sulla pesca a strascico, un processo che è stato descritto dagli scienziati come «bulldozing» il fondale marino.